Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
tielle

Contatori acqua.. come fate?

Ciao a tutti, è la prima volta che devo fare le letture dei contatori e non so come regolarmi.

Vediamo la mia situazione: la bolletta viene emessa in base ad un contatore (principale) poi ho 7 ramificazioni, (che ricevono acqua da quello principale) con altrettanti contatori che servono per suddividere i consumi di ogni utente.

 

Spero di esser stato sufficientemente chiaro.

Come posso far quadrare le letture con il consumo della bolletta se non so quando avviene la lettura da parte dell'azienda che fornisce il servizio?

 

Grazie a chi interverrà e buona serata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciao di solito sulla fattura/Bolletta del fornitore acqua deve essere indicato ...la prossima fattura sarà emessa in data xx/xx/xx.

Come accade all' AQP. Tu sei utente AQP??? Nell'approssimarsi di tale data, circa uno-due giorni prima, fai le letture del contatore Generale e dei 7 contatori divisionali. Se puoi comunica alla Società la lettura del Generale (autolettura). Così sarai certo che la lettura che hai fatto sarà quella riportata in fattura. Per certo non troverai riscontro tra le letture dei divisionali e quella del Generale perché sono tarati in modo diverso. Devi solo dividere gli importi presenti in fattura per i mc consumati dai 7 contatori. Le spese fisse le dividi per 7 (moduli contrattuali, canoni acqua e fogna) e dovresti trovare la soluzione al tuo problema. Spero di essere stato di aiuto. Ciao Gianni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si molto chiaro, ti ringrazio dell'aiuto

Ciao Luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ciao di solito sulla fattura/Bolletta del fornitore acqua deve essere indicato ...la prossima fattura sarà emessa in data xx/xx/xx.

Come accade all' AQP. Tu sei utente AQP??? Nell'approssimarsi di tale data, circa uno-due giorni prima, fai le letture del contatore Generale e dei 7 contatori divisionali. Se puoi comunica alla Società la lettura del Generale (autolettura). Così sarai certo che la lettura che hai fatto sarà quella riportata in fattura. Per certo non troverai riscontro tra le letture dei divisionali e quella del Generale perché sono tarati in modo diverso. Devi solo dividere gli importi presenti in fattura per i mc consumati dai 7 contatori. Le spese fisse le dividi per 7 (moduli contrattuali, canoni acqua e fogna) e dovresti trovare la soluzione al tuo problema. Spero di essere stato di aiuto. Ciao Gianni

Si, ma non è il massimo per un condomino.

In questo modo il costo a mc potrebbe discostarsi da quello stabilito dal gestore e non si può fare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si, ma non è il massimo per un condomino.

In questo modo il costo a mc potrebbe discostarsi da quello stabilito dal gestore e non si può fare.

E, per curiosità, come si dovrebbe fare?

Mi interesserebbe saperlo, visto che, per quanto ne sappia io, il metodo più conosciuto è proprio quello.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E, per curiosità, come si dovrebbe fare?

Mi interesserebbe saperlo, visto che, per quanto ne sappia io, il metodo più conosciuto è proprio quello.

Ciao

Io faccio un vero rendiconto annuale dei consumi acqua.

AQP invia una fattura ogni trimestre (4 fatture all'anno) di cui 2 fatture con consumo presunto e 2 fatture con fattura reale.

 

Io, indipendentemente dall'importo della fattura AQP contabilizzo i consumi trimestrali di ciascun condòmino in base alle fasce tariffarie e faccio pagare a ciascun condòmino il suo consumo reale.

Se incasso 800 dal totale dei condòmini ma la fattura totale è 1000 anticipa la cassa del condominio.

Se incasso 1000dal totale dei condòmini ma la fattura totale è 800 l'avanzo va nella cassa del condominio.

 

A fine anno faccio il rendiconto delle 4 fatture pagate ad AQP e quanto è stato effettivamente incassato dai condòmini.

La differenza, in dare o in avere, rappresenta l'eccedenza condominiale che viene ripartita tra i condòmini con il criterio deliberato dall'assemblea che dovrebbe essere in prporzione ai consumi personali ma nel nostro condominio ripartiamo in parti uguali per scelta unanime.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Io faccio un vero rendiconto annuale dei consumi acqua.

AQP invia una fattura ogni trimestre (4 fatture all'anno) di cui 2 fatture con consumo presunto e 2 fatture con fattura reale.

 

Io, indipendentemente dall'importo della fattura AQP contabilizzo i consumi trimestrali di ciascun condòmino in base alle fasce tariffarie e faccio pagare a ciascun condòmino il suo consumo reale.

Se incasso 800 dal totale dei condòmini ma la fattura totale è 1000 anticipa la cassa del condominio.

Se incasso 1000dal totale dei condòmini ma la fattura totale è 800 l'avanzo va nella cassa del condominio.

 

A fine anno faccio il rendiconto delle 4 fatture pagate ad AQP e quanto è stato effettivamente incassato dai condòmini.

La differenza, in dare o in avere, rappresenta l'eccedenza condominiale che viene ripartita tra i condòmini con il criterio deliberato dall'assemblea che dovrebbe essere in prporzione ai consumi personali ma nel nostro condominio ripartiamo in parti uguali per scelta unanime.

Buono!

Se c'è accordo unanime su questo tipo di riparto, va bene.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Intanto grazie a tutti per gli interventi.

Credo che proverò il sistema di leonardo53, se interessa, faro sapere.

ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

io faccio cos': comunico ogni trimestre la lettura del contatore generale. Infatti ogni bolletta mi riporta "lettura Reale" e non stimata o presunta. Pertanto i conteggi sono sviluppati in base al consumo rilevato dal generale e dai divisionali. Siccome le due tipologie di contatori sono tarate in modo differente, non si troverà mai la quadra tra cioè che risulta dal generale e ciò che risulta dai divisionali. Esempio nel mio condominio c'è uno scarto di 9-10 mc e non ci sono perdite o altro. L'AQP ci addebita l'acqua in base a Tariffa Agevolata, Fascia Base e poi le varie fasce di eccedenza. Io divido il costo delle fasce in base ai consumi dei divisionali. E' ovvio che il costo per mc non è quello che prevede l'AQP ma leggermente superiore. Se voi fate i mc. consumati per l'importo di 0,Xxxxx (come da tariffa Aqp) non ottenete l'importo delle singole fasce. Giusto? E poi come fate? Grazie. Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×