Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
davide.zinghi

Consigli pratici per un neo amministratore

Buongiorno a tutti. Mi presento: sono Davide, ho 22 anni, laureato in Economia (triennale) e studio alla Sapienza per conseguire la magistrale (specialistica) in Finanza e Assicurazioni.

Mi piacerebbe intraprendere la professione di amministratore di condominio visto che, vivendo a Roma, l'offerta di condomini è abbastanza ampia. Non saprei però da dove iniziare; voi mi consigliate di seguire da subito un corso (se si, quale?) o magari fare prima un po' di esperienza lavorando a fianco di qualche amministratore già affermato?

Nel secondo caso, ci sarebbe qualcuno disposto?

Essendo laureato in Economia, possiedo competenze in materie di Diritto e Contabilità; potrebbe questo essere un vantaggio?

 

Cordiali saluti a tutti,

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sicuramente a ROMA ci sono tanti CONDOMINII (potenziali clienti ) ma ci sono anche tanti AMMINISTRATORI (concorrenti reali ) .

personalmente nella tua situazione opterei per trovare lavoro in altri settori .

 

I laureati in materie economiche trovano lavoro presso banche, assicurazioni, istituti di recupero crediti, multinazionali, organizzazioni internazionali, enti pubblici e privati. Possono svolgere diversi ruoli: amministrativo, contabile, sportellista bancario, addetto alla riscossione, manager, addetto alla gestione del personale. O essere inseriti in diverse aree o settori aziendali: ricerca e selezione del personale, logistica e distribuzione, marketing e comunicazione, area finanza, monitoraggio dati. Ma molte figure professionali stanno nascendo negli ultimi tempi, si tratta di ruoli quali project manager, assistance manager, brand manager, project risk manager.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie della risposta Peppe. Essendo studente avevo pensato ad una professione come l'amministratore di condominio proprio perché consente di gestire il tempo in base alle proprie esigenze, senza turni o orari fissi, a differenza delle professioni che tu hai citato. Inoltre convoglia in se competenze contabili e legali, materie che ho studiato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno a tutti. Mi presento: sono Davide, ho 22 anni, laureato in Economia (triennale) e studio alla Sapienza per conseguire la magistrale (specialistica) in Finanza e Assicurazioni.

Mi piacerebbe intraprendere la professione di amministratore di condominio visto che, vivendo a Roma, l'offerta di condomini è abbastanza ampia. Non saprei però da dove iniziare; voi mi consigliate di seguire da subito un corso (se si, quale?) o magari fare prima un po' di esperienza lavorando a fianco di qualche amministratore già affermato?

Nel secondo caso, ci sarebbe qualcuno disposto?

Essendo laureato in Economia, possiedo competenze in materie di Diritto e Contabilità; potrebbe questo essere un vantaggio?

 

Cordiali saluti a tutti,

Davide

Ciao Davide.

Io svolgo questa professione da non molto tempo e, a mio avviso, considerando la tua giovane età, è un'attività che ti consiglierei di prendere seriamente in considerazione. Ti dico perchè:

1) è una professione che ti da possibilità di sviluppo, sia professionale che economico

2) è una professione che ti consente di avere un ottimo grado di autonomia e tante relazioni. Non so che tipo sei, ma è certamente più interessante che non andare a svolgere uno di quelle attività più "tradizionali" che ti sono state consigliate precedentemente e che ti "costringono" a lavorare in un contesto strutturato e, nella gran parte dei casi, non così ricco di opportunità di sviluppo (economiche e professionali)

3) Ovviamente, ci vuole un tempo di "investimento" durante il quale è difficile acquisire nuovi condomini e, dunque, raggiungere una stabilità economica ma, una volta ottenuti, puoi solo crescere (e molto in alcuni casi)

4) Ti prego, fallo onestamente (so che non c'è bisogno di dirlo visto il tuo approccio che dimostra correttezza e sensibilità). In questo caso, potrai solo essere apprezzato dai condòmini e dalle molte ditte con cui lavorerai

5) Se riesci, comincia a collaborare con uno studio ma NON FOCALIZZARTI SOLO SU QUESTO. Acquisisci tuoi condomini.

6) Fai un corso, cercando di non scegliere necessariamente le associazioni più "consolidate" che ti salassano da un punto di vista economico e, non necessariamente, sono effettivamente le migliori.

 

Io ne ho solo due molto grandi (circa 110 condòmini ognuno) ed 1 piccolo ma se vuoi consigli o vuoi avere qualche sostegno sono qui...

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Risposta molto esaustiva, Leverage. Concordo con tutti i punti da te citati ed è ovvio che punto a svolgere tale attività con professionalità e dedizione. Le tue parole mi hanno dato uno stimolo in più.

Sapresti indicarmi qualche studio in cui collaborare e/o un corso da seguire per formarmi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per quanto riguarda gli studi posso solo dirti di provare a presentarti e vedere che ti propongono...per il corso io l'ho fatto a Roma in ARPE. il corso ti serve per poter rappresentare che hai una sorta di titolo ma non ti aspettare miracoli...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciao Davide,

sono poco più grande di te e con una formazione diversa (ho 28 anni e sono avvocato) ma per certi versi la mia situazione è simile, in quanto anche io sto per approcciare questa professione.

Lavoro in uno studio legale da 4 anni con la consapevolezza , acquisita il primo giorno, che fare l'avvocato non sarebbe stato il lavoro della mia vita. Fortunatamente sono da poco riuscita ad ottenere un part-time per dedicare i pomeriggi alla frequentazione del corso da amministratore e dell'ufficio di mia madre, che si occupa di gestioni condominiali da tutta la vita nello studio fondato da mio nonno ormai 70 anni fa. Ho deciso di fare questa scelta dopo molte riflessioni non solo perchè - al giorno d'oggi - ci vedo una grande opportunità, ma anche perchè che se non fossi io a proseguire l'attività, andrebbe persa.

Sto affrontando il tutto con entusiasmo e quel minimo di timore che penso sia naturale provare ogni volta che ci si trovi a "cambiare strada" .

 

Mi ha fatto piacere e dato fiducia il messaggio positivo di Leverage, che svolge già questa professione, perché ha risposto ad una domanda che avrei potuto porre io.

 

Detto questo...in bocca al lupo!

 

Un saluto

 

m.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno a tutti. Mi presento: sono Davide, ho 22 anni, laureato in Economia (triennale) e studio alla Sapienza per conseguire la magistrale (specialistica) in Finanza e Assicurazioni.

Mi piacerebbe intraprendere la professione di amministratore di condominio visto che, vivendo a Roma, l'offerta di condomini è abbastanza ampia. Non saprei però da dove iniziare; voi mi consigliate di seguire da subito un corso (se si, quale?) o magari fare prima un po' di esperienza lavorando a fianco di qualche amministratore già affermato?

Nel secondo caso, ci sarebbe qualcuno disposto?

Essendo laureato in Economia, possiedo competenze in materie di Diritto e Contabilità; potrebbe questo essere un vantaggio?

 

Cordiali saluti a tutti,

Davide

il corso è obbligatorio

evita quelli on line

e evita quelli che ti obbligano all'iscrizione all'associazione, durante il corso potresti scoprire che è interessante ma non te la senti

scegli il corso con più ore di formazione "interessanti" non quello che costa meno e presso un associazione che ti garantisca formazione costante, abbondante e non sempre a pagamento, studia i loro siti e i loro calendari appuntamenti

 

se ci riesci trova uno studio dove appoggiarti, per imparare e per rimanere, nessuno perde tempo a formare qualcuno che poi intende andarsene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ciao Davide,

sono poco più grande di te e con una formazione diversa (ho 28 anni e sono avvocato) ma per certi versi la mia situazione è simile, in quanto anche io sto per approcciare questa professione.

Lavoro in uno studio legale da 4 anni con la consapevolezza , acquisita il primo giorno, che fare l'avvocato non sarebbe stato il lavoro della mia vita. Fortunatamente sono da poco riuscita ad ottenere un part-time per dedicare i pomeriggi alla frequentazione del corso da amministratore e dell'ufficio di mia madre, che si occupa di gestioni condominiali da tutta la vita nello studio fondato da mio nonno ormai 70 anni fa. Ho deciso di fare questa scelta dopo molte riflessioni non solo perchè - al giorno d'oggi - ci vedo una grande opportunità, ma anche perchè che se non fossi io a proseguire l'attività, andrebbe persa.

Sto affrontando il tutto con entusiasmo e quel minimo di timore che penso sia naturale provare ogni volta che ci si trovi a "cambiare strada" .

 

Mi ha fatto piacere e dato fiducia il messaggio positivo di Leverage, che svolge già questa professione, perché ha risposto ad una domanda che avrei potuto porre io.

 

Detto questo...in bocca al lupo!

 

Un saluto

 

m.

In Bocca al lupo anche a Te Marta...la pratica come legale ti sarà molto utile e, cmq, lavorando nello studio sei tuoi non potrai che far bene!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In Bocca al lupo anche a Te Marta...la pratica come legale ti sarà molto utile e, cmq, lavorando nello studio sei tuoi non potrai che far bene!!!

Grazie, e crepi il lupo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×