Vai al contenuto
alendo

Contabilizzazione indiretta e gestione dei contabilizzatori

Nel mio condominio con riscaldamento a colonne verticali, l'anno scorso sono stati installati ripartitori sui termosifoni e contabilizzatori BMeter RFM. Io sto all'attico e nella ripartizione della spesa vado a spendere il 67% in più dell'anno scorso. Per questo ho chiesto una verifica dei conti. Secondo me possono esserci vari problemi

- i termosifoni sono stati accesi tutte le notti anche se il condominio aveva stabilito una accensione 6-24.

- vorrei controllare la configurazione dei contabilizzatori ed in particolare il periodo di contabilizzazione, io sto a Roma e d'estate è parecchio caldo, i contabilizzatori indiretti mi pare che non misurino le effettive calorie consumate, ma il calore che c'è nella stanza.

- vorrei controllare i coefficienti moltiplicativi che sono stati applicati a tutto il condominio.

 

Quali informazioni ho diritto di chiedere?

Posso fare leggere i contabilizzatori da un'altra ditta? La ditta che fa attualmente la manutenzione ci ha fornito un prospetto contenente solo i tre dati che si leggono dai contabilizzatori. E' possibile fare leggere i contabilizzatori da un'altra ditta? Sono necessari i "codici" (di cui ci ha parlato l'amministratore) per leggere tutti i dati che la ditta attuale non ci ha fornito? Abbiamo diritto di avere questi codici dalla ditta?

 

Entro dicembre verrà un perito per il calcolo dei coefficienti e delle quote fisse sulla base della norma UNI10200, ha senso questo calcolo sulla contabilizzazione indiretta? In pratica stiamo subendo tutti questi nuovi conteggi e già con il conteggio attuale paghiamo il 25% del riscaldamento di tutto il condominio (12 appartamenti su 5 piani e noi stiamo all'attico), è corretto?

 

grazie

se stai in un attico è abbastanza normale spendere molto di più con il metodo della ripartizione, ci sono persone che riportano spese anche doppie/triple rispetto al vecchio calcolo a millesimi, il tutto dovuto a dispersioni che i piani bassi non hanno

Nel mio condominio con riscaldamento a colonne verticali, l'anno scorso sono stati installati ripartitori sui termosifoni e contabilizzatori BMeter RFM. Io sto all'attico e nella ripartizione della spesa vado a spendere il 67% in più dell'anno scorso. Per questo ho chiesto una verifica dei conti. Secondo me possono esserci vari problemi

- i termosifoni sono stati accesi tutte le notti anche se il condominio aveva stabilito una accensione 6-24.

- vorrei controllare la configurazione dei contabilizzatori ed in particolare il periodo di contabilizzazione, io sto a Roma e d'estate è parecchio caldo, i contabilizzatori indiretti mi pare che non misurino le effettive calorie consumate, ma il calore che c'è nella stanza.

- vorrei controllare i coefficienti moltiplicativi che sono stati applicati a tutto il condominio.

 

Quali informazioni ho diritto di chiedere?

Posso fare leggere i contabilizzatori da un'altra ditta? La ditta che fa attualmente la manutenzione ci ha fornito un prospetto contenente solo i tre dati che si leggono dai contabilizzatori. E' possibile fare leggere i contabilizzatori da un'altra ditta? Sono necessari i "codici" (di cui ci ha parlato l'amministratore) per leggere tutti i dati che la ditta attuale non ci ha fornito? Abbiamo diritto di avere questi codici dalla ditta?

 

Entro dicembre verrà un perito per il calcolo dei coefficienti e delle quote fisse sulla base della norma UNI10200, ha senso questo calcolo sulla contabilizzazione indiretta? In pratica stiamo subendo tutti questi nuovi conteggi e già con il conteggio attuale paghiamo il 25% del riscaldamento di tutto il condominio (12 appartamenti su 5 piani e noi stiamo all'attico), è corretto?

 

grazie

putroppo è " la fregatura" della legge uni10200 ... risultato " facciamo pagare quasi tutto ai piani alti e bassi e quasi niente agli altri "

 

Per chi non ha condomini coibentati e sta in alto o in basso spenderà il triplo degli altri ! ed anche io sono uno di quelli !

 

Risultato la maggioranza dei proprietari spenderà molto meno e se ne fregherà di fare lavori di coibentazione a livello condominiale ( solaio, tetto, cappotto, infissi )

 

Per chi si è preso la fregatura :

 

C'è chi si riscalda con altre fonti ( pompe di calore, stufe abusive ecc ecc ) e chiude le valvole!

c'è chi manometterà i ripartitori .. o chi starà al freddo !

Insomma ne vedremo di tutti i colori....

 

Forse mettono dei correttivi nel prossimo aggiornamento della norma.. vedremo

Il problema era a monte. Chi ha comprato l'alloggio era a conoscenza di questi problemi ,d'altronde non ci vuole la scienza a capirlo. I proprietari dovevano muoversi e prevenire da quando lo sono diventati. Eppoi dice sono sempre i soliti furbi che cercano di taroccare.

Il problema era a monte. Chi ha comprato l'alloggio era a conoscenza di questi problemi ,d'altronde non ci vuole la scienza a capirlo. I proprietari dovevano muoversi e prevenire da quando lo sono diventati. Eppoi dice sono sempre i soliti furbi che cercano di taroccare.

ahhh questa è bella ! " era a conoscenza di questi problemi" ?

 

Che si sapeva forse da un paio di anni e basta.... prima nessuno sapeva !!! e quelli che hanno comprato prima che uscisse la norma ??? ma dai che stupidate dici ! in oltre tutti dicevano " ma noooo spenderemo tutti menooo "

 

"Prevenire da quando lo sono diventati" ? cosa significa ? bhaaa

sera , che nelle varie assemblee succedute qualcuno poteva sollevare il problema e trovare la soluzione. Di sicuro se ti trovavi in una posizione non ottimale potevi chiedere anche lo sconto alla persona che ti ha venduto l'immobile motivando le tue giuste ragioni.

sera , che nelle varie assemblee succedute qualcuno poteva sollevare il problema e trovare la soluzione. Di sicuro se ti trovavi in una posizione non ottimale potevi chiedere anche lo sconto alla persona che ti ha venduto l'immobile motivando le tue giuste ragioni.

ma ti rendi conto di cosa affermi....

 

l'appartamento dove abito io l'hanno acquistato i mie genitori nel 1962 e da sempre abbiamo convissuto con temperature molto basse (anche 16 gradi) nelle giornate più gelide, disagio compensato dal fatto di spendere il giusto rispetto ad altri che vivono nel tepore tutto l'anno

 

improvvisamente arriva una legge che mi obbliga a pagare il doppio per stare al freddo, penso sia l'unico caso al mondo dove si paga di più per avere un servizio peggiore

Entro dicembre verrà un perito per il calcolo dei coefficienti e delle quote fisse sulla base della norma UNI10200, ha senso questo calcolo sulla contabilizzazione indiretta? In pratica stiamo subendo tutti questi nuovi conteggi e già con il conteggio attuale paghiamo il 25% del riscaldamento di tutto il condominio (12 appartamenti su 5 piani e noi stiamo all'attico), è corretto?

 

grazie

Con i nuovi millesimi secondo la UNI 10200, piani alti e piani terra saranno ancora più svantaggiati.

 

L'unica alternativa, nei condomini 'vecchi', è quella di farsi attestare da un tecnico che ci sono squilibri di fabbisogno termico tra i vari appartamenti superiori al 50%. In tal caso, si può evitare di applicare la ripartizione secondo la UNI 10200.

ma ti rendi conto di cosa affermi....

 

l'appartamento dove abito io l'hanno acquistato i mie genitori nel 1962 e da sempre abbiamo convissuto con temperature molto basse (anche 16 gradi) nelle giornate più gelide, disagio compensato dal fatto di spendere il giusto rispetto ad altri che vivono nel tepore tutto l'anno

 

improvvisamente arriva una legge che mi obbliga a pagare il doppio per stare al freddo, penso sia l'unico caso al mondo dove si paga di più per avere un servizio peggiore

quoto ff2004, ha perfettamente ragione. Io ho acquistato nel 2014 e già girava la voce dei contacalorie, mi ero informato e nessuno sapeva ancora nulla. Sono andato a chiedere al gestore dell'impianto che mi ha detto " nooooo pagherete tutti di meno ".

Ma leale cosa dici?? rifletti prima di dire stupidate !

 

E la mia vicina che è proprietaria dal 1970 ed ha 80 anni e ha un freddo cane, e tiene le valvole al 5 per avere un pò di caldo? lei poteva saperlo?? ma per piacere !! qui è tutto sbagliato !!!

 

Qui l'unica soluzione è raggirare il sistema, e se si può taroccare tutto il taroccabile!! e se si naviga un pò si trova il modo per farlo ! pagare il doppio per stare appena a 19 gradi o il triplo e chissà cosa per averne 20 !! oppure pagare cmq molto per tenere spento !!!

 

Io in questi giorni tengo spento o accendo solo la sera! ma ho freddoo ! 17 gradi , ma accendo solo l'indispensabile perchè so che spendo il triplo degli altri!! ma pensa a chi è anziano o chi ha bambini piccoli !!!

al contrario chi sta in piani intermedi se ne sbatte altamente di usare le valvole, perchè non paga un cazzo anche se le tiene sempre a manetta !

Con i nuovi millesimi secondo la UNI 10200, piani alti e piani terra saranno ancora più svantaggiati.

 

L'unica alternativa, nei condomini 'vecchi', è quella di farsi attestare da un tecnico che ci sono squilibri di fabbisogno termico tra i vari appartamenti superiori al 50%. In tal caso, si può evitare di applicare la ripartizione secondo la UNI 10200.

si e far decidere all'assemblea :

 

1) quasi tutte le persone non ne capisce una mazza, ed è spaesata non sa più cosa pensare o fare

2) la maggioranza in assemblea è di chi spende poco

3) pagare nuovamente per far rifare i conti

 

non ha senso nulla! unica soluzione TAROCCARE

 

e sei stato proprio tu a dirmi il modo.. credo

Con i nuovi millesimi secondo la UNI 10200, piani alti e piani terra saranno ancora più svantaggiati.

 

L'unica alternativa, nei condomini 'vecchi', è quella di farsi attestare da un tecnico che ci sono squilibri di fabbisogno termico tra i vari appartamenti superiori al 50%. In tal caso, si può evitare di applicare la ripartizione secondo la UNI 10200.

Ok dimmi cosa dovrei fare per cambiare le cose? come mi comporto?

 

Vado da un tecnico a mie spese? lo dico all'amministratore? lo dico in assemblea?

 

si trova il tecnico che rileva gli squilibri del 50%, poi? si ripaga il tecnico, e si vota in assemblea?

 

Ma ti rendi conto che non lo farà mai nessuno? abbiamo speso 1200€ ad appartamento per creare più problemi e disuguaglianze di prima! nessuno a più voglia di rimettere in discussione tutto!

Poi si paga un tecnico( chi?) e la maggioranza capisce che spenderà di più, vota contro e si avrà speso altri soldi e tempo per niente!

A parte che nessuno ci mette più un centesimo, ma anche se fosse così si perderà solo tempo e aumenteranno solo le liti !

https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/

 

- - - Aggiornato - - -

 

https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/

 

- - - Aggiornato - - -

 

https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/

https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/

 

- - - Aggiornato - - -

 

https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/

 

- - - Aggiornato - - -

 

https://edoardobeltrame.com/2017/01/02/la-bufala-dei-ripartitori/

Sarà pure una 'bufala' ma c'è un DATO DI FATTO:

con i contabilizzatori i condòmini sono più attenti (chiudono le valvole quando sono fuori casa o quando c'è meno freddo) e, quindi, SI CONSUMA MENO GAS!!!

×