Vai al contenuto
dadeni

Condominio con impianto centralizzato: Malfunzionamento centralina contacalorie

Buongiorno,

sono un nuovo utente e spero di scrivere nella sezione giusta e di spiegare bene il mio problema perché avrei proprio bisogno di un parere chiaro e sicuro. Passo alla presentazione del mio caso e ringrazio anticipatamente chiunque possa aiutarmi.

Vivo in un condominio con impianto di riscaldamento centralizzato, in ogni singolo appartamento è posizionata una centralina contacalorie, quindi ogni condomino paga l’effettivo consumo.

Periodicamente (tre volte all’anno) un tecnico si reca negli appartamenti per effettuare la lettura dei contatori e la pulizia dei filtri.

Ad ottobre u.s. il tecnico ha rilevato regolarmente lo stato del mio contatore.

Dopo alcuni giorni ho trovato nella cassetta della posta un foglio con una sorta di preventivo per la sostituzione di una parte della centralina e per la relativa manodopera; solo successivamente tramite la portinaia sono venuto a conoscenza che dalla rilevazione è risultata una anomalia sul mio contatore.

In sostanza hanno rilevato per il 3° periodo del 2013 un consumo di 14000kw a fronte di una media di 150kw nei precedenti anni (a parità di periodo).

Inoltre ho recuperato le letture rilevate negli ultimi tre anni dalle quali mi sono accorto che il problema non è presente solo dall’ultima lettura ma già dal 2° periodo 2013 per il quale è stato rilevato un consumo di 3200kw a fronte di una media di 600kw degli anni precedenti (anomalia del quale non ero stato neanche informato).

Poche settimane fa ho ricevuto il prospetto del bilancio a consuntivo 2013 con un’esorbitante addebito per il riscaldamento: è stato considerato un consumo totale annuale di 18000kw contro un consumo medio di 2000kw degli anni precedenti. Di conseguenza mi viene chiesto il pagamento di un equivalente a quello di 9 anni!!!

E come se tutto ciò che bastasse per il preventivo 2013-2014 viene stimato ancora un consumo simile, in tal modo oltre ad avere un grande debito per l’anno chiuso risulto già a debito per l’anno appena aperto.

La situazione è critica anche perché ormai il contatore continua a rilevare consumi irreali e si rende urgente una soluzione (ad oggi il contatore segnala un consumo di circa 30000kw in pochi mesi, praticamente il consumo medio di 15 anni).

Inoltre il condominio sta passando un momento particolare in quanto è appena stato revocato il mandato all’amministratore (è un maxi condominio ed a quanto pare sono stati trovati dei ‘buchi’ nel bilancio) e il nuovo amministratore non riceve ancora il passaggio delle consegne quindi non può di fatto iniziare il proprio mandato.

A questo punto i miei dubbi/quesiti sono tre.

1) Non ho provveduto a far intervenire i tecnici sull’impianto in quanto vorrei sapere prima con certezza a chi compete la spesa (circa 1000€). Secondo me visto che è condominiale non spetta a me, ma secondo il nuovo amministratore probabilmente compete a me: COME FACCIO A SAPERE A CHI SPETTA?

2) A causa del malfunzionamento, il contacalorie continua a rilevare consumi irreali; secondo me le spese non devono essere conteggiate su questi numeri (dato che la stessa società fornitrice ha riscontrato il malfunzionamento). Secondo me la cosa più logica ed equa è quella di effettuare un calcolo spot considerando la media dei consumi degli ultimi anni. ESISTE UNA REGOLA PRECISA E SICURA IN MERITO?

3) Ho saputo che mentre alcuni come me hanno questo tipo di problema, ci sono altri condomini che riescono a manomettere il proprio contacalorie bloccando la centralina in modo che risulti un consumo minore. MI CHIEDO: MA COME è POSSIBILE QUESTA COSA? NON SI PUò CONTROLLARE IN NESSUN MODO?

Spero di essere stato chiaro e che qualcuno riesca ad aiutarmi perché questa situazione mi genera ansia e vorrei risolvere il problema quanto prima.

Grazie.

ciao

rispondo alle tue domande

1) a chi spetta - spetta al condominio essendo il contatore necessario alla rttribuzione dei costi

2) spese irreali - rilevata l'anomalia è compito del condominio porvi rimedio e le soluzioni sono molteplici, dove il riferimento allo storico precedente ed eventualmente anche futuro può trovare un punto di equilibrio.

3) se così fosse, basta rendere inaccessibili gli stessi o comunque "piombarli". Le misure esistono, ed il vostro tecnico saprà consigliavi in base a quanto installato

ciao

rispondo alle tue domande

1) a chi spetta - spetta al condominio essendo il contatore necessario alla rttribuzione dei costi

2) spese irreali - rilevata l'anomalia è compito del condominio porvi rimedio e le soluzioni sono molteplici, dove il riferimento allo storico precedente ed eventualmente anche futuro può trovare un punto di equilibrio.

3) se così fosse, basta rendere inaccessibili gli stessi o comunque "piombarli". Le misure esistono, ed il vostro tecnico saprà consigliavi in base a quanto installato

Buongiorno,

Condivido quanto sopra indicato.

Dal mio punto di vista chiederei anche giustificazione ed eventuale rettifica dei precedenti anomali consumi.

Non mi é però chiara una cosa, cioè l'azienda che si occupa delle letture ha in carico anche la manutenzione dei contatori di calore, quindi eventuali prove etc?

Grazie,

esiste una fonte normativa che dimostra la non imputabilità a me del costo di manutenzione della centralina?

In modo da avere qualcosa da presentare...

Che stress. Tanta fatica per comprare un buco di casa e poi bisogna gestire anche queste noie...

Grazie ancora

ciao

non c'è una fonte normativa, ma la proprietà del materiale sostituito che è di chi lo installa per l'attribuzione dei costi.

Mi trovo anch'io nella medesima condizione....consumi anomali e contabilizzatore da sostituire.

Volevano chiedere a Dadeni, quali sono stati gli sviluppi della sua problematica nei confronti del condominio? Azione legale, delibera assembleare...

A Camillo Farronato e Nanojoule maggiori argomentazioni, sentenze o altro che giustifichino l'attribuzione delle spese al Condominio.

Per la verità ho letto alcuni Forum sulla questione con considerazione diametralmente opposte. Come devo comportarmi?

Vi ringrazio tutti anticipatamente e speso di ricevere risposte prima possibile.

Saluti.

ciao

 

non ho sentenze o normativa da citare, ma l'ar. 117 cod. civ. è chiao. Il contare non serve e non è funzionale al tuo impianto di riscaldamento, ma serve all'amministratore solo per eseguire la delibera che indica l'attribuzione di erogazione dei costi a consumo in base alle letture del contatore. Senza il contatore tu avresti comunque il riscaldamento, solo che l'amministratore dovrebbe trovae un alo sistema per addebitarti il costo. Mi dici dove hai trovato argomentazioni diverse che sono desideroso di capire quali siano i ragionamenti di chi la pensa in modo diverso dal mio, e a quali normative o sentenze farebbe riferimento ? Grazie

Buona sera, ho un problema simile al tuo però riguardante i contatori di acqua fredda e calda. Ho una differenza tra contatore meccanico e valore indicato sulla centralina elettrica. L'amministratore prende tempo e non fa intervenire un tecnico per la verifica. Ora mi chiedo:

1) se i contatori di ogni singolo appartamento sono posti all'esterno su ciascun pianerottolo, i medesimi sono di proprietà condominiale oppure di proprietà esclusiva di ciascun appartamento?

2) Partendo dall'assunto che per la rilevazione fa fede esclusivamente il contatore meccanico (ho chiesto al produttore) che indica i metri cubi di acqua utilizzata (per il consumo annuo si andrà per differenza valore mc anno x-1 e valore mc anno x), eventuali contestazioni mosse sull'affidabilità della strumentistica relativa alla centralina elettrica del contatore individuale sono a carico di chi? di chi le muove o del proprietario che deve dimostrare che il contatore del suo appartamento funziona correttamente per l'addebito?

Il condominio vuole addebitare i consumi non sulla base del contatore meccanico (come per tutti gli altri appartamenti) ma della centralina elettrica (vista una differenza tra i due).

Il proprietario dell'appartamento ritiene valida la misurazione del contatore meccanico e chiede di utilizzare il medesimo criterio di ripartizione per tutto il condominio. Se il condominio ritiene che ci siano delel verifiche da fare il proprietario è disponibile a far vedere il suo contatore ma non a sopportare la spesa.

Si possono manomettere questi sistemi facendo figurare sulla centralina elettrica un valore più alto?

Posso chiudere a chiave il mio contatore dando una copia della chiave all'amministratore e chiedere di essere presente quando si fanno le rilevazioni?

Grazie

ciao

 

Di che contatori elettrici stai parlando ? contacalorie ?

1) non importa dove sono messi, ma se sono a servizio del condominio ( rilievo dei tuoi consumi per attribuirti la spesa) per me, diversamente da quanto la pensano altri, sono condominiali.

2) non l'ho capita. Ma vedo che dici che c'è un contatore lettrico e uno meccanico che conteggerebero la stessa cosa. Mi sembra illogico e assai strano. E' probabile che l'elettrico sia un contacalorie ed il meccanico sia un contatore di acqua, e quindi non misurano la stessa cosa.

 

Tutto può essere starato da una mano esperta.

 

Chiedere è lecito, ottenere ... non sempre è possibile.

Ciao Maw,

purtroppo ho chiesto un appuntamento al nuovo amministratore ma essendo appunto di nuova nomina, mi dice che non può aiutarmi perchè il precedente amministratore non gli ha fatto ancora il passaggio delle consegne.

Intanto ho chiesto di poter incontrare un referente della società che ci fornisce gas e impianti ma non ho ancora nessun riscontro.

Sono in ansia perchè il contatore continua a girare a mille e non so come comportarmi.

Non vorrei che facendo passare troppo tempo mi contestino che per negligenza mia non si è risolto il problema con tempestività.

Anche io vorrei andare dall'amministratore con normativa alla mano e pretendere che vengano a farmi la manutenzione a spese non mie.

Spero di uscirne presto.

Se qualcuno può darmi un suggerimento mi fa un grande piacere.

Ciao

Buongiorno camillo50,

è passato un anno e purtroppo sono ancora punto e a capo. Il mio amministratore non prende in carico il problema e ad ogni email mi dice una cosa diversa. Nell'ultima comunicazione di dice che il fornitore non si ritiene responsabile del problema ed in sostanza mi rimane il problema aperto.

Nel frattempo ho ricevuto il conuntivo 2013 di quasi 7000€ (il consumo è di 18000 giri a fornte di una media anni precedenti di 2000), per il 2014 ho consultato le letture e sono a 115000 giri (ovvero pari a 55 vole il mio consumo medio annuo).

Purtroppo sono entrato in un loop e non so veramente come uscirne.

Hai modo di darmi consigli/indicazioni per sbloccare la situazione?

Pensi sia il caso di rivolgermi ad un avvocato?

Grazie mille

 

ciao

 

non ho sentenze o normativa da citare, ma l'ar. 117 cod. civ. è chiao. Il contare non serve e non è funzionale al tuo impianto di riscaldamento, ma serve all'amministratore solo per eseguire la delibera che indica l'attribuzione di erogazione dei costi a consumo in base alle letture del contatore. Senza il contatore tu avresti comunque il riscaldamento, solo che l'amministratore dovrebbe trovae un alo sistema per addebitarti il costo. Mi dici dove hai trovato argomentazioni diverse che sono desideroso di capire quali siano i ragionamenti di chi la pensa in modo diverso dal mio, e a quali normative o sentenze farebbe riferimento ? Grazie

- - - Aggiornato - - -

 

Buongiorno Maw,

posso chiederti come si è conslusa la tua situazione?

Io sono ancora in ballo e non trovo via d'uscita.

Grazie

 

 

Mi trovo anch'io nella medesima condizione....consumi anomali e contabilizzatore da sostituire.

Volevano chiedere a Dadeni, quali sono stati gli sviluppi della sua problematica nei confronti del condominio? Azione legale, delibera assembleare...

A Camillo Farronato e Nanojoule maggiori argomentazioni, sentenze o altro che giustifichino l'attribuzione delle spese al Condominio.

Per la verità ho letto alcuni Forum sulla questione con considerazione diametralmente opposte. Come devo comportarmi?

Vi ringrazio tutti anticipatamente e speso di ricevere risposte prima possibile.

Saluti.

×