Vai al contenuto
Amministratore AB

Conteggio presenze a mezzo delega

Nel caso di un condomino proprietario di un'unità immobiliare e comproprietario nel medesimo condominio di un'altra unità immobiliare, la delega da lui conferita (una sola) vale automaticamente (cioè senza alcuna specifica) per entrambe le unità e quindi contare due teste e la somma dei relativi millesimi? E laddove valesse solo per una delle due proprietà, non essendo specificato, è a discrezione dell'amministratore optare per l'unità immobiliare con il maggior peso in termini di millesimi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La delega vale per tutte le proprietà, però nel caso specifico che il delegante sia comproprietario di una u.i. se presente anche l'altro comproprietario, delegato e comproprietario si dovranno mettere d'accordo su chi dei due rappresenterà quella u.i.

Per l'altra in cui il delegante è proprietario esclusivo il delegato lo rappresenterà in tutto e per tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nel caso di un condomino proprietario di un'unità immobiliare e comproprietario nel medesimo condominio di un'altra unità immobiliare, la delega da lui conferita (una sola) vale automaticamente (cioè senza alcuna specifica) per entrambe le unità e quindi contare due teste e la somma dei relativi millesimi? E laddove valesse solo per una delle due proprietà, non essendo specificato, è a discrezione dell'amministratore optare per l'unità immobiliare con il maggior peso in termini di millesimi?

Essendo le due proprietà intestate a due soggetti diversi (una proprietà del sig. X ed una dei sig. X+Y) se in assemblea si presenta solo il sig. X dovrà essere lui ad indicare al Presidente quali condòmini vuole rappresentare.

 

Il condòmino X ha le seguenti possibilità:

1) Rappresenta X e XY. In tal caso esprimerà 2 voti (anche diversi) con i relativi millesimi.

2) Rappresenta solo X. In tal caso avrà diritto ad 1 solo voto rappresentante i millesimi di X ed il condòmino XY risulterà assente.

3) Rappresenta solo il condòmino XY. In tal caso avrà diritto ad 1 solo voto rappresentante i millesimi di XY ed il condòmino X risulterà assente.

 

Il condòmino X ha diritto a delegare per tutte le sue proprietà.

Se nulla è specificato e non ci sono deleghe del condòmino XY, la delega che il condòmino X rilascia per essere rappresentato, a mio avviso vale per tutte le sue proprietà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
2) Rappresenta solo X. In tal caso avrà diritto ad 1 solo voto rappresentante i millesimi di X ed il condòmino XY risulterà assente.

3) Rappresenta solo il condòmino XY. In tal caso avrà diritto ad 1 solo voto rappresentante i millesimi di XY ed il condòmino X risulterà assente.

Scusa Leonardo ma non credo che un condomino presente in assemblea possa essere dichiarato assente per sua volontà, al massimo il condomino presente in assemblea potrà votare astenuto.

Di sua volontà per essere assente non deve neppure andarci all'assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scusa Leonardo ma non credo che un condomino presente in assemblea possa essere dichiarato assente per sua volontà, al massimo il condomino presente in assemblea potrà votare astenuto.

Di sua volontà per essere assente non deve neppure andarci all'assemblea.

Perhè no?

Se io sono proprietario del mio appartamento + metà del tuo, chi mi vieta di andare in assemblea e dichiarare che rappresento solo me stesso e non il condòmino Leonardo/Tullio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

quindi se una unità è in comproprietà e i comproprietari sono discordi su un punto all'odg e intervengono entrambi all'assemblea per far valere il proprio voto (uno contrario all'altro), il presidente chi accetterà dei due ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
quindi se una unità è in comproprietà e i comproprietari sono discordi su un punto all'odg e intervengono entrambi all'assemblea per far valere il proprio voto (uno contrario all'altro), il presidente chi accetterà dei due ?
Se i due (o più) comproprietari sono presenti in assemblea devono decidere tra loro all'inizio d'assemblea chi di loro sarà il rappresentante;

 

Dacc art 67

- Qualora un'unita' immobiliare appartenga in proprieta' indivisa a piu' persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che e' designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice.

Prima della modifica del Codice Civile (in vigore dal 18.06.13) era il Presidente che a sorteggio sceglieva il rappresentante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
quindi se una unità è in comproprietà e i comproprietari sono discordi su un punto all'odg e intervengono entrambi all'assemblea per far valere il proprio voto (uno contrario all'altro), il presidente chi accetterà dei due ?

Art. 67 c.c.

Qualora un'unità immobiliare appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che è designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice.

Prima della riforma decideva il Presidente per sorteggio.

Ora in caso di disaccordo il rappresentante dei comproprietari dovrà essere designato dal Giudice prima dell'assemblea.

Se ciò non accade il Presidente si limiterà ad annotare la mancata designazione ed a non conteggiare il voto dei comproprietari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Perhè no?

Se io sono proprietario del mio appartamento + metà del tuo, chi mi vieta di andare in assemblea e dichiarare che rappresento solo me stesso e non il condòmino Leonardo/Tullio?

Perchè no?

Semplice perchè se il segretario complice con il Presidente e tutti i presenti scriverà sul verbale il falso, cioè se io, ipotetico segretario, ti vedo in assemblea come posso scrivere che tu sei assente?

Nel caso che hai esposto, semplicemente al momento della scelta del rappresentante accetterai che sia l'altro comproprietario che lo sia, ma tu risulterai presente per l'altra u.i. in tuo possesso.

 

p.s. nel post nr 3 avevi detto che risulti assente, e questo che non si può fare se sei presente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Perchè no?

Semplice perchè se il segretario complice con il Presidente e tutti i presenti scriverà sul verbale il falso, cioè se io, ipotetico segretario, ti vedo in assemblea come posso scrivere che tu sei assente?

Tu Presidente o Segretario non devi verbalizzare la mia assenza ma solo la mia dichiarazione.

 

"Il condòmino Leonardo" dichiara di voler rappresentare soltanto il condòmino Leonardo e non anche il condòmino "Leonardo/Tullio"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Tu Presidente o Segretario non devi verbalizzare la mia assenza ma solo la mia dichiarazione.

 

"Il condòmino Leonardo" dichiara di voler rappresentare soltanto il condòmino Leonardo e non anche il condòmino "Leonardo/Tullio"

Essendo il Segretario (ipotetico) non posso dichiarare quanto dici perchè tu sei PRESENTE e non ASSENTE, come avevi detto al post nr.3
2) Rappresenta solo X. In tal caso avrà diritto ad 1 solo voto rappresentante i millesimi di X ed il condòmino XY risulterà assente.

3) Rappresenta solo il condòmino XY. In tal caso avrà diritto ad 1 solo voto rappresentante i millesimi di XY ed il condòmino X risulterà assente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Essendo il Segretario (ipotetico) non posso dichiarare quanto dici perchè tu sei PRESENTE e non ASSENTE, come avevi detto al post nr.3

Non devi dichiarare.

Devi solo verbalizzare una MIA dichiarazione della quale mi assumerò le responsabilità.

Se mi viene richiesto, posso anche scrivere di mio pugno la MIA dichiarazione sul verbale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per la dotta disquisizione ....

magari completiamo l'argomento inserendo il discorso "deleghe"

sto dando una occhiata ad una assemblea annullata per scarse presenze in cui osservo che un condomino risulta in possesso di dieci deleghe .....

 

domandina ... non era stato inserito nel nuovo codice un limite di cinque deleghe?

 

altra domandina

 

appartamento dove abita una coppia ... uno solo ne è proprietario ... può essere allontanato il non proprietario (troppo rumoroso) ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

 

domandina ... non era stato inserito nel nuovo codice un limite di cinque deleghe?

Il limite è di 1/5 di teste e millesimi ma solo nei condominii con più di 20 condòmini.

Art. 67 c.c.

Ogni condomino può intervenire all'assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta. Se i condomini sono più di venti, il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale.

appartamento dove abita una coppia ... uno solo ne è proprietario ... può essere allontanato il non proprietario (troppo rumoroso) ?

Certo, gli estranei al condominio possono assistere solo con il consenso unanime dei presenti.

Bisognerà chiederne l'allontanamento al Presidente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie ... chiederò al presidente di allontanare la sua compagna .....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se mi viene richiesto, posso anche scrivere di mio pugno la MIA dichiarazione sul verbale.
L'ho vista solo ora.

 

Come puoi scrivere di tuo pugno una dichiarazione in cui dici di essere assente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'ho vista solo ora.

 

Come puoi scrivere di tuo pugno una dichiarazione in cui dici di essere assente?

Art. 67 c.c.

Qualora un'unità immobiliare appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che è designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice

Scriverei questa dichiarazione:

"Io sottoscritto..... dichiaro di essere presente quale rappresentante dell'unità immobiliare di mia proprietà esclusiva.

Per l'unità immobiliare di cui sono comproprietario, a norma dell'art. 1106 i comproprietari hanno designato quale rappresentante il comproprietario Tizio (che se non si presenterà risulterà assente) e pertanto tale unità non può essere da me rappresentata."

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io sostituirei "non puo' essere da me rappresentata " con " non sara' da me rappresentata "

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Io sostituirei "non puo' essere da me rappresentata " con " non sara' da me rappresentata "

Certo, l'ho buttata lì ma il concetto rimane. 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scriverei questa dichiarazione:

"Io sottoscritto..... dichiaro di essere presente quale rappresentante dell'unità immobiliare di mia proprietà esclusiva.

Per l'unità immobiliare di cui sono comproprietario, a norma dell'art. 1106 i comproprietari hanno designato quale rappresentante il comproprietario Tizio (che se non si presenterà risulterà assente) e pertanto tale unità non può essere da me rappresentata."

Comunque risulterai presente in assemblea e non assente come avevi scritto
3) Rappresenta solo il condòmino XY. In tal caso avrà diritto ad 1 solo voto rappresentante i millesimi di XY ed il condòmino X risulterà assente.
Visto che sei presente (e l'altro comproprietario assente), data la tua dichiarazione scritta di tuo pugno, potrai astenerti dal voto per l'unità in cui sei comproprietario, anzi se io fossi presidente scriverei proprio "astenuto" se ti rifiuti di votare, oppure "si rifiuta di votare" e non "assente", altrimenti dichiarerei il falso davanti a dei testimoni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×