Vai al contenuto
drusu

Condominio orizzontale - ripartizione spese

buongiorno,

 

abito in un complesso formato da 14 villette a schiera, disposte su due fila.

Siamo in fase di redazione del regolamento condominiale e ci troviamo in disaccordo con le tabelle millesimali. Tutte le villette hanno in comune solamente: l'entrata, il vialetto di accesso ad ognuna delle villette, l'illuminazione dei giardini di fronte alle villette e quella del passo carraio (comune per gruppi di 2 o 4 villette)

Ovviamente le tabelle millesimali sono state redatte in base alla metratura, esposizione ecc e la ripartizione delle spese è stata fatta in base a queste. Nella somma totale delle spese è stato inserito anche il costo della redazione del regolamento, la parcella dell'amministratore, l'assicurazione obbligatoria del condominio.

Questo non lo trovo giusto: se io ho più millesimi degli altri condomini perché devo pagare di più il regolamento o la parcella dell'amministratore? Cosa fa di più l'amministratore per me così da dover pagare quasi 60% in più rispetto agli altri ed un mio vicino deve pagare addirittura 80% in più?

Poi, l'illuminazione nei giardini è la stessa per tutti (ognuno ha una sola lampadina), anche qui perchè devo pagare di più?

Non sarebbe più giusto dividere queste spese in modo uguale tra tutti i condomini?

 

Grazie per l'attenzione e la risposta

L'illuminazione del giardino si comporta come la manutenzione del giardino e viene divisa per millesimi di proprietà, questo per il maggior pregio che un giardino ben tenuto ed illuminato dà all'immobile.

L'illuminazione del giardino si comporta come la manutenzione del giardino e viene divisa per millesimi di proprietà, questo per il maggior pregio che un giardino ben tenuto ed illuminato dà all'immobile.

grazie per la risposta. i nostri giardini sono di proprietà ed ognuno cura il suo proprio giardino, non abbiamo giardiniere condominiale. Quindi vale ancora la regola dei millessimi?

In merito alle tue perplessità, sulla ripartizione delle spese condominiali, in via generale si applica l'art. 1123 c.c.:

“Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di

ciascuno, salvo diversa convenzione.

Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne.

Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell’intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità”.

Come citato nel medesimo art. "salvo diversa convenzione" da la possibilità di derogare applicando ripartizioni diverse, es. parti uguali, esonero totale o parziale di un condomino ecc..., ma questo può essere fatto solo con una delibera unanime di tutti i proprietari ( 1000/1000 mm ).

....

Questo non lo trovo giusto: se io ho più millesimi degli altri condomini perché devo pagare di più il regolamento o la parcella dell'amministratore? Cosa fa di più l'amministratore per me così da dover pagare quasi 60% in più rispetto agli altri ed un mio vicino deve pagare addirittura 80% in più?

Poi, l'illuminazione nei giardini è la stessa per tutti (ognuno ha una sola lampadina), anche qui perchè devo pagare di più?

Non sarebbe più giusto dividere queste spese in modo uguale tra tutti i condomini?

 

Grazie per l'attenzione e la risposta

Sempre difficile trovare una metodica che soddisfi tutti ...specie se si mischiano i criteri validi per il Condominio con quelli validi per la Comunione.

 

Se tu ed il tuo vicino pagate una % significativamente maggiore degli altri significa che entrambi avete proprietà con dimensioni e/o valore più elevato.

Diventa un esercizio troppo complesso sta li a "quantificare" quanto in più lavori l' amministratore per voi 2 (indimostrabile) piuttosto che per gli altri, o su quale spesa voi incidiate di più.

Convenzionalmente il legislatore ha fatto una Legge che "taglia la testa al toro": paghi in ragione del valore.

Fai conto di essere socio di una azienda (che produce solo perdite (costi) in 2 siete i maggiori azionisti e in quanto tali sborsate più capitale in caso di perdita.

Se ci ragioni per alcuni dei punti che hai citato la cosa è corretta. Esempio: l' Assicurazione calcola il premio anche in consideazione del valore del capitale garantito...automaticamente tu determini premi maggiori.

 

Nulla vi impedisce di trovare formule alternative...magari le spese per le aree esterne comuni suddividetele pro-testa piuttosto che pro-valore.

Sempre difficile trovare una metodica che soddisfi tutti ...specie se si mischiano i criteri validi per il Condominio con quelli validi per la Comunione.

 

Se tu ed il tuo vicino pagate una % significativamente maggiore degli altri significa che entrambi avete proprietà con dimensioni e/o valore più elevato.

Diventa un esercizio troppo complesso sta li a "quantificare" quanto in più lavori l' amministratore per voi 2 (indimostrabile) piuttosto che per gli altri, o su quale spesa voi incidiate di più.

Convenzionalmente il legislatore ha fatto una Legge che "taglia la testa al toro": paghi in ragione del valore.

Fai conto di essere socio di una azienda (che produce solo perdite (costi) in 2 siete i maggiori azionisti e in quanto tali sborsate più capitale in caso di perdita.

Se ci ragioni per alcuni dei punti che hai citato la cosa è corretta. Esempio: l' Assicurazione calcola il premio anche in consideazione del valore del capitale garantito...automaticamente tu determini premi maggiori.

 

Nulla vi impedisce di trovare formule alternative...magari le spese per le aree esterne comuni suddividetele pro-testa piuttosto che pro-valore.

grazie per la risposta. Passi per l'assicurazione, ma la redazione del regolamento non deve essere pagata in modo uguale da tutti i condomini? E' questo l'importo che incide maggiormente sulla spesa attuale.

Il DEVE è sempre funzione di cosa decidete di adottare come criterio di ripartizione.

 

Ps.

Giusto per capire...quanto vi ciul... per un RdC?

×