Vai al contenuto
leale

Conguaglio attivo e fondo ...

Buon giorno, in caso di vendita di un alloggio, il saldo attivo e la quota raccolta nel tempo del fondo per imprevisti ( non ricordo il termine) come vanno amministrate nel senso che devono essere restituite al proprietario venditore per la sua parte o giacciono ancora sul condominio?

La quota versata per il fondo segue l'immobile. A meno chè non ci sia un accordo tra venditore e acquirente i quali potranno decidere come gestire la quota versata,

Lo stesso dicasi per il saldo attivo.

Quindi la somma accantonata viene recuperata dalla vendita con una postilla.

Viene recuperata ma non dal condominio, bensì aumentando il prezzo di vendita all'acquirente.

 

Ti faccio un esempio:

Se io devo vendere un appartamento per 100mila euro e nel condominio ci ho versato un fondo di duemila euro dirò al'acquirente che mi deve dare 102mila euro perchè gli sto vendendo un appartamento di 100mila euro + un fondo di duemila euro.

 

Da questo accordo privato il condominio ne resta fuori e non restituisce un centesimo a nessuno.

Come chiarito dalla Cassazione con la sentenza 7067/1999, infatti, "il fondo, costituito dai versamenti dei singoli condomini è autonomo per il semplice fatto che è destinato a un fine specifico: la gestione del condominio. Ciò impedisce ai singoli condomini di poter rivendicare le quote versate." In sostanza il fondo cassa segue l'immobile, per cui è ammesso il rimborso delle somme pagate prima della vendita solo se la cifra viene versata da chi ha acquistato l'appartamento. In mancanza di accordo al momento del rogito lei non può pretendere nulla. (16 ottobre 2013)(Finanzarepublica.it)

×