Vai al contenuto
interior

Condomino non paga le spese e non riceve alcun sollecito dall'amministratore

Condomino non paga le spese per un ammontare ad oggi di 2.600,00, un anno e più che non paga.

In assemblea dice di avere dei problemi e che a dicembre dovrebbe ricevere delle entrate per cui pagherà.....l'amministratore non ha mai inviato sollecito o decreto ingiuntivo...è giusto?

Con la nuova riforma,entro 6 mesi dalla chiusura del bilancio,il debito va sanato.Passato tale periodo l'amministratore se non ha fatto niente,è a rischio.

Prova a leggere il regolamento,se per i ritardatari sono previsti gli interessi.

Grazie. Il regolamento del condominio?

 

- - - Aggiornato - - -

 

a rischio chi? In che senso?

grazie

Nel senso che può essere rimosso, a meno che non sia stato dispensato dall'assemblea a procedere con decreto ingiuntivo.

Nessuna parola in assemblea da parte dell'amministratore, nessun decreto ingiuntivo, niente di niente.

E' stata un'assemblea "pilotata", amministratore d'accordo con altri condomini fra cui questo condomino moroso che peraltro è stato pure votato come consigliere. Sono stata additato come uno che mette "baruffa" ma la realtà è che io controllo i consuntivi e tante cose non mi quadrano tutto qui e in vari mesi ho richiesto spiegazioni di tante cose.

Sono solo contro una banda di gente che per abitalità 40ennale si sente padrone, gente che non paga e gente che non legge i consuntivi.

Mi sto ammalando per questa storia, sono troppo onesto e non voglio farmi mettere i piedi in testa ma ripeto....sono solo.....

Sono solo contro una banda di gente che per abitalità 40ennale si sente padrone, gente che non paga e gente che non legge i consuntivi.

Mi sto ammalando per questa storia, sono troppo onesto e non voglio farmi mettere i piedi in testa ma ripeto....sono solo.....

Purtroppo questo atteggiamento è comune nella gran parte dei condomìni del nostro paese. La 'filosofia' di fondo di molte persone (alquanto irresponsabili) si identifica in frasi del tipo . Inoltre la lentezza della giustizia civile incoraggia certi 'individui' a comportarsi in modo a dir poco inqualificabile.

Chi invece ritiene di essere persona corretta e responsabile deve comunque non farsi intimorire denunciando tutte le irregolarità che si verificano: sia quelle di certi vicini/condòmini che degli amministratori scorretti. Senza con questo farsi scoppiare il fegato.

Grazie Toni45, cercherò di non ammalarmi per questa cosa, il il mio istinto mi farà andrà avanti e soprattutto senza più farne prima parola con nessuno del condominio. Arriverò alla prossima assemblea di gennaio con il mio "malloppo" a sorpresa!

Ma per te denunciare cosa significa, denunciare a chi? Esiste qualcosa al di sopra dell'amministratore, un ente di controllo cui rivolgersi?

Ciao e grazie ancora

Grazie Toni45, cercherò di non ammalarmi per questa cosa, il il mio istinto mi farà andrà avanti e soprattutto senza più farne prima parola con nessuno del condominio. Arriverò alla prossima assemblea di gennaio con il mio "malloppo" a sorpresa!

Ma per te denunciare cosa significa, denunciare a chi? Esiste qualcosa al di sopra dell'amministratore, un ente di controllo cui rivolgersi?

Ciao e grazie ancora

Non è che si deve fare una denuncia alle autorità di polizia. Pe denuncia si deve intendere innanzitutto un'azione legale da intraprendere nei confronti di un amministratore di cui si hanno le prove che non abbia agito correttamente. E quindi provocato certe situazioni di irregolarità/violazioni tali da rendere nocumento a uno o più condòmini. Bisognerebbe, a tal proposito, che tu leggessi bene e con attenzione quanto indicato dalla nuova legge 220/2012 . In particolare tutto ciò che concerne gli articoli 1129 - 1130 - 1130 bis. Proprio per comprendere quali sono le 'irregolarità' e le 'violazioni' per le quali un amministratore può essere (per usare termini pedestri) al Giudice. La cosiddetta "azione di volontaria giurisdizione"; che comunque prevede un certo iter.

Ad ogni buon conto, sarebbe opportuno rivolgersi poi ad un valido legale esperto di questioni condominiali. Proprio per verificare insieme con lui/lei cosa è possibile fare o meno nei confronti di questo amministratore che - a tuo dire - (ed io posso crederti) si sarebbe comportato scorrettamente. Tieni presente che legali esperti in materia li trovi o presso una validissima associazione di Amministratori condominiali (es. Anaci, Anaip, ecc.; in Italia ve ne sono diverse valide, ma pure alcune che non lo sono altrettanto), oppure presso una buona/reputata associazione di (piccoli) proprietari immobiliari.

Quindi, ripeto, non si tratta di scontrarsi direttamente con l'amministratore, ma di informarsi al meglio mediante lettura dei 'passaggi' principali dellla nuova legge e poi valutare con un buon legale cosa si può (o meno) fare. Non bisogna andare all'arrembaggio perchè altrimenti si rischia solamente di spendere soldi e non ottenere risultati. Il tutto dev'essere comunque fatto con prudenza e discrezionalità, senza farne parola con altri condòmini; soprattutto con quelli che tu ritieni che la pensino diversamente da come la pensi tu. Del resto, l'efficacia di un'azione nei confronti di chicchessia è tale quando viene fatta . Sappimi dire. Cordialità (lectbi@tin.it)

Per INTERIOR: Dimostra al giudice le irregolarità commesse dall'amministratore e chiedi la revoca del suo incarico; senz'altro il giudice, dopo aver accertato la veridicità di quanto da te esposto, procederà alla sua revoca che dovrà essere rispettata immediatamente anche nel caso in cui l'assemblea avesse intenzione di riconfermarlo.

E' passato un anno, ieri c'è stata l'assemblea condominiale, la condomina continua a non pagare le spese e come l'anno scorso ha detto la stessa cosa e cioè che sta aspettando un'udienza, non ci potevo credere le stesse identiche frasi dell'anno prima! Con occhi di dispiacere la signora vestita benissimo che si diverte e uso il condominio come una sua proprietà, voleva fare pena a tutti (non a me di certo).

Nel consuntivo discusso in assemblea non c'è scritto nè un sollecito nè un decreto ingiuntivo fatto dall'amministratore a questa persona.

Domanda: è regolare tutto questo? Questa non paga!

Ho il sospetto che l'amministratore faccia il furbetto con questa condomina.....

siamo contenti dell'aggiornamento:rolleyes:, ma voi in assemblea cosa avete fatto a distanza di un anno? avete sollecitato l'amministratore all'eventuale piano di rientro, decreto ingiuntivo etc... avete fatto mettere a verbale le decisioni ?

mettendole a verbale .....

1129

La revoca dell'amministratore può essere deliberata in ogni tempo dall'assemblea, con la

maggioranza prevista per la sua nomina oppure con le modalità previste dal regolamento di

condominio. Può altresì essere disposta dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino

nel caso previsto dal quarto comma dell'articolo 1131, se non rende il conto della gestione, ovvero in

caso di gravi irregolarità.

2) la mancata esecuzione di provvedimenti giudiziari e amministrativi, nonché di deliberazioni

dell'assemblea;

No, la condomina ha ripetuto la storia dello scorso anno punto e basta.

Nessun commento da alcun altro condomino.

Questa è ammanicata con amministratore e condomini con alti millesimi! Così la penso io.

E' stato pure votato che il suo cagnolino appena preso restasse in portineria mentre lei è al lavoro ed è stato accettato.

Il Custode che fa quello che gli pare, ora cucina nel suo alloggio nelle ore di lavoro, tiene il cane e insomma se la spassa... amico della condomina morosa....traete voi le conclusioni...

Io pago le spese e devo accettare questo e altro ancora?

Pochi giorni fa non mi è stata recapitata una Raccomandata A/R perchè il custode, in orario di lavoro, non c'era, come spesso accade!

Ho dovuto andare in posta a ritiramela e l'amministratore manco mi risponde per questa cosa!

Non so a chi rivolgermi, che so, un legale che mi aiuti a tirare le somme dell'elenco che ho fatto di irregolarità sia di denaro (cose scoperte spulciando i vari consuntivi) che di cose pratiche come il custode, ma non conosco nessuno.

E' giunto il momento di tirare fuori le verità.

assolutamente no... l'Anaci non dirime i " conflitti" tra condomini e amministratore , ma solo l'assemblea è deputata a far cessare il "malcostume"

×