Vai al contenuto
Noa

Contatori di calore e/o ripartitori di calore ?

Buonasera a tutti.

Com'è noto in Lombardia tutti i condominii con riscaldamento centralizzato dovranno installare entro l'agosto 2014 (salvo nuove disposizioni o proroghe), le valvole termostatiche e i dispositivi per la contabilizzazione del calore.

Per quanto mi riguarda l'argomento è piuttosto ostico e quindi rivolgo a voi esperti alcuni miei quesiti.

 

- La data ultima per l'installazione del 31 agosto 2014, di fatto per tutti gli impianti centralizzati, vi risulta corretta?

 

- Negli appartamenti con impiati di distribuzione del riscaldamento a zona, viene raccomandato/consigliato l'uso di un unico contatore di calore. corretto?

 

- Nelle condizione del punto sopra, è possibile avere degli appartamenti che utilizzano un unico contatore di calore e altri che installano un ripartitore di calore ogni calorifero? Questa ultima eventualità, potrebbe essere dovuta da opere murarie ritenute eccessive/complicate. Nel caso il mix sia possibile, si deve installare qualche altro dispositivo aggiunto nella caldaia?

 

-Esiste o esiterà nella normativa la possibilità di applicare dei coefficienti corretivi ai costi per le spese di riscaldamento, che gli utenti dei primi e degli ultimi piani subiranno, probabilmente, anche in modo sostanzionso ?

 

Ringrazio tutti per le vostre risposte.

 

 

-

Risposte:

1. non so

2. si, in quanto più economico e semplice rispetto ai ripartitori di calore, a condizione che ciò sia tecnicamente possibile, cioè l'acqua calda in entrata ed in uscita dell'appartamento deve passare attraverso tubi dedicati (il contatore misurerà per differenza le calorie consumate)

3. Il mix è chiaramente possibile. L'installazione di dispositivi wireless o a filo avverrà a cura dell'installatore se necessari, sia nel vano scale ed eventualmente nel vano caldaie

4. non mi risulta una normativa di legge a riguardo. Decide l'assemblea. Le modalità di ripartizione sono essenzialmente due:

- conteggio delle calorie totali, conteggio delle calorie dei singoli appartamenti, ripartizione delle calorie non conteggiate (disperse nell'impianto/condominio), fra tutti i condomini in base a millesimi di riscaldamento (di solito calcolati in base ai mq degli appartamenti) Normativa Uni 10200

- conteggio delle calorie totali, imposizione di una % es. 20% quali calorie disperse nel condominio (% scelta dall'assemblea in base ad una perizia tecnica), ripartizione delle restanti calorie in proporzione agli effettivi consumi di ciascun condominio

- c'è infine una terza variante che prevede di "smussare" i consumi calorici dei piani terra e degli ultimi piani.

Personalmente sono a favore della prima modalità, piuttosto che della seconda e della terza.

 

- - - Aggiornato - - -

 

aggiungo questo link di sicuro interesse:

 

--link_rimosso--

Buonasera a tutti.

Com'è noto in Lombardia tutti i condominii con riscaldamento centralizzato dovranno installare entro l'agosto 2014 (salvo nuove disposizioni o proroghe), le valvole termostatiche e i dispositivi per la contabilizzazione del calore.

Per quanto mi riguarda l'argomento è piuttosto ostico e quindi rivolgo a voi esperti alcuni miei quesiti.

 

- La data ultima per l'installazione del 31 agosto 2014, di fatto per tutti gli impianti centralizzati, vi risulta corretta?

 

- Negli appartamenti con impiati di distribuzione del riscaldamento a zona, viene raccomandato/consigliato l'uso di un unico contatore di calore. corretto?

 

- Nelle condizione del punto sopra, è possibile avere degli appartamenti che utilizzano un unico contatore di calore e altri che installano un ripartitore di calore ogni calorifero? Questa ultima eventualità, potrebbe essere dovuta da opere murarie ritenute eccessive/complicate. Nel caso il mix sia possibile, si deve installare qualche altro dispositivo aggiunto nella caldaia?

 

-Esiste o esiterà nella normativa la possibilità di applicare dei coefficienti corretivi ai costi per le spese di riscaldamento, che gli utenti dei primi e degli ultimi piani subiranno, probabilmente, anche in modo sostanzionso ?

 

Ringrazio tutti per le vostre risposte.

 

 

-

Buongiorno,

provo a dare la mia opinione in punti successivi:

1) la data di ultimazione dipende dall'Ente Locale di Controllo, quindi è necessario valutare di caso in caso

2) si, ma consigliato con utilizzo di termostatiche alle utenze ove possibile

3) non esiste possibilità di confronto tra le unità termiche dei ripartitori e i kWh misurati dai contatori, quindi non è possibile la coesistenza dei due sistemi (a meno che il ripartitore non si installi con contatore di zona, ma servirebbe solo alla zona)

4)Non esiste alcun correttivo alle misure dei ripartori. A tale proposito è utile rammentare che le spese di isolamento termico piani estremi sono a livello condominiale, quindi gradite. La ripartizione di calore è inserita in in sistema edificio-impianto, come tale va "ragionata". In ogni caso non sarei tanto sicuro che l'aggravio di spesa dei piani estremi sia notevole, sono a conoscenza di più casi ove la spesa è divenuta minore alle precedente.

Prima di tutto un grazie ad entrambi (francescogmb e nanojoule) per i vostri graditi pareri. Sono stato un lungo periodo senza visionare il forum e quindi mi scuso per il ritardo.

 

Evidenzio quindi quanto segue:

 

1) Mi è stato riferito dall'amministratore che in seguito ad un nuovo provvedimento della regione Lombardia, che ha sospseso il pagamento della penale per chi non provvedesse a installare un sistema di contabilizzatore del calore utilizzato nei singoli appartamenti, ha di fatto slittato l'obbligo della sua installazione fino al 2016.

 

2) A riguardo l'installazione di un unico contatore di calore per appartamento (nel caso di distribuzione a zona e non a colonna) ai fini della contabilizzazione del calore effettivamente utilizzato, si potrebbe approfondire meglio le eventuali problematiche e soluzioni tecniche possibili?

L'inserimento del contatore di calore, possibilmente a lettura diretta, senza dispositivi di trasmissione WIFI..., può portare per esempio problemi di sbilanciamento dell'impianto e problemi alle valvole termostatiche a due vie?........etc. etc....

 

Grazie per l'attenzione

Noa

 

Grazie ancora

Prima di tutto un grazie ad entrambi (francescogmb e nanojoule) per i vostri graditi pareri. Sono stato un lungo periodo senza visionare il forum e quindi mi scuso per il ritardo.

 

Evidenzio quindi quanto segue:

 

1) Mi è stato riferito dall'amministratore che in seguito ad un nuovo provvedimento della regione Lombardia, che ha sospseso il pagamento della penale per chi non provvedesse a installare un sistema di contabilizzatore del calore utilizzato nei singoli appartamenti, ha di fatto slittato l'obbligo della sua installazione fino al 2016.

 

2) A riguardo l'installazione di un unico contatore di calore per appartamento (nel caso di distribuzione a zona e non a colonna) ai fini della contabilizzazione del calore effettivamente utilizzato, si potrebbe approfondire meglio le eventuali problematiche e soluzioni tecniche possibili?

L'inserimento del contatore di calore, possibilmente a lettura diretta, senza dispositivi di trasmissione WIFI..., può portare per esempio problemi di sbilanciamento dell'impianto e problemi alle valvole termostatiche a due vie?........etc. etc....

 

Grazie per l'attenzione

Noa

 

Grazie ancora

Buonasera,

punto 1) le sanzioni sono prorogate, ma nion per questo la validità dell'intervento sminuisce.

Punto 2) non vedo alcuna inter azione negativa tra contatore di calore diretto e valvole termostatiche, deve essere chiaramente progettato ad hoc l'impianto per garantire la precisione di misura ed il bilanciamanto idraulico.

1- Sicuramente l'intervento si farà, essendoci più tempo si potrà valutare la migliore soluzione anche economicamente parlado.

2- La caldaia a condensazione è nuova e sono state installate delle nuove pompe ad inverter che dovrebbero assicurare una pressione e un bilanciamento idraulico corretto. Così è stato affermato.

Ritengo comunque che l'argomento sarà ulteriormente ripreso nei prossimi mesi.

Se qualcuno ha suggerimenti o considerazioni ulteriori sull'uso dei contatori di calore diretti (per impianti a zona) è ben accetto.

 

Grazie ancora

Noa

vorrei aggiungere una domanda:

anche nelle palazzine (che hanno impianto centralizzato) con soli 4 appartamenti è obbligatoria la installazione dei ripartitori e contabilizzazione?

vorrei aggiungere una domanda:

anche nelle palazzine (che hanno impianto centralizzato) con soli 4 appartamenti è obbligatoria la installazione dei ripartitori e contabilizzazione?

Buongiorno,

La modifica, o meglio l'integrazione della termo contabilizzazione, é obblioria per i centralizzati esistenti lombardi e piemontesin primi di una futura lunga serie,

Non lo vedrei solo. Come oggligo, ma soprattuto importante intervento per ridurre i consumi.

×