Vai al contenuto
stipe76

Contatori d'acqua

in merito all'istallazione dei contatori d'acqua se l'assemblea è contraria un condomino puo istallare il contatore di sottrazione e pagare in base ai consumi o il riparto verrà fatto per millessimi?

No. La giurisprudenza  di merito è piuttosto concorde nell’affermare il diritto di ciascun condòmino di pagare il consumo dell’acqua in base ai consumi reali e non in base ai millesimi (unico riparto legale se non esiste una norma di un RdC contrattuale che disponga una ripartizione convenzionale differente). Quindi se farai installare a tue spese un contatore individuale potrai esigere di pagare in base al consumo effettivo.

Modificato da bilbetto
  • Mi piace 1

Giusto, mi sembra semplice e logico che ciascun condomino paghi l'acqua in base al proprio consumo! Ed ancora sarebbe giusto suddividere il riparto della spesa in base anche alle varie fasce di costo al mc. Diversamente chi consuma una quantità di fascia base/sociale, pagherebbe una somma alta ogni mc ed invece chi ha consumi elevati verrebbe ad usufruire dei prezzi delle fasce basse di costo/mc (vedere fasce di costo al mc sulla fattura). Occorre anche vedere sulla fattura intestata al condominio se è registrato il numero dei condomini. Ciò perché i mc per ogni fascia di costo debbono essere estesi dal fornitore per il num. dei condomini. Es. fascia base = 20mc se vi sono 15 condomini, la fatturazione deve prevedere 300 mc in fascia base

Modificato da Giannis
aggiunta esempio
Giannis dice:

Giusto, mi sembra semplice e logico che ciascun condomino paghi l'acqua in base al proprio consumo! Ed ancora sarebbe giusto suddividere il riparto della spesa in base anche alle varie fasce di costo al mc. Diversamente chi consuma una quantità di fascia base/sociale, pagherebbe una somma alta ogni mc ed invece chi ha consumi elevati verrebbe ad usufruire dei prezzi delle fasce basse di costo/mc (vedere fasce di costo al mc sulla fattura). Occorre anche vedere sulla fattura intestata al condominio se è registrato il numero dei condomini. Ciò perché i mc per ogni fascia di costo debbono essere estesi dal fornitore per il num. dei condomini. Es. fascia base = 20mc se vi sono 15 condomini, la fatturazione deve prevedere 300 mc in fascia base

un altro particolare ovviamente ci sono dei consumi condominiali come quelle per il lavaggio delle scale senza un contattore di sottrazione per il rubinetto condominiale l'amministratore potrebbe chiedermi un forfeit per queste spese? io se fosse basso potrei acconsentire ma secondo me la soluzione piu' giusta sarebbe che il condominio per quel rubinetto si dotasse anche esso di un contatore di sottrazione per determinare esattamente la spesa?

un altra cosa un amministratore che ripartisse nonostante il contatore di sottrazione chiedendo il pagamento della quota ancora per millessimi la cosa che rilevi giuridici dal punto civile  e penale potrebbe avere ? si lederebbero dei diritti privati imponendo la ripartizione per millesimi anche in presenza di contatore ? imponendo una ripartizione quando da quanto scritto è superata dall'istallazione del contatore

 

Modificato da stipe76

bene visto che ora la ripartizione la fanno dividendo la spesa per unità immobiliare a sto punto non accettero' neanche una ripartizione per millesimi ma mettero' contatore? per quanto riguarda il passato è l'applicazione di questo criterio sbagliato dell'amministratore(ripartizione suddividendo in maniera eguale la spesa tra gli appartamenti) potrei recuperare le somme? 

×