Vai al contenuto
Bernando

Contratti stipulati da vecchio amministratore.

Salve nel caso di contratti stipulati dal vecchio amministratore, con la nomina del nuovo amministratore questi sono ancora validi?

I contratti sono stipulati dal Condominio, non dall'amministratore e quindi sono validi e continuano fino alla loro scadenza. In pratica però quando subentra un nuovo amministratore, secondo me ha l'obbligo di valutare se le ditte fanno bene il loro lavoro ed eventualmente, sentiti i condomini in assemblea, può inviare delle disdette e chiamare alle manutenzioni altre ditte. In alcuni condomini questo compito viene lasciato all'amministratore mentre in altri è di stretta competenza dell'assemblea.

I contratti sono stipulati dal Condominio, non dall'amministratore e quindi sono validi e continuano fino alla loro scadenza. In pratica però quando subentra un nuovo amministratore, secondo me ha l'obbligo di valutare se le ditte fanno bene il loro lavoro ed eventualmente, sentiti i condomini in assemblea, può inviare delle disdette e chiamare alle manutenzioni altre ditte. In alcuni condomini questo compito viene lasciato all'amministratore mentre in altri è di stretta competenza dell'assemblea.

in "alcuni condomini" sbagliano di grosso.

in "altri condomini" fanno ciò che deve essere fatto.

🙂

Anche se sbagliano di grosso, stabiliscono il tetto di spesa nel preventivo, il più delle volte cercano di tirare sul prezzo e per delibera assembleare lasciano scegliere all'amministratore di cui si fidano, a chi affidare, magari la scelta della ditta delle pulizie o la manutenzione del giardino sulla base della sua conoscenza e della sua esperienza.

Lo sbaglio grosso è quando gli amministratori prendono accordi con una ditta e ne diventano "patner " fissi o peggio ancora quando gli amministratori stessi costituiscono delle società alle quali poi affidano la maggior parte dei lavori senza che i condomini siano consapevoli di questo traffico.

Questo è il Grosso sbaglio.

×