Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Cromasemicroma

Conto corrente condominiale - attualmente viene gestito da un condòmino che vi abita e fa transitare tutte le spese sul proprietario conto personale

Salve, vorrei chiedervi se un piccolo condominio di sole 5 unità abitative ha ugualmente l' obbligo di avere un conto corrente condominiale. Attualmente viene gestito da un condòmino che vi abita e fa transitare tutte le spese sul proprio conto personale.

Grazie dell' aiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se non c'è l'amministratore il C/C condominiale non è obbligatorio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve, vorrei chiedervi se un piccolo condominio di sole 5 unità abitative ha ugualmente l' obbligo di avere un conto corrente condominiale. Attualmente viene gestito da un condòmino che vi abita e fa transitare tutte le spese sul proprio conto personale.

Grazie dell' aiuto.

non ne avete l'obbligo non essendoci l'amministratore, ma eviterei di mischiare soldi propri con soldi comuni.

anche perchè qualcuno (fisco) potrebbe chiedere al privato il motivo di tutte quelle movimentazioni ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L' amministratore come dicevo è un condòmino che abita nello stabile, ma sul codice fiscale del condominio risulta essere ancora un precedente amministratore non più in carica.

Il condòmino che svolge attualmente l' incarico non ha cambiato il legale rappresentante sul cod. fiscale del condominio. Cambia qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L' amministratore come dicevo è un condòmino che abita nello stabile, ma sul codice fiscale del condominio risulta essere ancora un precedente amministratore non più in carica.

Il condòmino che svolge attualmente l' incarico non ha cambiato il legale rappresentante sul cod. fiscale del condominio. Cambia qualcosa?

Quello che conta è ciò che è stato deliberato in assemblea:

 

1) Se avete deliberato l'autogestione, il condòmino che incassa i soldi non è amministratore e può fare le stesse cose che può fare ciascuno di voi, così come tutti voi, in solido, siete responsabili di eventuali violazioni di Legge.

 

2) Se avete nominato amministratore un condòmino (come sono io amministratore interno), l'amministratore, pur essendo un condòmino, ha le stesse responsabilità e gli stessi obblighi di un amministratore professionista, tra cui anche l'obbligo di apire un c/c intestato al condominio e farvi transitare tutto il denaro in entgrata e in uscita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L' amministratore come dicevo è un condòmino che abita nello stabile, ...
Non l'avevi detto nel 1° post che il condomino gestore del condominio è l'amministratore, e questo cambia tutto, allora SI che deve esserci un C/C condominiale dove l'amministratore è obbligato a far transitare tutte le somme in entrata ed uscita, è previsto dall'art. 1129 cc (inderogabile).

- L'amministratore è obbligato a far transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio, su uno specifico conto corrente, postale o bancario, intestato al condominio; ciascun condomino, per il tramite dell'amministratore, può chiedere di prendere visione ed estrarre copia, a proprie spese, della rendicontazione periodica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L' amministratore come dicevo è un condòmino che abita nello stabile, ma sul codice fiscale del condominio risulta essere ancora un precedente amministratore non più in carica.

Il condòmino che svolge attualmente l' incarico non ha cambiato il legale rappresentante sul cod. fiscale del condominio. Cambia qualcosa?

devi essere più chiaro: prima c'era un amministratore regolarmente nominato dall'assemblea ed ora è stato sostituito ?

 

la sostituzione è avvenuta con nomina di un nuovo amministratore (condòmino dello stabile) o è avvenuta con la sola nomina di un incaricato (visto che non avete l'obbligo dell'amministratore) ?

 

le cose cambiano radicalmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L' amministratore come dicevo è un condòmino che abita nello stabile, ma sul codice fiscale del condominio risulta essere ancora un precedente amministratore non più in carica.

Il condòmino che svolge attualmente l' incarico non ha cambiato il legale rappresentante sul cod. fiscale del condominio. Cambia qualcosa?

All'atto di nomina del condomino come nuovo amministratore del condominio DOVEVA comunicare il cambio d'amministratore all'Agenzia delle Entrate.

Non l'ha fatto ed è in errore !!! DOVREBBE prendere la copia del verbale di nomina e recarsi presso la competente sede dell'Agenzia delle Entrate e porre rimedio alla situazione incorretta.

E' sicuro che verrà multato ma, se l'assemblea condominiale deliberasse di ripartire, tra tutti i condomini, l'entità della multa emessa dall'Agenzia delle Entrate, sarebbe tutto a posto.

Inoltre, per aprire (come da obbligo di legge) un c/c condominiale E' CERTO CHE LA BANCA O LA POSTA, chiedano di allegare alla documentazione richiesta per l'apertura del c/c stesso... UNA COPIA DEL VERBALE DI NOMINA e la copia della richiesta di cambio amministratore presentata all'Agenzia delle Entrate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×