Vai al contenuto
FreshmanGio

Contratto transitorio per studenti con clausola di rinnovo

Salve,

 

volevo chiedere un parere.

Io studente universitario ho stipulato un contratto di locazione di natura transitoria (art.5, comma 2, Legge n431/98) in data Ottobre 2012 di durata di 12 mesi, una clausola del mio contratto prevedeva che "alla prima scadenza il contratto si rinnoverà automaticamente per uguale periodo se il conduttore non comunicherà al locatore disdetta almeno 3 mesi prima della della scadenza del contratto". Mentre un altra clausola prevedeva l'aggiornamento annuale pari al 75% delle variazioni ISTAT.

Oggi ai primi di Novembre, il proprietario mi chiama dicendo che vuole stipulare un nuovo contratto per usufruire della cedolare secca, ho letto che per fare questo non avrebbe dovuto inviarmi con raccomandata R/R in cui rinunciava all'aumento ISTAT per usufruire del regime fiscale sopracitato?

Il contratto anche se transitorio, visto la clausola inserita, non si rinnova tacitamente senza il bisogno di rifarlo?

 

Grazie

Non si è capito bene se il contratto è già stato rinnovato o meno.

Se il tuo proprietario ha provveduto a fare la proroga non è necessario fare un nuovo contratto, si può passare al regime di cedolare secca nella modalità che hai descritto (raccomandata A/R all'inquilino e mod.69 all'Agenzia delle Entrate). Il tutto a costo zero, essendo già stato prorogato il proprietario aveva tutto il diritto di applicare l'aumento ISTAT, il passaggio alla cedolare infatti avviene dopo la sua proroga. In questo caso il proprietario avrebbe già dovuto pagare la tassa di registro (f23) e consegnato il mod.69 all'AdE per la comunicazione di proroga del vecchio.

Se invece non ha ancora provveduto alla proroga del contratto vecchio, f23 e mod.69 all'agenzia, allora dovete fare un contratto nuovo in cui il proprietario dichiara di aderire alla cedolare secca. Essendo un contratto nuovo il canone non ha nessun vincolo di ISTAT, lo decidete voi (rimanendo entro i limiti previsti se di tipo a canone concordato). Niente raccomandata A/R, niente f23, solo una nuova registrazione del contratto a zero spese. Attenzione che in questo caso la nuova legge prevede la consegna all'inquilino dell'Attestato di Prestazione Energetica (il famigerato APE) pena sanzioni (al locatore, ovviamente).

Grazie per la risposta.

 

Io non pensavo che ci fosse bisogno di un rinnovo, visto che c'è una clausola che dice che si rinnova automaticamente.

Si rinnova automaticamente, ma la tassa di registro e la consegna della ricevuta del pagamento (F23) e del mod.69 all'Agenzia delle Entrate bisogna sempre farla. Altrimenti per loro il contratto è scaduto.

×