Vai al contenuto
glauco9

Con la nuova legge

Buona sera, vorrei proporre un quesito in merito all'obbligatorietà della costituzione del condominio con la nuova legge. Con la nuova legge l'obbligatorietà della costituzione condominiale è stata portata a più di 8 condomini. Nel condominio in cui abito il numero dei condomini è proprio 8 e, perciò, non è obbligatorio la costituzione del condominio. Allo stato attuale il condominio è retto da un amministratore interno che, eletto 3 anni fa, non ha mai presentato i bilanci ne preventii ne consuntivi. A pagare le rate condominiali, stabilite forfettariamente, siamo soltanto due concomimi, facendoci carico delle spese di luce, ascensore e quant'altro. Gli altri condomini non pagano anche perchè pretendono i rendiconti. Avevo intenzione di chiedre l'Amministratore giudiziario, ma ora con la nuova legge posso farlo? Come posso fare per mettere ordine ai pagamenti e se dal 18 giugno non è obbligatorio costituire il condominio? chi sarà a dover raccogliere le quote, e fare i pagamenti? Grazie per l'aiuto che vorrete darmi e scusate la lunghezza dell'esposizione. Grazie

Scritto da glauco9 il 24 Mag 2013 - 23:53:04: Buona sera, vorrei proporre un quesito in merito all'obbligatorietà della costituzione del condominio con la nuova legge. Con la nuova legge l'obbligatorietà della costituzione condominiale è stata portata a più di 8 condomini. Nel condominio in cui abito il numero dei condomini è proprio 8 e, perciò, non è obbligatorio la costituzione del condominio. Allo stato attuale il condominio è retto da un amministratore interno che, eletto 3 anni fa, non ha mai presentato i bilanci ne preventii ne consuntivi. A pagare le rate condominiali, stabilite fo [...]

Il fatto che non sia obbligatorio per legge non vuol dire che sia vietato.

Vi riunite costituite il condominio, nominate un amministratore serio ed avrete tutti i bilanci e rendiconti che non avete ricevuto fino aad oggi.

 

 

Rag. Roberto Buziol

 

il condominio si costituisce per "stato di fatto" e non con assemblea ,ovvero quando esitono gia' almeno due proprietari distinti di unita' con parti in comune .

 

la legge dice una cosa diversa ,e' obbligatoria la figura dell'amministratore quando il condominio e' composto da piu' di 8 condomini .

 

“Puntò, duje puntì, puntò e virgolà, ma sì, fai bberè ca' abbondiamò, abondantìs adbondandùm"

Concordo con Peppe...il Condominio è e resta costituito (foste anche solo 2 proprietari).

 

Un amministratore che non presenta i bilanci da più di 2 anni è motivo sufficente per "licenziarlo" dalla nomina ma visti i tempi dovevi muoverti prima.

Se vi sono irregolarità e non trovate accordo puo comunque andare da un Giudice.

 

Hannor agione pure i condomini che non pagano perchè senza bilanci preventivi o consuntivi e riparti approvati l' amministratore non ha titolo per chiedere quote...mi resta un dubbio: ma visto che non tutti pagano li ha messi lui i soldi che mancano?

 

 

Sono daccordo con Dimaraz

fate richiesta scritta all'amministratore eletto 3 anni fa di visionare la documentazione perchè è un vostro diritto! chiedete anche di convocare un'assemblea, se entro 10 giorni non si attiverà vi autoconvocate e rimettete il mandato! Nominate un buon amministratore perchè la situazione contabile mi sembra abbastanza ingarbugliata!

 

 

×