Vai al contenuto
Romano L

Convocazione Assemblea con irregolarità!

Quale soluzione?

 

Convocazione a mezzo mail con preghiera di dare riscontro, "altrimenti sono costretto a inviarle una raccomandata a chi non lo fa .. sicuri di una vostra pronta collaborazione in merito vi saluto affettuosamente l'amm.re"

 

"Con la presente vi invio la convocazione x l'assemblea del 19.06.2017 ore 18.00"

 

Convocazione allegata:

"Con la presente siete tutti invitati a partecipare all'assemblea ordinaria del condominio che

si terrà presso il CONDOMINIO STESSO nel locale (omissis) il giorno

18/06/2017 alle ore 07.00 in prima convocazione e il giorno 18/06/2017 in seconda convocazione

alle ore 18.00 per discutere il seguente ordine del giorno :"

 

"1)Approvazione bilancio consuntivo dell'esercizio 2016;

2)Conferma attuale Amministratore;

3)Approvazione bilancio preventivo dell'esercizio 2017;

N.B.: Se ci dovessero essere degli errori nei versamenti, vi prego di portare le relative ricevute

il giorno dell'assemblea per la correzione. Inoltre chi volesse verificare le pezze giustificative

puo farlo avvisando un giorno prima x email. Sono a disposizione presso l'ufficio dell'amm.re

solo negli orari del pomeriggio."

 

Ha omesso il Registro di Cassa fornendo:

Consuntivo Gest GLOBALE pag, 01

Preventivo/Consuntivo Gest GLOBALE 2016 pag. 01

Consuntivo Gest GLOBALE (personali e acqua) pag. 02

Ripartizione Consuntivo Gest GLOBALE pag. 001.

Rendiconto Esercizio Gest GLOBALE pag. 01

Consumi contatori a Fasce pag. 01o

Preventivo Gestione GLOBALE 2017

 

Manca il riparto preventivo 2017

Manca il quadro nominativo riepilogativo dei pagamenti/rate

Manca il Registro di Cassa

A preventivo consumi acqua ha messo il doppio del consumo e ha inserito il debito di un ex condomino la cui casa è stata venduta all'asta ci ha provato per fare il favore all'acquirente perchè gli serve per avere la maggioranza. L'Obligatio propter rem/B] che aveva invocato un anno fa se le dimenticato.

Ad oggi le raccomandate non sono arrivate, quindi sono saltati i fatidici 5gg (il giorno dell'assembea non conta)

La data errata della seconda convocazione I e II il18 nella mail 19

Poi "sicuri" perchè ha redatto la mail con qualche condomino amico.

Ci sono due soluzioni e tu le conosci entrambi.

1. soluzione temporanea: non presentarsi all'assemblea, impugnare le delibere per irregolarità di convocazione. Spendi soldi e risolvi ben poco. L'amministratore appoggiato dalla sua lobby continuerà a fare quello che gli pare

2. soluzione radicale: non si rinnova l'incarico a QUELL'amministratore. Questa soluzione e' di difficile attuazione perché il caro amministratore avrà sempre la sua lobby a sostenerlo. Inoltre sarebbe necessario trovare un nuovo amministratore (ho aperto una discussione qualche tempo fa) con tutte le responsabilità del caso. Se poi non funziona gli altri condomini daranno a colpa a chi lo ha trovato

 

Se poi tu hai una soluzione alternativa, farebbe comodo anche a me. Delle due che ti ho proposto, ho già percorso la prima, ottenendo qualche risultato, ma la volpe (amministratore) perde il pelo ma non il vizio. Sto pensando alla seconda, ma vedo la sua attuazione sempre più difficile.

Ci sarebbe una terza soluzione ancora più radicale: la revoca giudiziale. In questo caso dovresti tallonare l'amministratore e coglierlo in fallo grave. Dubito che con uno come te, da come ti conosco dai tuoi interventi sul forum, che gli sta dietro, sia così stupido.Inoltre ho letto che la tendenza dei giudici e' quella di evitare la revoca.

Non resta che esercitare una serrata azione di controllo.

Ci sono due soluzioni e tu le conosci entrambi.

1. soluzione temporanea: non presentarsi all'assemblea, impugnare le delibere per irregolarità di convocazione. Spendi soldi e risolvi ben poco. L'amministratore appoggiato dalla sua lobby continuerà a fare quello che gli pare

2. soluzione radicale: non si rinnova l'incarico a QUELL'amministratore. Questa soluzione e' di difficile attuazione perché il caro amministratore avrà sempre la sua lobby a sostenerlo. Inoltre sarebbe necessario trovare un nuovo amministratore (ho aperto una discussione qualche tempo fa) con tutte le responsabilità del caso. Se poi non funziona gli altri condomini daranno a colpa a chi lo ha trovato

 

Se poi tu hai una soluzione alternativa, farebbe comodo anche a me. Delle due che ti ho proposto, ho già percorso la prima, ottenendo qualche risultato, ma la volpe (amministratore) perde il pelo ma non il vizio. Sto pensando alla seconda, ma vedo la sua attuazione sempre più difficile.

Ci sarebbe una terza soluzione ancora più radicale: la revoca giudiziale. In questo caso dovresti tallonare l'amministratore e coglierlo in fallo grave. Dubito che con uno come te, da come ti conosco dai tuoi interventi sul forum, che gli sta dietro, sia così stupido.Inoltre ho letto che la tendenza dei giudici e' quella di evitare la revoca.

Non resta che esercitare una serrata azione di controllo.

L'unica cosa possibile, non solo riferita a queste irregolarità ma al comportamento generale avuto nel corso della sua amministrazione da maggio 2016 ad oggi, è la revoca giudiziale con richiesta del danno, comunque per correttezza avviserò i condomini che nel caso lo riconfermassero o approverebbero le delibere irregolari coinvolgerebbero il condominio in altre soccombenze.

La revoca la vedo come un favore, per questo voglio aggiungere altre irregolarità gravi sono nelle mie discussioni iniziate).

Questo è uno dei tanti farabutti infiltrati nella categoria, puntualizzo che è associato ANACI e che il suo operato nei condomini amministrati gli richiede la presenza dell'avv. ogni giorno.

La mattina avv. e procuratore passano tutti i giorni nel suo studio.

Romano è il solito SOS same old shit.

Tanti amministratori continuano indisturbati anzi sostenuti da molti condomini in parte ignoranti in parte disinteressati.

La legge qualcosa dice, ma nell'attuazione tutto diventa difficile.

 

Te ne racconto una. Per un problema di un amico per una proprietà Emilia Romagna, ho avuto modo di conoscere il suo perito di parte. Questo tecnico e' anche consulente del Tribunale. Ci ha raccontato che, in seguito ad una revoca giudiziale di un amministratore condominiale, e' stato nominato dal Giudice come amministratore. Ha convocato un assemblea e un paio di condomini lo hanno contestato poiché"intruso", con frasi del tipo: Chi è lei, cosa vuole lei, come si permette ecc

Quindi: l'ignoranza e' la migliore alleata degli amministratori scorretti

Romano è il solito SOS same old shit.

Tanti amministratori continuano indisturbati anzi sostenuti da molti condomini in parte ignoranti in parte disinteressati.

La legge qualcosa dice, ma nell'attuazione tutto diventa difficile.

 

Te ne racconto una. Per un problema di un amico per una proprietà Emilia Romagna, ho avuto modo di conoscere il suo perito di parte. Questo tecnico e' anche consulente del Tribunale. Ci ha raccontato che, in seguito ad una revoca giudiziale di un amministratore condominiale, e' stato nominato dal Giudice come amministratore. Ha convocato un assemblea e un paio di condomini lo hanno contestato poiché"intruso", con frasi del tipo: Chi è lei, cosa vuole lei, come si permette ecc

Quindi: l'ignoranza e' la migliore alleata degli amministratori scorretti

La soluzione è svendere l'appartamento ai Rom, poi ci penseranno loro all'amministratore e ai condomini complici.

Il Presidente nominato non potrà costituire l’assemblea per il mancato rispetto dei 5 giorni previsti dalla legge, ne risponderebbe in proprio.

Voglio vedere chi ha voglia di rischiare.

Il Presidente nominato non potrà costituire l’assemblea per il mancato rispetto dei 5 giorni previsti dalla legge, ne risponderebbe in proprio.

Voglio vedere chi ha voglia di rischiare.

In che senso "ne risponderebbe in prioprio" ?

Io ho fatto il presidente una volta, e non credevo di rispondere in proprio di qualcosa (comunque ho operato al meglio delle mie capacità, ma se dovevo essere chiamato personalmente in tribunale per qualcosa ci avrei pensato..)

×