Vai al contenuto
melina83

Conferma amministratore: Posso modificare il compenso?

Salve, volevo sapere se dopo il primo anno di mandato come amministratore condominiale, in sede di riconferma della carica, se posso apportare modifiche al compenso.

Nella fattispecie, lasciando invariato l'importo, vorrei che il compenso attuale fosse calcolato al lordo delle imposte e non al netto come adesso.

Posso richiederlo?

Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.

la variazione al tuo compenso deve essere approvata dall'assemblea, in caso di non approvazione puoi sempre lasciare l'incarico.

Scusate ma ogni anno l'assemblea non deve riconfermare l'amministratore a seguito di presentazione di preventivo??

Grazie.

non è un obbligo ripresentare il preventivo, la riconferma, in genere, è alle stesse condizioni salvo se non diversamente pattuito

Scusate ma ogni anno l'assemblea non deve riconfermare l'amministratore a seguito di presentazione di preventivo??

Grazie.

Certo, ad ogni riconferma l'amministratore deve presentare il suo preventivo dettagliati di compenso, ma nessuno gli vieta o lo obbliga a presentare lo stesso preventivo. E' facoltà dell'amministratore presentare lo stesso preventivo o modificarlo.

 

Art. 1129

...L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta...

Ma deve essere una presentazione formale di preventivo, oppure può bastare anche solo la comunicazione orale??

Melina,

secondo me,visto il caos dominante in ogni assemblea,dove ognuno capisce quello che vuole,devi farlo per iscritto presentando un'offerta,perché devi comunicare anche la % per i lavori straordinari,e anche lì è bene che tu scriva che il compenso per i lavori si intende sul lavoro al netto dell' iva sui lavori stessi.

Poi non credo che in tema di contratti di prestazioni di opera sia sempre ammessa la forma orale.Questo casomai verificalo su internet.

Scusate, ma non basta che venga messo a verbale che si riconferma l'amministratore di condominio per un importo di euro XXX esclusi gli oneri fiscali??

Melina,

secondo me,visto il caos dominante in ogni assemblea,dove ognuno capisce quello che vuole,devi farlo per iscritto presentando un'offerta...

Anche perchè non è un obbligo presentarsi all'assemblea. Come comunichi al condòmino assente se non scrivendo/allegando il preventivo compenso al verbale?

 

Non sono poi rare quelle offerte in preventivo a rischio nullità come quelle in cui si inseriscono spese di sollecito a carico del singolo condòmino anzichè a carico del condominio.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Scusate, ma non basta che venga messo a verbale che si riconferma l'amministratore di condominio per un importo di euro XXX esclusi gli oneri fiscali??

Se scrivi così significa che è omnicomprensivo e siccome ora anche gli obblighi fiscali sono in capo all'amministratore vuol dire che in quella cifra è compreso qualsiasi compenso, compreso la presentazione del 770

Scusate, ma non basta che venga messo a verbale che si riconferma l'amministratore di condominio per un importo di euro XXX esclusi gli oneri fiscali??

" deve specificare analiticamente "

la variazione al tuo compenso deve essere approvata dall'assemblea, in caso di non approvazione puoi sempre lasciare l'incarico.

Io consiglio di portare il tuo preventivo (piu' alto ) e se l'assemblea non conferma il tuo preventivo, farsi NON confermare da loro.

 

perchè? semplice, se ti dimetti ai sensi del Codice Civile (nel caso le tue dimissioni causino danni/disagi al Condominio ) rispondi economicamente dei danni

 

se è l'Assemblea che ti "defenestra" non rispondi di nulla: "loro non ti hanno voluti..." 1727 CC

 

CITARE SEMPRE LEGGI ed articoli per fare sana informazione

×