Vai al contenuto
dirvir

Condomini attigui creati in anni successivi.

Salve,

volevo chiedere pareri sulla situazione di 2 Condominii attigui creati in anni successivi.

Nel 2002 viene creata una palazzina di n.11 unità abitative sulla particella 1 e n.10 parcheggi sotterranei sulla particella 2.

Viene redatto apposito regolamento di Condominio che crea il Condominio "A" formato dalle 11 unità abitative e 10 parcheggi sotterranei.

Successivamente la ditta costruttrice inizia a realizzare una nuova palazzina sulla particella 2, sopra i parcheggi sotterranei esistenti, come veniva già dichiarato negli atti di vendita riguardanti la palazzina già realizzata.

La nuova palazzina, una volta terminata, nell'anno 2004, risulta composta di n.7 unità abitative e n.3 parcheggi a piano terra.

Anche in questo caso viene redatto apposito regolamento di Condominio che crea il Condominio "B" formato dalla 7 unità abitative e 3 parcheggi della nuova palazzina.

Tra le 2 palazzine create vi sono delle aree comuni, quali una piazzetta antistante l'ingresso della nuova palazzina e la strada di accesso ai parcheggi (sia quelli sotterranei che quelli al piano terra). Tali aree comuni, appartenenti alla particella 2, per espressa indicazione al catasto sono comuni a tutti i Sub della particella 2 e della particella 1, per cui comuni al Condominio "A" ed al Condominio "B".

Ad oggi, su richiesta di alcuni condomini del Condominio "A" viene fatta richiesta di includere i parcheggi sotterranei nel Condominio "B", con relativo ricalcolo dei millesimi, asserendo che c'è l'errore iniziale della creazione del Condominio "B" che avrebbe da subito dovuto includere i parcheggi sotterranei.

E' giusto che in Condominio "B" debba essere, per così dire, revisionato?

Nel caso ciò avvenisse si verrebbe a creare, secondo me, un palese conflitto di interessi, soprattutto sulla gestione delle aree comuni. Spiego.

I proprietari dei parcheggi sotterranei, che diventerebbero nuovi condomini del Condominio "B" sono gli stessi condomini del Condominio "A" ed avrebbero così doppio peso nelle votazioni riguardo proprio le aree comuni.

Per di più, nel caso di decisioni dove è necessario avere una maggioranza qualificata (maggioranza di intervenuti + maggioranza dei millesimi) nel nuovo Condominio "B" i proprietari dei parcheggi sotterranei (che sono 10, contro i 7 degli appartamenti) potrebbero far verificare che non si crei mai una maggioranza di intervenuti, creando pericolose situazioni di stallo decisionale.

Come hai descritto si tratta di un Supercondominio, ovvero due condominii con parti comuni quali una piazzetta antistante l'ingresso della nuova palazzina e la strada di accesso ai parcheggi (sia quelli sotterranei che quelli al piano terra), non ci sarebbe nessun conflitto d'interesse ne maggior peso nel numero di voti nelle assemblee del supercondominio dove parteciperanno tutti i condomini per deliberare spese straordinarie, perchè chi possiede l'appartamento nel condominio "A" e parcheggio sotterraneo al di sotto del condominio "B" parteciperà con un (e non due) voto solo rappresentante la somma dei mlm delle sue proprietà, mentre nelle assemblee per le spese ordinarie sarebbero presenti i rappresentanti dei due palazzi.

Comunque ritengo che il parcheggio sotteraneo avrebbe dovuto si da subito appartenere al condominio "B" perchè è un sub diverso da quello di "A", e non sarebbe male l'idea dei condomini di includere i parcheggi sotterranei nel Condominio "B", con relativo ricalcolo dei millesimi.

Come hai descritto si tratta di un Supercondominio, ovvero due condominii con parti comuni quali una piazzetta antistante l'ingresso della nuova palazzina e la strada di accesso ai parcheggi (sia quelli sotterranei che quelli al piano terra), non ci sarebbe nessun conflitto d'interesse ne maggior peso nel numero di voti nelle assemblee del supercondominio dove parteciperanno tutti i condomini per deliberare spese straordinarie, perchè chi possiede l'appartamento nel condominio "A" e parcheggio sotterraneo al di sotto del condominio "B" parteciperà con un (e non due) voto solo rappresentante la somma dei mlm delle sue proprietà, mentre nelle assemblee per le spese ordinarie sarebbero presenti i rappresentanti dei due palazzi.

Comunque ritengo che il parcheggio sotteraneo avrebbe dovuto si da subito appartenere al condominio "B" perchè è un sub diverso da quello di "A", e non sarebbe male l'idea dei condomini di includere i parcheggi sotterranei nel Condominio "B", con relativo ricalcolo dei millesimi.

Nel caso di voler includere i parcheggi sotterranei chi dovrebbe partecipare alla votazione per la modifica del Condominio "B" e per il relativo ricalcolo dei millesimi e quale sarebbe la maggioranza necessaria perchè ciò avvenga?

Nel caso di voler includere i parcheggi sotterranei chi dovrebbe partecipare alla votazione per la modifica del Condominio "B" e per il relativo ricalcolo dei millesimi e quale sarebbe la maggioranza necessaria perchè ciò avvenga?
Secondo il mio parere dovrebbero partecipare tutti i proprietari delle u.i. più tutti i proprietari dei posti auto sotterranei se questi sono di proprietà esclusiva, se invece il garage sotterraneo è comune a tutti, in pratica è una unica unità in comproprietà di tutti i possessori dei posti auto, in questo caso dovrà partecipare uno solo in rappresentanza di tutti.

Il ricalcolo dei mlm si potrà approvare con la maggioranza del 2° comma art. 1136 cc, > teste presenti in assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'intero stabile (500 mlm)

×