Vai al contenuto
MSAMMIMM

Contestazione su parcella avvocato per solleciti inviati

Può un amministratore incaricare un legale nell'inviare lettere di sollecito per dei saldi MAI approvati in sede assembleare?

E di conseguenza, è lecito contestare il pagamento della relativa parcella dell'avvocato per il servizio svolto?

Grazie a chi risponderà.

Può un amministratore incaricare un legale nell'inviare lettere di sollecito per dei saldi MAI approvati in sede assembleare?

E di conseguenza, è lecito contestare il pagamento della relativa parcella dell'avvocato per il servizio svolto?

Grazie a chi risponderà.

L'amministratore non può chiedere somme non deliberate.

Se ha incaricato un avvocato in qualità di legale rappresentante del condominio, l'avvocato va pagato da tutti i condòmini per millesimi di proprietà, altrimenti l'avvocato farà decreto ingiuntivo al condominio.

L'assemblea può rivalersi sull'amministratore per responsabilità professionale.

Potreste anche aspettare il decreto ingiuntivo dell'avvocato e poi rivalervi di tutte le spese sostenute, comprese quelle di giudizio, contro l'amministratore.

 

Ma sei tu l'amministratore in questione?

No io sono il subentrante che si trova a dover gestire la questione con questo avvocato che ad oggi è stato pagato solo parzialmente e che ora "minaccia" azioni legali per il recupero del credito che però a quanto mi sembra di capire, mi confermate essere in qualche modo "illegittimo"...

No io sono il subentrante che si trova a dover gestire la questione con questo avvocato che ad oggi è stato pagato solo parzialmente e che ora "minaccia" azioni legali per il recupero del credito che però a quanto mi sembra di capire, mi confermate essere in qualche modo "illegittimo"...

L'azione legale dell'avvocato è legittima perchè lui ha svolto un lavoro per il condominio, ordinato per il tramite del suo legale rappresentante che è l'amministratore pro-tempore.

 

Se avete sentore che avvocato ed ex amministratore siano "pappa e ciccia" potete ribattere all'avvocato che si faccia pagare dall'ex amministratore oppure che faccia azione legale in modo che poi possiate fare azione di rivalsa verso l'ex amministratore per responsabilità professionale.

Se avvocato ed ex amministratore sono "pappa e ciccia", l'avvocato ci sta provando ma non metterà certamente nei guai il suo "compare".

Salve, ma il mandatario prima di intraprendere la strada legale non dovrebbe sollecitare il condominio in modo civile e professionale?

Salve, ma il mandatario prima di intraprendere la strada legale non dovrebbe sollecitare il condominio in modo civile e professionale?

Il mandatario deve agire in modo professionale ma ha comunque ricevuto il mandato dal mandante per cui il mandante risponde dei danni compiuti dal mandatario e poi si rivale per la responsabilià professionale.

L'avvocato ha ricevuto un incarico da una persona che agisce in nome e per conto del condominio per cui l'avvocato va pagato.

Se il condominio non condivide l'operato di colui al quale ha dato mandato di agire in nome e per conto del condominio, che colpa ne ha l'avvocato?

Salve, certo l'avv.to non c'entra. E il mandatario che doveva comportarsi diversamente a mio parere.

×