Vai al contenuto
LILLALELY

Contratto fantasma...?

Buonasera a tutti! E complimenti per il forum, davvero fatto bene e pieno di interventi competenti!!

 

Ho appena dato disdetta verbale, seguita poi da raccomandata A/R, per recidere il mio contratto di affitto in vigore da Marzo 2007 ed essendo per me la prima volta, mi ritrovo piena di dubbi sulle procedure (soprattutto perché la locataria sembra saperla lunga, ha altri appartamenti in affitto e credo sia piuttosto “scafata” e furbetta e io vorrei fare le cose fatte bene ed evitare di farmi raggirare …).

 

La prima perplessità riguarda il contratto in mie mani.

 

Qualche giorno fa, dopo che non l’avevo mai più ripreso in mano dal 2007, l’ho ritrovato ed è in bianco!!! L’inchiostro è come evaporato, non si legge più niente! Che sia stato scritto con inchiostro simpatico??!

 

Inoltre mi rendo conto ora che io non ho una copia del contratto registrato regolarmente, ai tempi la locataria mi aveva rilasciato semplicemente una copia (quella che adesso è “evaporata”) prima della registrazione, dicendo che mi avrebbe fornito anche una copia di quello registrato appena fosse stato disponibile (mai ricevuta...e francamente io poi me ne sono dimenticata).

 

Ora mi chiedo...ma l’avrà registrato? Posso chiederne copia all’AdE? E se sì, è una cosa semplice? Che dati ci vogliono per richiederlo?

 

Inoltre, il canone di affitto reale che ho sempre (puntualmente) pagato dal 2007 è di 600 Euro (in contanti per richiesta esplicita della locataria che non voleva rimanessero tracce, però io conservo tutte le ricevute rilasciate dalla locataria), mentre alla stesura del contratto la locataria mi ha chiesto se potevamo dichiarare sul contratto una cifra inferiore (circa 400 Euro).

 

Io ingenuamente non ho opposto resistenza e ho accettato.

Lo so, avrei dovuto rifiutare di assecondare questi giochetti della locataria, ma mi aveva fatto capire che aveva altri interessati all’appartamento e che questa era una sorta di condizione necessaria. Io mi trovavo in una situazione di difficoltà ed urgenza ed ho accettato…

 

Se adesso denunciassi la cosa all’AdE a cosa andrei incontro? Dovrei pagare anch’io una multa?

 

Lo chiedo soprattutto per tutelarmi nel caso voglia fare la furba inventandosi chissà quali danni e tenendosi la cauzione di ben 3 mesi (1800 Euro).

 

Per ora è tutto, almeno su questo argomento "contratto"... grazie in anticipo a tutti coloro che vorranno rispondermi e scusate l'uso di termini poco tecnici...ma come detto non ho molta familiarità con queste cose...

 

Grazie!

Ciao Tux, grazie del tuo rapido commento e dell'utile link!

 

Circa le ricevute, in effetti trattasi di semplice modulino prestampato come "Ricevuta N°---" (il numero ovviamente è lasciato in bianco) con importo e causale ("affitto mese gennaio", febbraio, etc). Niente bolli, niente tibri...solo data, firma, causale, importo.

 

Attendo altri commenti...grazie mille ancora!!

Lilla

Per sapere se il tuo contratto è stato registrato devi recarti all'Ade fornendo semplicemente i tuoi dati anagrafici e quelli del locatore. A differenza di quest'ultimo, tu non rischi direttamente, se non per la solidarietà che ti coinvolge nel pagamento dell'imposta di registro (se inevasa totalmente o parzialmente lo scoprirai tu). Per limitare i danni tributari, ed ottenere indubbi vantaggi civilistici, se non avessi dato disdetta, avresti potuto provvedere in proprio, denunciando verbalmente (non è necessario un atto scritto) alle Entrate un contratto per un importo inferiore a quello effettivo: dal momento della registrazione o regolarizzazione, sarebbe decorso un nuovo periodo di 4 anni (prorogabile) con canone fissato in misura pari solo al triplo della rendita catastale + salatissime sanzioni tributarie a carico del mendace locatore per omessa o infedele dichiarazione dei redditi.

 

Modificato Da - Misterytrain il 05 Ago 2012 23:36:56

 

Modificato Da - Misterytrain il 05 Ago 2012 23:38:23

Ciao Misterytrain, grazie delle info!

 

Quindi se ho capito bene, richiedere una copia del contratto (sempre che sia registrato) è un mio diritto e bastano i dati del locatario, giusto?

 

E se una volta all AdE io dovessi scoprire che il contratto non è depositato?? Non sono tenuta immediatamente a denunciare la cosa, vero? Oppure sì?

 

Vorrei saperlo con certezza perché non ho ancora deciso come muovermi con la locataria non vorrei che la mia richiesta di contratto mi obblighi ineluttabilmente a intraprendere una procedura di denuncia...

 

Grazie in anticipo per i commenti, buona giornata!

Una volta preso atto del difetto di registrazione, spetta a te, in quanto diretto interessato, segnalare (o meno) all'Ade, in conformità a quanto previsto dalla legge, la mancata o errata registrazione.

il fatto che il contratto sia svanito potrebbe essere solo da imputare alla fotocopia fatta su carta termica....non credo la padrona di casa sia Silvan!!

Scritto da esteb il 08 Ago 2012 - 12:04:59: il fatto che il contratto sia svanito potrebbe essere solo da imputare alla fotocopia fatta su carta termica....non credo la padrona di casa sia Silvan!
Il mio modo di dire "Silvan", era per evidenziare che un contratto dovrebbe durare nel tempo e non essere scritto su carta sensibile e/o inchiostro simpatico, comunque tutto può essere, ma le firme e per la registrazione obbligatoria?

Scritto da esteb il 08 Ago 2012 - 12:04:59: il contratto sia svanito potrebbe essere solo da imputare alla fotocopia fatta su carta termica....
In effetti potrebbe essere una spiegazione logica, magari copie fatte con un FAX dato che quelli che usano la carta a rotolo ce ne sono ancora in giro (mentre le fotocopiatrici classiche credo che non usino più la carta termica da almeno una cinquantina d'anni oramai)

 

Tornando sul discorso della regolarità del contratto del nostro amico OP, l'unica certezza ce la potrebbe dare l'impiegato dello sportello AdE, al quale si chiederà se al codice fiscale dell'inquiino LILLALELY sia associato, oppure non sia associato, un qualche contratto di locazione.

 

Com ecomportarsi se scoprisse che mai nessun contratto è stato registrato per quell'inquilino, sta ai rapporti tra le parti.

(potrebbe fare la famosa denuncia per evasione del nero uscita fuori contemporaneamente alla cedolare secca, e farebbe molto male al proprietario)

Ps: per tuxx, qul link cha hai indicato a tutelati.it, a dire il vero riporta alcune indicazioni ancora attuali, ma purtroppo altre indicazioni sono oramai obsolete.

Scritto da caval il 08 Ago 2012 - 16:49:32: Ps: per tuxx, qul link cha hai indicato a tutelati, a dire il vero riporta alcune indicazioni ancora attuali, ma purtroppo altre indicazioni sono oramai obsolete.
Forse è vero quello che dici, comunque quello che volevo far presente era che il contratto va registrato, o dal proprietario o dall'inquilino e che le ricevute dei pagamenti vanno bollate da 1.81 euro.

Speriamo che tutelati.it aggiorni presto il link, perchè io non ho altri riferimenti pratici come quello e probabilmente se tornerò a commentare qualche norma sulla locazione farò nuovamente riferimento a quel link.

p.s. se ne hai uno più aggiornato fammelo sapere. Grazie.

Scritto da caval il 09 Ago 2012 - 00:59:14: E' vero, quella pagina del sito di tutelati . it era una pagina ben fatta e ricca di informazioni, (al momento in cui la fecero).

...

purtroppo non saprei indicarne una alternativa diversa che sia altrettanto completa ed al contempo anche aggiornata costantemente...

bisogna arrangiarci... all'italiana...

Ok, grazie comunque, per cui se eventualmente nei prossimi topic, citerò Tutelati.it e ci sarà qualche aggiornamento da far notare, mi correggerai , specialmente nella parte fiscale, dove io cerco di non rispondere, perchè come ho detto nella mia prima risposta, non sono ferrato.

 

Modificato Da - tuxx il 09 Ago 2012 06:45:40

×