Vai al contenuto
AIRE-PV

Comunione o Condominio (orizzontale) ?

Buongiorno a tutti. Sono stato nominato amministratore di un recente complesso che io sostengo essere un condominio orizzontale ma che alcuni proprietari (tra cui la figlia del costruttore/venditore e un noto avvocato) sostengono (ed hanno sempre sostenuto informalmente) che si tratti di comproprietà e comunione.

Il complesso è costituito da 15 ville indipendenti che hanno in comune il cancello d'ingresso (unica possibilità di accesso alle proprietà private!), la strada interna, l'illuminazione di questa con il sistema di videosorveglianza, la rete fognaria dotata di vasche e pompe sommerse. Nel luglio 2012 il costruttore ha istituito il codice fiscale del complesso denominato CONDOMINO XXXXXX. Ai vari rogiti è allegato un foglio (scritto dal costruttore/venditore) dove viene specificato che gli acquirenti sono comproprietari della strada comune e del suo giardinetto e che in parti uguali devono contribuire alle spese di mantenimento di questa. All'inizio del 2014 è stata fatta un'assemblea dove veniva nominato l'amministratore (poi cambiato per totale inefficienza) e questo verbale non è mai stato contestato (ovvero impugnato). Alla mia richiesta, verbalizzata sul registro assembleare, di istituzione del registro anagrafe condominiale i 3 proprietari contestano questa richiesta (e anche la suddivisione in mm) sostenendo che il complesso NON è un condominio. Io ho scritto ad alcuni di questi la differenza tra comunione e condominio, ma niente. Se non ci fosse l'avvocato che minaccia azioni, lascerei cadere la questione, ma io ho dei doveri. Cosa ne pensate?

Se così descritto è un condominio orizzontale.

 

Comunione: è quella particolare forma di proprietà nella quale due o più persone sono proprietarie dello stesso bene

 

Condominio: è quella particolare forma di comunione nella quale accanto a parti di proprietà esclusiva (le unità immobiliari) di distinti soggetti, vi sono delle parti di proprietà comune a tutti la cui funzione essenziale è quella di consentire il godimento delle prime

 

In questo caso specifico si configura come condominio perché il cancello posto all'ingresso della proprietà, il viale interno e tutti i suoi accessori come lampioni per l'illuminazione ecc.. rimangono l'unica possibilità di accesso alle singole proprietà private.

Grazie per la risposta.

Anch'io concordo. Tra le altre argomentazioni che ho scritto ai 3 "ribelli" anche che ma l'avvocato (uno dei 3 ribelli) sostiene con decisione che trattasi di comunione e di agire per vie legali (facile per lui) se compierò atti inerenti a questa "impostazione" (per esempio richiedere il costo per la mancata compilazione della scheda anagrafe condominiale!). Io sono sicuro che trattasi di condominio orizzontale, ma vorrei appunto essere ulteriormente rassicurato.

A prescindere dalle giuste tue considerazioni a te, nominato regolarmente amministratore dalla maggioranza, come suol dirsi "te ne può.....importare di meno", agisci professionalmente e senza timori reverenziali nei confronti dell'avvocato disinformato (e dei due minoritari ed anch'essi disinformati) ed in minoranza, l'eventuale azione legale sarà necessariamente nei confronti del condominio il quale risulterà al 99,99% vincente lo 0,01 residuo sarà a carico del condominio, perché tale è, come da altri confermato

×