Vai al contenuto
aleste1720

Condómini morosi e falla nel conto condominiale

Buongiorno,

 

due condómini non pagano le quote a preventivo, il loro debito incide non poco sul c/c condominiale, si attiva la proceduta di decreto ingiuntivo ma nel frattempo bisogna tappare la falla causata dalla loro insolvenza. Posso chiedere l'ammontare in questione agli altri condómini con garanzia, ovviamente, di rimborso a causa vinta? Se sì, esiste un art. di Legge di cui avvalersi?

 

Grazie.

 

Alessandro

Non credo che nessuno ti sottoscriverà una garanzia del genere, comunque i morosi con il Decreto Ingiuntivo devono pagare se non lo faranno si può procedere con il pignoramento dei beni, nel frattempo l'assemblea può deliberare la formazione di un fondo per coprire l'ammanco dei morosi, leggi questi due articoli;

https://www.condominioweb.com/condomini-morosi-e-decreto-ingiuntivo-contro-il-condominio.2279

https://www.condominioweb.com/anticipare-le-somme-dovute-dal-condominio-moroso-e-ripartizione-delle-sue-quote.708

Tullio io credo che Aleste si riferisse proprio a questo, creare un fondo che copra temporaneamente l'ammanco.

Tullio io credo che Aleste si riferisse proprio a questo, creare un fondo che copra temporaneamente l'ammanco.
Il fondo si può creare come specificato nell'allegato che avevo postato, ma non credo sia necessaria la garanzia, da parte dell'amministratore, come mi hai fatto notare.
Il fondo si può creare come specificato nell'allegato che avevo postato, ma non credo sia necessaria la garanzia, da parte dell'amministratore, come mi hai fatto notare.

Salve,

l'Amministratore tutto deve fare tranne dare garanzie a vuoto. Nessuna causa è scontata. Il condominio può non essere il solo creditore che cerca di soddisfare i suoi diritti. Di fatto anche con l'azione di pignoramento non è detto che le somme tornino, quindi consiglio di evitare di dare garanzie. L'unica cosa da fare è costituire il fondo e sperare che non vi siano altri creditori e che il denaro ottenuto basti a soddisfare il credito.

 

Cordiali saluti.

Salve,

l'Amministratore tutto deve fare tranne dare garanzie a vuoto. Nessuna causa è scontata. Il condominio può non essere il solo creditore che cerca di soddisfare i suoi diritti. Di fatto anche con l'azione di pignoramento non è detto che le somme tornino, quindi consiglio di evitare di dare garanzie. L'unica cosa da fare è costituire il fondo e sperare che non vi siano altri creditori e che il denaro ottenuto basti a soddisfare il credito.

 

Cordiali saluti.

Infatti avevo scritto;

- ma non credo sia necessaria la garanzia, ...

e prima ancora nel post precedente;

- Non credo che nessuno ti sottoscriverà una garanzia del genere

Nessuno significa proprio nessuno amministratore compreso🙂

Se la "falla" è consistente, chiederei all'amministratore di fare una ispezione ipotecaria. Se il bene è capiente e non ci sono pignoramenti in corso, farei decreto ingiuntivo e ipoteca giudiziale. Poi si decide con più calma.

×