Vai al contenuto
ciocco

Controllo conto corrente bancario

Bongiorno,

mi sono accorta, da un controllo dell'estratto conto di 9 anni fa, che il vecchio amministratore aveva rubato parecchi soldi,

Cosa posso fare?

Bongiorno,

mi sono accorta, da un controllo dell'estratto conto di 9 anni fa, che il vecchio amministratore aveva rubato parecchi soldi,

Cosa posso fare?

Cosa potresti nei riguardi di chi?

Del condominio?

Dell'ex amministratore?

Chi sei?

Un condòmino?

L'amministratore?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Troppo tardi ... perbacco!

Forse troppo tardi per agire, ma non per sistemare e definire la situazione patrimoniale.

Se il vecchio amministratore ha rubato dei soldi al condominio, anche se la cosa risale a 9 anni fa, bisogna dimostrare l'appropriazione indebita, nel senso che l'amministratore ha incassato i soldi dai condomini riferite a rate condominiali ed invece di pagare i fornitori li ha usati per scopi personali.

L'appropriazione indebita è un reato disciplinato dall'art. 646 c.p., molto affine al furto, ma differente per il fatto che nel furto il reo si impossessa della cosa altrui (Art. 624 c.p. "...s'impossessa ... sottraendola a chi la detiene"), mentre nel reato in questione la cosa è già nel possesso del reo (Art. 646 c.p. "...di cui abbia, a qualsiasi titolo, il possesso").(Wikipedia.it)

 

Il delitto di appropriazione indebita è reato istantaneo che si consuma con la prima condotta appropriativa e, cioè nel momento in cui l'agente compia un atto di dominio sulla cosa con la volontà espressa o implicita di tenere questa come propria. Di conseguenza, ai fini della consumazione del reato e della decorrenza del termine previsto per la prescrizione, è irrilevante il momento in cui la persona offesa venga a conoscenza della manifestazione di volontà dell'agente di appropriarsi della cosa, elemento questo che, invece, rileva al diverso fine della decorrenza del termine per la proposizione della querela (diritto.it)

cosa diversa è il furto ....... e comunque, come post 3 di Patrizia, a che titolo poni la domanda? attenzione comunque ad usare le parole... si deve essere sempre più che certi per non avere di contro una querela

Ma quando mai è stata depenalizzata? via non diffondiamo frottole, è stata solo abolita la pena detentiva ma reato era e reato resta.

Se e' depenalizzazione non e' piu' un reato ma illecito amministrativo . A parte che in realta' decide il giudice se considerarlo reato o illecito amministrativo a seconda dei casi previsti dalla legge stessa . Comunque il fatto e' prescritto .

P.s non esistono reati che non prevedono una pena .

L'illecito penale è il cosiddetto reato. Il reato è la violazione della norma penale.

La conseguenza per chi commette un reato è la pena che deve avere una duplice funzione:

1) deve essere AFFLITTIVA, ovvero deve costituire una punizione

2) deve avere funzione di EMENDA nel senso che deve tendere alla rieducazione ed al reinserimento del condannato.

La pena viene inflitta da un giudice al termine di un procedimento penale.

 

L'illecito amministrativo è invece la violazione di una norma giuridica per la quale viene inflitta una sanzione amministrativa pecuniaria.

In pratica sono dei reati minori, depenalizzati, la cui punizione non è affidata ad un giudice ma a degli Uffici della Pubblica Amministrazione.

×