Vai al contenuto
pippoduk

Condominio senza amministratore..help!

pippoduk dice:

alla fine della fiera cosa devo fare????

A costo zero non puoi fare proprio niente perchè ammesso che riesci ad ottenere un verbale di inerzia da presentare al Giudice, ed ammesso che a Brescia per presentare il ricorso al Giudice non sia necessario l'avvocato e provveda tu stesso a scrivere, ci sono delle spese fisse che dovrai pagare.
Di sicuro dovrai pagare 98 euro di contributo unificato ed una marca da 27 euro sul ricorso.
Poi, dopo che il Giudice fissa l'udienza dovrai notificare a tutti i condòmini e quindi bisogna fare tante copie autentiche quanti sono i condòmini apponendo una marca da €. 11,63 su ciascuna copia.

Poi dovrai portare le copie all'ufficiale giudiziario per farle notificare, al prezzo medio di circa 10 euro a notifica.
Considerando che devi notificare a 5 condòmini, ci sono circa 250 euro di spese di "cancelleria" che dovrai spendere e che non ti rimborserà nessuno.
Se sei disposto a spendere almeno 250 euro, comincia a mandare raccomandata di convocazione assemblea agli altri condòmini e poi, con il verbale di inerzia dell'assemblea a prendere qualsiasi decisione, fai ricorso al Giudice.

Leonardo53 dice:

A costo zero non puoi fare proprio niente perchè ammesso che riesci ad ottenere un verbale di inerzia da presentare al Giudice, ed ammesso che a Brescia per presentare il ricorso al Giudice non sia necessario l'avvocato e provveda tu stesso a scrivere, ci sono delle spese fisse che dovrai pagare.
Di sicuro dovrai pagare 98 euro di contributo unificato ed una marca da 27 euro sul ricorso.
Poi, dopo che il Giudice fissa l'udienza dovrai notificare a tutti i condòmini e quindi bisogna fare tante copie autentiche quanti sono i condòmini apponendo una marca da €. 11,63 su ciascuna copia.

Poi dovrai portare le copie all'ufficiale giudiziario per farle notificare, al prezzo medio di circa 10 euro a notifica.
Considerando che devi notificare a 5 condòmini, ci sono circa 250 euro di spese di "cancelleria" che dovrai spendere e che non ti rimborserà nessuno.
Se sei disposto a spendere almeno 250 euro, comincia a mandare raccomandata di convocazione assemblea agli altri condòmini e poi, con il verbale di inerzia dell'assemblea a prendere qualsiasi decisione, fai ricorso al Giudice.

azz....allora io intanto ho convocato per domani assemblea , se non mi danno la loro disponibilita' o solo 2 o 3 dei condomini mi da disponibilita' che faccio?

Leonardo53 dice:

 Se sei disposto a spendere almeno 250 euro

Concordo  Il costo totale è tra le 350 e 400 euro

pippoduk dice:

azz....allora io intanto ho convocato per domani assemblea , se non mi danno la loro disponibilita' o solo 2 o 3 dei condomini mi da disponibilita' che faccio?

Ehm hai detto che sai scrivere ma devi imparare anche a leggere attentamente cosa ti viene detto.

Hai letto l'articolo 66 di attuazione del codice civile che ti ho postato al #54?

Se hai convocato l'assemblea per domani hai perso tempo perchè quella convocazione non ha alcun valore.

La convicazione, se non è consegnata a mano con firma per ricevuta, deve essere inviata per raccomandata postale o PEC e deve essere inviata almeno 5 giorni prima della data di prima convocazione.

Eppure quella parte dell'art, 66 te lo avevo pure sottolineato.

Ci riprovo ora:

 

...L’avviso di convocazione, contenente specifica indicazione dell’ordine del giorno, deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data fissata per l’adunanza in prima convocazione, a mezzo di posta raccomandata, posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mano, e deve contenere l’indicazione del luogo e dell’ora della riunione o, se prevista in modalità videoconferenza, della piattaforma elettronica sulla quale si terrà la riunione e l'ora della stessa....

 

  • Haha 1
pippoduk dice:

intanto ho convocato per domani assemblea

E già sei partito col piede sbagliato: la convocazione è a rischio impugnazione dalla tua parte avversa (uno o più tuoi co-condòmini).

Quando si sconsiglia il "fai da te" e si suggerisce l'assistenza legale un perchè ci sarà !

Hai aperto questa discussione martedi 6 aprile, poi adesso dichiari che l'assemblea è convocata per domani sabato 10 aprile: è lapalissiano che non va bene... tutto da rifare... l'assemblea va riconvocata nel rispetto del codice civile.
Altrimenti rischi di sbatterti per niente, per ritrovarti solo con un pugno di mosche 😕

Una corretta convocazione assembleare va così predisposta:

- comunicazione scritta a tutti gli aventi diritto, ovvero  a mezzo Raccomandata AR, o Raccomandata a mano con ricevuta firmata dal destinatario per avvenuta consegna, o fax, o PEC to PEC;

- la convocazione deve pervenire ai destinatari almeno 5 giorni prima della data fissata per la prima convocazione; 

- la convocazione deve contenere data, ora e luogo di prima e seconda convocazione ed OdG degli argomenti posti in esame; se in prima convocazione (cioè sempre)  viene meno il quorum costitutivo si procederà alla celebrazione assembleare in seconda convocazione;
- l'assemblea in seconda convocazione non può tenersi nello stesso giorno dell'assemblea di prima convocazione.

 

L'assenza di uno o più di questi elementi e la non capacità tua di riuscire a dimostrare che tutti i condòmini sono stati compiutamente avvisati nel rispetto della normativa, può divenire motivo di impugnazione di fronte al giudice per rendere le delibere di quella assemblea annullabili.

Ops...
Scusami  @Leonardo53 se mi sono sovrapposto a te.

Stavamo rispondendo contemporaneamente

 

albano59 dice:

Scusami  @Leonardo53 se mi sono sovrapposto a te.

Stavamo rispondendo contemporaneamente 

Ma ti pare?

Due risposte sono meglio di uno 😂

albano59 dice:

E già sei partito col piede sbagliato: la convocazione è a rischio impugnazione dalla tua parte avversa (uno o più tuoi co-condòmini).

Quando si sconsiglia il "fai da te" e si suggerisce l'assistenza legale un perchè ci sarà !

Hai aperto questa discussione martedi 6 aprile, poi adesso dichiari che l'assemblea è convocata per domani sabato 10 aprile: è lapalissiano che non va bene... tutto da rifare... l'assemblea va riconvocata nel rispetto del codice civile.
Altrimenti rischi di sbatterti per niente, per ritrovarti solo con un pugno di mosche 😕

Una corretta convocazione assembleare va così predisposta:

- comunicazione scritta a tutti gli aventi diritto, ovvero  a mezzo Raccomandata AR, o Raccomandata a mano con ricevuta firmata dal destinatario per avvenuta consegna, o fax, o PEC to PEC;

- la convocazione deve pervenire ai destinatari almeno 5 giorni prima della data fissata per la prima convocazione; 

- la convocazione deve contenere data, ora e luogo di prima e seconda convocazione ed OdG degli argomenti posti in esame; se in prima convocazione (cioè sempre)  viene meno il quorum costitutivo si procederà alla celebrazione assembleare in seconda convocazione;
- l'assemblea in seconda convocazione non può tenersi nello stesso giorno dell'assemblea di prima convocazione.

 

L'assenza di uno o più di questi elementi e la non capacità tua di riuscire a dimostrare che tutti i condòmini sono stati compiutamente avvisati nel rispetto della normativa, può divenire motivo di impugnazione di fronte al giudice per rendere le delibere di quella assemblea annullabili.

Ops...
Scusami  @Leonardo53 se mi sono sovrapposto a te.

Stavamo rispondendo contemporaneamente

 

ottimo intanto vi aggiorno piu tardi

Leonardo53 dice:

Ma ti pare?

Due risposte sono meglio di uno 😂

eccoci qui prima discussione con la futura (fac totum di amministratrice interna) allora partiamo da un quesito semplice contabilizzare i consumi PARABOLA e Antenna DTT di impianto condominiale.

Non avendo nulla in comune con il resto degli 8 appartamenti ma solo appunto parabola e DTT vorrei capire e gli altri 6 proprietari vogliono capire come suddividere il costo della parabola e DTT e ovviamente dividere il tutto per millesimi. Datemi un consiglio. grazie

pippoduk dice:

eccoci qui prima discussione con la futura (fac totum di amministratrice interna) allora partiamo da un quesito semplice contabilizzare i consumi PARABOLA e Antenna DTT di impianto condominiale.

Non avendo nulla in comune con il resto degli 8 appartamenti ma solo appunto parabola e DTT vorrei capire e gli altri 6 proprietari vogliono capire come suddividere il costo della parabola e DTT e ovviamente dividere il tutto per millesimi. Datemi un consiglio. grazie

La spesa di consumo energia elettrica per alimentare l'antenna del digitale terrestre va ripartita per millesimi di proprietà, così come per millesimi di proprietà vanno ripartiti anche i costi contrattuali. Se oltre all'alimentatore di antenna avete solo qualche lampadina per le scale, i  consumi di alimentazione antenna ed illuminazione scale sono irrisori e quello che costa di più è il contratto condominiale con spese fisse ed iva al 22% che anche a tariffa minima si aggira almeno intorno ai 60 euro a bimestre (360  euro annui).

La spesa dei costi fissi e la spesa antenna vanno ripartiti per millesimi di proprietà mentre, a voler spaccare il capello, solo per l'illuminazione scale potreste scorporare i consumi mettendo un contatore a defalco e ripartendo la luce scale in proporzione all'altezza, ma a mio avviso si tratterebbe solo di pochi centesimi al mese per cui ci vorrebbe qualche anno solo per ammortizzare la spesa di installazione del contatore a defalco.

Leonardo53 dice:

La spesa di consumo energia elettrica per alimentare l'antenna del digitale terrestre va ripartita per millesimi di proprietà, così come per millesimi di proprietà vanno ripartiti anche i costi contrattuali. Se oltre all'alimentatore di antenna avete solo qualche lampadina per le scale, i  consumi di alimentazione antenna ed illuminazione scale sono irrisori e quello che costa di più è il contratto condominiale con spese fisse ed iva al 22% che anche a tariffa minima si aggira almeno intorno ai 60 euro a bimestre (360  euro annui).

La spesa dei costi fissi e la spesa antenna vanno ripartiti per millesimi di proprietà mentre, a voler spaccare il capello, solo per l'illuminazione scale potreste scorporare i consumi mettendo un contatore a defalco e ripartendo la luce scale in proporzione all'altezza, ma a mio avviso si tratterebbe solo di pochi centesimi al mese per cui ci vorrebbe qualche anno solo per ammortizzare la spesa di installazione del contatore a defalco.

grazie per la risposta, allora  stanno istallando un nuovo contatore ( quindi ci sara' da aprire un conto corrente ,nominare un amministratore interno,andare all agenzia entrate) quel contatore serve per Illuminazione scale e illuminazione vialetto ,antenna DTT e parabola DTT e Montacarichi e basta. Detto cio' io sono escluso, ovvero mi hanno escluso dai costi che ci saranno per ISTALLAZIONE nuovo contatore ( e a me va bene cosi' anche se arigor  di logica toccherebbe pure a me e qui chiedo lumi) . Inoltre io la Luce scale non la pago e non l'ho mai pagata perche' io ho il mio accesso esterno con mio numero civico e non fruisco assolutamente del vano scale e del vialetto per andare nel mio appartamento; l'unica cosa che vogliono farmi pagare e il consumo energia Antenna DTT e parabola DTT quindi la mia semplice domanda è come faccio a calcolare il consumo di questi due apparati ( in modo da avere una contabilizzazione del costo e quindi sapere quanto spetta a me)?

Modificato da pippoduk
pippoduk dice:

grazie per la risposta, allora  stanno istallando un nuovo contatore ( quindi ci sara' da aprire un conto corrente ,nominare un amministratore interno,andare all agenzia entrate) quel contatore serve per Illuminazione scale e illuminazione vialetto ,antenna DTT e parabola DTT e Montacarichi e basta. Detto cio' io sono escluso, ovvero mi hanno escluso dai costi che ci saranno per ISTALLAZIONE nuovo contatore ( e a me va bene cosi' anche se arigor  di logica toccherebbe pure a me e qui chiedo lumi) . Inoltre io la Luce scale non la pago e non l'ho mai pagata perche' io ho il mio accesso esterno con mio numero civico e non fruisco assolutamente del vano scale e del vialetto per andare nel mio appartamento; l'unica cosa che vogliono farmi pagare e il consumo energia Antenna DTT e parabola DTT quindi la mia semplice domanda è come faccio a calcolare il consumo di questi due apparati ( in modo da avere una contabilizzazione del costo e quindi sapere quanto spetta a me)?

Beh, se l'assemblea vuole escluderti dalle spese fisse del contratto condominiale buon per te.

Se vuoi calcolare il consumo degli alimentatori dell'antenna centralizzata e non volete installare dei sottocontatori pui fare un calcolo rapido come segue:

Un alimentatore di antenna centralizzata generalmente è a 12 volts ed 1 ampèere per cui il consumo massimo dei watt si ottine moltiplicando i volts per gli ampèere.

Un alimentatire 12 volts/1 amperè consuma quindi

12x1 = 12 watt ogni ora

12x24x30 = Kw, 8,64 al mese.

E' suficiente prendere la bolletta ENEL e guardare quant'è il prezzo medio al Kw e moltiplicarlo per 9.
Nel mio condominio, ad esempio, il prezzo medio di 1 kw è di circa €. 0,35.

Se fosse così anche nel tuo condominio, ogni alimentatore di anetnna consumerebbe circa 3 eruo al mese (0,35x9)

Leonardo53 dice:

Beh, se l'assemblea vuole escluderti dalle spese fisse del contratto condominiale buon per te.

Se vuoi calcolare il consumo degli alimentatori dell'antenna centralizzata e non volete installare dei sottocontatori pui fare un calcolo rapido come segue:

Un alimentatore di antenna centralizzata generalmente è a 12 volts ed 1 ampèere per cui il consumo massimo dei watt si ottine moltiplicando i volts per gli ampèere.

Un alimentatire 12 volts/1 amperè consuma quindi

12x1 = 12 watt ogni ora

12x24x30 = Kw, 8,64 al mese.

E' suficiente prendere la bolletta ENEL e guardare quant'è il prezzo medio al Kw e moltiplicarlo per 9.
Nel mio condominio, ad esempio, il prezzo medio di 1 kw è di circa €. 0,35.

Se fosse così anche nel tuo condominio, ogni alimentatore di anetnna consumerebbe circa 3 eruo al mese (0,35x9)

grazie spero che qualcunamo altro confermi il tuo calcolo; cosa vuol dire ogni alimentatore di antenna???  noi abbiamo la classica parabola e antenna DTT centralizzata e siamo 9 appartamenti. io voglio sapere il consumo totale dei due apparati in modo da calcolare la spesa totale del DTT e parabola e poi dividerla per millesimi.detto cio' l'assemblea non esiste in quanto ancora non siamo un condominio "legale" , il 17  ci riuniamo per decidere se prendere uno interno o uno esterno.

Modificato da pippoduk
pippoduk dice:

grazie spero che qualcun altro confermi il tuo calcolo;

Più che qualcuno che confermi il mio calcolo aritmetico devi sperare che qualcuno nel condominio non si impunti e chieda il rispetto della Legge in toto perchè se così fosse, così come tu chiedi che sia fatto tutto secondo Legge, anche gli altri potrebbero chiedere di ripartire secondo Legge.

Se così fosse, pur avendo tu un ingresso indipendente, parteciperesti comunque alla spesa di pulizia dell'androne perchè dell'androne e del portone sei anche tu proprietario e serve per raggiungere il tetto dal quale tu sei coperto.

Oltre alla polizza globale fabbricati che già pagate per millesimi di proprietà, ecco come stilerei io un preventivo:

€. 1.220,00 compenso amministratore iva compresa

€.   400,00 spese tenuta conto corrente comprensive delle imposte di €. 100,00

€.   400,00 spese fisse contratto ENEL

€.   300,00 spese adempimenti fiscali per invio telematico CU e mod. 770

€.  

------------

€. 3.320,00 TOTALE da ripartire tra tutti i 6 condòmini (te compreso) per millesimi di proprietà

A quella cifra dovresti aggiungere la tua quota per millesimi di proprietà della pulizia dell'androne e del portone che dovrà essere scorporata dalle spese di pulizia.

Credo che se sarà interpellato un amministratore esterno, molto probabilmente spiegherà la questione in questi termini, indipendentemente dal fatto che tu sia escluso dal riparto della pulizia scale.

In tal caso saresti solo contro gli altri 5 e non ti resterebbe che accettare la regolarizzazione a Noma di Legge, come del resto tu stesso auspichi.

 

 

Leonardo53 dice:

Più che qualcuno che confermi il mio calcolo aritmetico devi sperare che qualcuno nel condominio non si impunti e chieda il rispetto della Legge in toto perchè se così fosse, così come tu chiedi che sia fatto tutto secondo Legge, anche gli altri potrebbero chiedere di ripartire secondo Legge.

Se così fosse, pur avendo tu un ingresso indipendente, parteciperesti comunque alla spesa di pulizia dell'androne perchè dell'androne e del portone sei anche tu proprietario e serve per raggiungere il tetto dal quale tu sei coperto.

Oltre alla polizza globale fabbricati che già pagate per millesimi di proprietà, ecco come stilerei io un preventivo:

€. 1.220,00 compenso amministratore iva compresa

€.   400,00 spese tenuta conto corrente comprensive delle imposte di €. 100,00

€.   400,00 spese fisse contratto ENEL

€.   300,00 spese adempimenti fiscali per invio telematico CU e mod. 770

€.  

------------

€. 3.320,00 TOTALE da ripartire tra tutti i 6 condòmini (te compreso) per millesimi di proprietà

A quella cifra dovresti aggiungere la tua quota per millesimi di proprietà della pulizia dell'androne e del portone che dovrà essere scorporata dalle spese di pulizia.

Credo che se sarà interpellato un amministratore esterno, molto probabilmente spiegherà la questione in questi termini, indipendentemente dal fatto che tu sia escluso dal riparto della pulizia scale.

In tal caso saresti solo contro gli altri 5 e non ti resterebbe che accettare la regolarizzazione a Noma di Legge, come del resto tu stesso auspichi.

 

 

Allora non sono molto d'accordo intanto siamo in 7 condomini compreso me.

1)Non è corretto cio' che dici in quanto sentito altro amministratore come parere e mi ha detto che parteciperei non alle spese ordinarie ma alle SPESE STRAORDINARIE (ovvero si rompe il portone o si spacca la mattonella del vialetto partecipo in millesimi; ma la manutenzione ordinaria no ( pulizia vialetto e pulizia scale)

2) il contatore ENEL posto nei garage non partecipo ne' all'istallazione ne' alle quote fisse in quanto io non posseggo nemmeno 1 millesimo di box,cantine,garage e non utilizzo il loro passaggio per accedere a casa mia. Quindi non mi spetta pagare istallazione contatore e quote fisse per garage cantine e box.

3) ti do ragione quando dici che istallazione e costi fissi ENEL ed il contatore nuovo che comprende la LUCE SCALE, LUCI VIALETTO.MONTACARICHI e ANTENNE CENTRALIZZATE Spetti pure a me ovviamente in millesimi. ( hanno fatto una carta scritta che non ha nessun valore in cui mi escludono dai lavori e quindi a me va bene.)

 

4) ripeto che non siamo niente ad oggi, quindi se ci accorderemo formalmente sara' dopo il 17 di aprile quindi presuppongo maggio..fino a quella data io partecipo solo a Assicurazione Fabbricato globale e basta

pippoduk dice:

ripeto che non siamo niente ad oggi, quindi se ci accorderemo formalmente sara' dopo il 17 di aprile quindi presuppongo maggio..fino a quella data io partecipo solo a Assicurazione Fabbricato globale e basta

Infatti tu vuoi la regolarizzazione del condominio ma quando gli altri condòmini si faranno i conti della serva come li ho fatti io e si accorgeranno che ci sarà un aumento delle spese di oltre tremila euro l'anno, pensi davvero che continueranno ad esentarti da qualsiasi spesa?

- L'amministratore lo vuoi pagare per millesimi di proprietà?

- Le spese di tenuta conto le vuoi pagare per millesimi di proprietà?

- Il contratto ENEL intestato al codice fiscale del condominio lo vuoi pagare per millesimi di proprietà?

- Le spese per gli adempimenti fiscali le vuoi pagare per millesimi di proprietà?

 

Sono questi su elencati i costi che sono anche di tua competenza e che ammontano ad un totale di oltre 3mila euro da ripartire in 7

Quello su cui hai diritto ad essere esentato è la spesa di pulizia scale e di illuminazione scale e box, per il resto... se anche un solo condòmino avesse le conoscenze basilari del condominio sarebbe lui a scrivere e portare in causa il condominio qualora l'assemblea decidesse di esentarti dalla maggior parte delle spese.

 

 

pippoduk dice:

Allora non sono molto d'accordo intanto siamo in 7 condomini compreso me.

1)Non è corretto cio' che dici in quanto sentito altro amministratore come parere e mi ha detto che parteciperei non alle spese ordinarie ma alle SPESE STRAORDINARIE (ovvero si rompe il portone o si spacca la mattonella del vialetto partecipo in millesimi; ma la manutenzione ordinaria no ( pulizia vialetto e pulizia scale)

2) il contatore ENEL posto nei garage non partecipo ne' all'istallazione ne' alle quote fisse in quanto io non posseggo nemmeno 1 millesimo di box,cantine,garage e non utilizzo il loro passaggio per accedere a casa mia. Quindi non mi spetta pagare istallazione contatore e quote fisse per garage cantine e box.

3) ti do ragione quando dici che istallazione e costi fissi ENEL ed il contatore nuovo che comprende la LUCE SCALE, LUCI VIALETTO.MONTACARICHI e ANTENNE CENTRALIZZATE Spetti pure a me ovviamente in millesimi. ( hanno fatto una carta scritta che non ha nessun valore in cui mi escludono dai lavori e quindi a me va bene.)

 

4) ripeto che non siamo niente ad oggi, quindi se ci accorderemo formalmente sara' dopo il 17 di aprile quindi presuppongo maggio..fino a quella data io partecipo solo a Assicurazione Fabbricato globale e basta

ciao

si continua a girare interno al problema cercando il pelo nell'uovo, senza un punto fermo iniziale. 

Tu devi partecipare alle manutenzioni di ciò di cui sei comproprietario.  

Ora, se un amministratore ti ha detto che se si rompe il portone della scala tu devi partecipare coi tuoi millesimi, o ti ha detto una stupidaggine, o ti ha detto ciò avendo verificato che sei comproprietario del vano scala su cui c'è quel portone e quindi lo devi mantenere, ivi compresa la manutenzione ordinaria della stessa.   Quindi la discriminante è se sei o non sei proprietario del vano scala.   Dici dell'antenna comune.  Da dove si accede ? Se dalla botola sulle scale, come spesso insisteva Tullio anche se poco ascoltato ma cosa che io condividevo, tu partecipi alla spesa in proporzione ai tuoi millesimi in base all'art. 1124 c.c., sempre salvo atto valido contrario.

 

Leonardo53 dice:

Infatti tu vuoi la regolarizzazione del condominio ma quando gli altri condòmini si faranno i conti della serva come li ho fatti io e si accorgeranno che ci sarà un aumento delle spese di oltre tremila euro l'anno, pensi davvero che continueranno ad esentarti da qualsiasi spesa?

- L'amministratore lo vuoi pagare per millesimi di proprietà?

- Le spese di tenuta conto le vuoi pagare per millesimi di proprietà?

- Il contratto ENEL intestato al codice fiscale del condominio lo vuoi pagare per millesimi di proprietà?

- Le spese per gli adempimenti fiscali le vuoi pagare per millesimi di proprietà?

 

Sono questi su elencati i costi che sono anche di tua competenza e che ammontano ad un totale di oltre 3mila euro da ripartire in 7

Quello su cui hai diritto ad essere esentato è la spesa di pulizia scale e di illuminazione scale e box, per il resto... se anche un solo condòmino avesse le conoscenze basilari del condominio sarebbe lui a scrivere e portare in causa il condominio qualora l'assemblea decidesse di esentarti dalla maggior parte delle spese.

 

 

assolutamente si voglio pagare:

1) amministratore per millesimi

2)spese tenuta conto

3)contratto ENEL ma solo nel CONTATORE che accorpa androne,parabola,dtt e montacarichi

4) Ovviamente non paghero' luce scale,luce vialetto, luce per montacarichi ( il problema sara come scorporare a me solo la luce PARABOLA e DTT ed è questa la mia domanda iniziale!) e  pulizia scale.

 

dammi conferma di quello che ho scritto.

 

camillo50 dice:

ciao

si continua a girare interno al problema cercando il pelo nell'uovo, senza un punto fermo iniziale. 

Tu devi partecipare alle manutenzioni di ciò di cui sei comproprietario.  

Ora, se un amministratore ti ha detto che se si rompe il portone della scala tu devi partecipare coi tuoi millesimi, o ti ha detto una stupidaggine, o ti ha detto ciò avendo verificato che sei comproprietario del vano scala su cui c'è quel portone e quindi lo devi mantenere, ivi compresa la manutenzione ordinaria della stessa.   Quindi la discriminante è se sei o non sei proprietario del vano scala.   Dici dell'antenna comune.  Da dove si accede ? Se dalla botola sulle scale, come spesso insisteva Tullio anche se poco ascoltato ma cosa che io condividevo, tu partecipi alla spesa in proporzione ai tuoi millesimi in base all'art. 1124 c.c., sempre salvo atto valido contrario.

 

io non sono comproprietario di nulla solo del tetto e della facciata comune e della parabola e del DTT; per il resto non accedo e non fruisco di nulla essendo Funzionalmente indipendete e con ingresso e accesso e CIVICO autonomo. !

pippoduk dice:

4) Ovviamente non paghero' luce scale,luce vialetto, luce per montacarichi ( il problema sara come scorporare a me solo la luce PARABOLA e DTT ed è questa la mia domanda iniziale!) e  pulizia scale.

 

dammi conferma di quello che ho scritto.

 

Come ti avevo già detto, in un condominio come il tuo le spese di energia elettrica maggiori sono quelle fisse dovute al contratto di fornitura al condominio, spese di circa 400 euro alle quali dovrai partecipare anche tu. 

Per il resto è facile escluderti dai consumi irrisori di qualche lampadina scale perchè è sufficiente calcolare i watt delle lampadine per le ore in cui sono accese. Questa esenzione di pochissimi euro annui non modifica sostanzialmente quanto già avevo calcolato.

Leonardo53 dice:

Come ti avevo già detto, in un condominio come il tuo le spese di energia elettrica maggiori sono quelle fisse dovute al contratto di fornitura al condominio, spese di circa 400 euro alle quali dovrai partecipare anche tu. 

Per il resto è facile escluderti dai consumi irrisori di qualche lampadina scale perchè è sufficiente calcolare i watt delle lampadine per le ore in cui sono accese. Questa esenzione di pochissimi euro annui non modifica sostanzialmente quanto già avevo calcolato.

forse non sono chiaro io,  le spese fisse tu intendi 400 euro per ogni contatore? ti ho spiegato che ne vogliono mettere 2. in cui io entrerei solo in 1..quelllo che include parabola e DTT.

detto cio' io penso che dovrei solo pagare luce DTT e parabola e partecipare a spese CC e spese per contatore ENEL.

pippoduk dice:

forse non sono chiaro io,  le spese fisse tu intendi 400 euro per ogni contatore? ti ho spiegato che ne vogliono mettere 2. in cui io entrerei solo in 1..quelllo che include parabola e DTT.

detto cio' io penso che dovrei solo pagare luce DTT e parabola e partecipare a spese CC e spese per contatore ENEL.

Forse sono io che non sono chiaro.

Vuoi regolarizzare il condominio con il codice fiscale intestato al condominio?

Innanzitutto potrebbe bastare un solo contatore condominiale per poter alimentare tutto ma se proprio decidete di intestare due contatori al condominio, le spese fisse riguardano i contratti condominiali e non i consumi e pertanto le spese fisse saranno ripartite per millesimi di proprietà mentre i consumi dei Kw saranno ripartiti tra chi consuma.

Se fate 2 contratti ENEL intestati al codice fiscale del condominio avrete 800 euro di spese fisse all'anno anzichè 400 ed a queste spese parteciperai anche tu mentre tu non parteciparai ai consumi.

 

E' sicuro che hai capito bene? 

Non è che per caso si vuole fare un solo contratto condominiale e poi mettere un secondo contatore a defalco a monte dei box per pter calcolare i costi dei box e ripartire i consumi dei box solo ai proprietari dei box?

 

Ripeto, se fate un contratto con ENEL  per alimentare l'antenna centralizzata non puoi pretendere di pagare solo il consumo dell'antenna ma devi pagare anche i costi fissi del contratto.

Leonardo53 dice:

Forse sono io che non sono chiaro.

Vuoi regolarizzare il condominio con il codice fiscale intestato al condominio?

Innanzitutto potrebbe bastare un solo contatore condominiale per poter alimentare tutto ma se proprio decidete di intestare due contatori al condominio, le spese fisse riguardano i contratti condominiali e non i consumi e pertanto le spese fisse saranno ripartite per millesimi di proprietà mentre i consumi dei Kw saranno ripartiti tra chi consuma.

Se fate 2 contratti ENEL intestati al codice fiscale del condominio avrete 800 euro di spese fisse all'anno anzichè 400 ed a queste spese parteciperai anche tu mentre tu non parteciparai ai consumi.

 

E' sicuro che hai capito bene? 

Non è che per caso si vuole fare un solo contratto condominiale e poi mettere un secondo contatore a defalco a monte dei box per pter calcolare i costi dei box e ripartire i consumi dei box solo ai proprietari dei box?

 

Ripeto, se fate un contratto con ENEL  per alimentare l'antenna centralizzata non puoi pretendere di pagare solo il consumo dell'antenna ma devi pagare anche i costi fissi del contratto.

allora non sono stato chiaro io.   Vogliono istallare 2 contatori ENEL intestati al condominio

contatore 1:   Accorpa luce scale,luce vialetto,montacarichi, centralina antenne

contatore 2:   Accorpa luce garage,cancello automatico garage,luce cantine.

 

io per logica partecipo alle spese di istallazione e costi fissi del contatore 1, in quanto non ho box o cantine e non ho millesimi nei garage.

 

confermami questo.

 

pippoduk dice:

confermami questo.

Confermo. Parteciperai solo ai 400 euro di spese fisse per il contatore 1

Leonardo53 dice:

Confermo. Parteciperai solo ai 400 euro di spese fisse per il contatore 1

ok grazie quindi qui ci siamo gia' è qualcosa.

il 17 aprile vi aggiorno su cosa abbiamo deciso di fare.

pippoduk dice:

assolutamente si voglio pagare:

1) amministratore per millesimi

2)spese tenuta conto

3)contratto ENEL ma solo nel CONTATORE che accorpa androne,parabola,dtt e montacarichi

4) Ovviamente non paghero' luce scale,luce vialetto, luce per montacarichi ( il problema sara come scorporare a me solo la luce PARABOLA e DTT ed è questa la mia domanda iniziale!) e  pulizia scale.

 

dammi conferma di quello che ho scritto.

 

io non sono comproprietario di nulla solo del tetto e della facciata comune e della parabola e del DTT; per il resto non accedo e non fruisco di nulla essendo Funzionalmente indipendete e con ingresso e accesso e CIVICO autonomo. !

Sei tu che hai detto che hai sentito l'amministratore che ti ha detto che partecipi  al portone. Se non è  anche tuo  perché?

×