Vai al contenuto
giuseppone

Condomini morosi - mi sembrava che con le recenti disposizioni l'amministratore avrebbe dovuto avere tutti i soldi in saccoccia

Buonasera, è stato recentemente rifatta la facciata ed il tetto di un edificio, alcuni condomini non hanno pagato le loro quote e l'amministratore dice che dobbiamo pagare noi ovvero i condomini rimanenti. Mi sembrava che con le recenti disposizioni l'amministratore avrebbe dovuto avere tutti i soldi in sacoccia prima di dare inizio alla ristrutturazione e che la società che ha eseguito i lavori e colei che si deve preoccupare di incassare dai condomini morosi.

 

grazie

L'art. 1135 c.c. prevede la costituzione obbligatoria di un fondo per lavori straordinari prima dell'inizio degli interventi. Tuttavia, se il contratto prevede il pagamento dietro presentazione di SAL, è possibile raccogliere la somma necessaria per ogni pagamento. Se alcuni condòmini non hanno versato le loro quote, l'amministratore, in base al disposto dell'art. 63 d.a.c.c., comunica al/i creditori il loro nominativo. Solo l'incapienza dei morosi farà si che il creditore possa agire nei confronti di coloro che risultano in regola.

 

https://www.condominioweb.com/principio-di-solidarieta-in-condominio-lamministratore-puo-comunicare-i-nomi-dei-condomini.1793

Art. 63 d.a.c.c. II comma

I creditori non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti, se non dopo l'escussione degli altri condomini.

Ciò significa che il creditore che ha ricevuto dall'amministratore il nominativo del/i condòmino moroso, potrà agire nei confronti di quest'ultimo e solo dopo, non avendo trovato sufficiente capienza, potrà rivalersi sugli altri in regola.

grazie, mi sono dimenticato di dire che i lavori sono stati approvati da assemblea straordinaria. L'amministratore ne esce bellamente?

nessuna responsabilità? non doveva prima di dare inizio ai lavori(gravosi 6 mila euro condomino) procurarsi la provvista?

grazie

Come ti ho già detto, la costituzione del fondo è obbligatoria ma, al contempo, lo stesso articolo prevede che, in base allo stato di avanzamento dei lavori, possano essere fatti i pagamenti. Quindi, delle due l'una:o si costituisce l'intero fondo o si accantona la somma necessaria ad ogni SAL.

 

Art. 1135 c.c.

IV) alle opere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo

speciale di importo pari all'ammontare dei lavori; se i lavori devono essere eseguiti in base a un contratto

che ne prevede il pagamento graduale in funzione del loro progressivo stato di avanzamento, il fondo

può essere costituito in relazione ai singoli pagamenti dovuti.

Ha sbagliato l'amministratore a non prevedere una delle due possibilità.

×