Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
cesco6666

Comunicazioni all'agenzia delle entrate

Salve, nel mio condominio si è fatta quest'anno una manutenzione straordinaria dello stabile, installando anche un impianto autoclave, nuovi infissi e portone d'ingresso e anche riparazione di impianto tv centralizzato e parabole con sostituzioni di antenne,cavi e quant'altro. Su otto quote, sei sono state regolarmente bonificate alle imprese ,mancano due quote parziali. Il prossimo anno quando dovrò dichiarare all'intendenza di finanza i versamenti effettuati, cosa dovrò dichiarare, solo le quote versate dai condomini tralasciando le quote non bonificate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve, nel mio condominio si è fatta quest'anno una manutenzione straordinaria dello stabile, installando anche un impianto autoclave, nuovi infissi e portone d'ingresso e anche riparazione di impianto tv centralizzato e parabole con sostituzioni di antenne,cavi e quant'altro. Su otto quote, sei sono state regolarmente bonificate alle imprese ,mancano due quote parziali. Il prossimo anno quando dovrò dichiarare all'intendenza di finanza i versamenti effettuati, cosa dovrò dichiarare, solo le quote versate dai condomini tralasciando le quote non bonificate?

tu devi dichiarare solo gli importi che hai bonificato ai fornitori (effettuati con bonifico "parlante") ripartiti per millesimi di proprietà e se quel condomino ha versato la sua quota prevista entro il 31/12.

 

ciò indipendentemente dai loro versamenti al condominio che al fisco non interessano: è una contabilità interna al condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciò indipendentemente dai loro versamenti al condominio che al fisco non interessano: è una contabilità interna al condominio.

ciao

Corretto il resto, ma non concordo sulla frase sopra, visto che si la somma che certifica deve essere pari ai bonifici, ma se uno non ha versato pur avendone l'obbligo, se uso solo il criterio dei millesimi, gli do ulteriori benefici a scapito di chi ha invece versato interamente.

 

Al fisco dirò che la fattura era di mille e che ne ho bonificati solo 500 riportando poi i millesimi di competenza e la cifra effettiva versata sino alla completa copertura della sua quota millesimale, mentre a chi non ha versato, faccio la stessa dichiarazione, indicando però il versato 0.

 

Successivamente quando verserò gli altri 500 farò la dichiarazione indicando millesimi, acconti e saldi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciao

Corretto il resto, ma non concordo sulla frase sopra, visto che si la somma che certifica deve essere pari ai bonifici, ma se uno non ha versato pur avendone l'obbligo, se uso solo il criterio dei millesimi, gli do ulteriori benefici a scapito di chi ha invece versato interamente.

 

Al fisco dirò che la fattura era di mille e che ne ho bonificati solo 500 riportando poi i millesimi di competenza e la cifra effettiva versata sino alla completa copertura della sua quota millesimale, mentre a chi non ha versato, faccio la stessa dichiarazione, indicando però il versato 0.

 

Successivamente quando verserò gli altri 500 farò la dichiarazione indicando millesimi, acconti e saldi.

ciao camillo.

 

... abbiamo già fatto tempo addietro questo tipo di confronto 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciao

Corretto il resto, ma non concordo sulla frase sopra, visto che si la somma che certifica deve essere pari ai bonifici, ma se uno non ha versato pur avendone l'obbligo, se uso solo il criterio dei millesimi, gli do ulteriori benefici a scapito di chi ha invece versato interamente.

 

Al fisco dirò che la fattura era di mille e che ne ho bonificati solo 500 riportando poi i millesimi di competenza e la cifra effettiva versata sino alla completa copertura della sua quota millesimale, mentre a chi non ha versato, faccio la stessa dichiarazione, indicando però il versato 0.

 

Successivamente quando verserò gli altri 500 farò la dichiarazione indicando millesimi, acconti e saldi.

Condividiamo la tua interpretazione io e la mia esperta commercialista...

Quest'anno comunicherò all'ade le sole quote dei due condomini morosi che finalmente mi hanno pagato (pagato quest'anno il residuo della fattura 2016 con bonifico parlante..). E' la cosa giusta da fare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma se su otto quote io ricevo sei quote, comunico al fisco il totale bonificato ripartendolo in millesimi tra tutti e otto i condomini, alla fine ai sei che hanno pagato risulterà un importo inferiore di quello effettivamente versato. E' questa la procedura esatta? Poi nella dichiarazione che farò di sgravio fiscale riporterò le quote effettivamente versate dai condomini, giusto? Ho chiesto a vari professionisti ma non tutte le opinioni erano concordi , da qui la mia confusione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inoltre se alcuni condomini hanno fatto un accordo con la ditta per pagare ratealmente direttamente a lei, e quindi con me non hanno avuto alcun rapporto, cosa devo dichiarare al fisco?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma se su otto quote io ricevo sei quote, comunico al fisco il totale bonificato ripartendolo in millesimi tra tutti e otto i condomini, alla fine ai sei che hanno pagato risulterà un importo inferiore di quello effettivamente versato. E' questa la procedura esatta? Poi nella dichiarazione che farò di sgravio fiscale riporterò le quote effettivamente versate dai condomini, giusto? Ho chiesto a vari professionisti ma non tutte le opinioni erano concordi , da qui la mia confusione.

il fisco non non vuole sapere le quote versate dai condomini, ma la cifra che tu hai bonificato al fornitore.

per ogni condomino poi vuole sapere qual'è la sua quota imputabile (ovviamente riferita al bonificato) e la guida dell'agenzia specifica che è su base millesimale (La detrazione spetta ad ogni condomino in base alla quota millesimale); vedi in fondo a pag. 9 della guida http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/AI+guide+italiano/Ristrutturazioni+edilizie+it/Guida_Ristrutturazioni_edilizie.pdf

sempre poi per ogni condomino vuole sapere se la sua quota imputabile è stata versata completamente o meno (sempre nell'anno di competenza).

 

a meno di cambiamenti futuri, il sw dell'agenzia delle entrate chiede le tre cose di cui sopra.

 

non è richiesto da nessuna parte di indicare quali sono le quote effettivamente versate dai condomini (parlo dell'ade ovviamente).

 

- - - Aggiornato - - -

 

Inoltre se alcuni condomini hanno fatto un accordo con la ditta per pagare ratealmente direttamente a lei, e quindi con me non hanno avuto alcun rapporto, cosa devo dichiarare al fisco?

tu devi fare il tuo lavoro per quel che hai gestito come condomìnio.

ognuno è responsabile personalmente verso il fisco per ciò che dichiara; vedrà lui quel che deve fare.

al fisco non devi dichiarare nulla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie , quindi io dichiaro in base al bonificato diviso in millesimi di tutti i condomini. Ma la certificazione che io presenterò ai condomini per avere lo sgravio riporterà le quote che loro hanno effettivamente versato? Perchè a loro quello interessa per riavere il 50% in dieci anni. Già me lo hanno richiesto per il prossimo anno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie , quindi io dichiaro in base al bonificato diviso in millesimi di tutti i condomini. Ma la certificazione che io presenterò ai condomini per avere lo sgravio riporterà le quote che loro hanno effettivamente versato? Perchè a loro quello interessa per riavere il 50% in dieci anni. Già me lo hanno richiesto per il prossimo anno

anche la certificazione che fornirai ai condomini dovrà far riferimento alla ripartizione di spesa di quanto bonificato.

Una cosa è quanto pagano i condomini, altra quanto tu bonifichi all'impresa.

 

es. poniamo una spesa complessiva di 100 interamente pagata dai condomini, se tu nel 2017 hai bonificato all'impresa 80, dovrai certificare ai condomini l'importo delle quote a carico sulla base della ripartizione di 80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie , quindi io dichiaro in base al bonificato diviso in millesimi di tutti i condomini. Ma la certificazione che io presenterò ai condomini per avere lo sgravio riporterà le quote che loro hanno effettivamente versato? Perchè a loro quello interessa per riavere il 50% in dieci anni. Già me lo hanno richiesto per il prossimo anno

i condomini che ti hanno chiesto questo non sono informati, sbagliano e devono stare attenti col fisco.

 

supponiamo che abbiate preventivato 1000.

 

supponiamo che ognuno dei condomini doveva versare 100.

 

versano solo 8 e tu quindi avrai solo 800.

 

paghi per 800 e gli 8 condomini si detraggono per 100 cadauno: gli altri due zero.

 

l'anno dopo poi, entro la data termine della presentazione della dichiarazione dei redditi come previsto dal fisco (*), pagano gli altri due per 100 e avendo risparmiato chiudete con l'impresa a 900 (bonifichi altri 100) e chiudete la contabilità.

 

quant'è che si dovevano detrarre i condòmini: 90 a testa.

 

invece tutti hanno usufruito o vogliono usufruire di detrazioni per 100 anzichè per 90.

oppure gli otto che non hanno versato nulla nell'anno successivo non detraggono più e i due detraggono quanto versato e cioè 100 ?

 

comunque si chiedono al fisco detrazioni per 1000 anzichè per 900 ...

 

quindi secondo te il fisco fa il benefattore, cioè rimborsa di più di quanto speso (nell'anno di cpompetenza) ?

 

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/AI+guide+italiano/Ristrutturazioni+edilizie+it/Guida_Ristrutturazioni_edilizie.pdf

(*) Per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio, il beneficio compete conriferimento all’anno di effettuazione del bonifico da parte dell’amministrazione delcondominio.In tale ipotesi, la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a luiimputabile, a condizione che quest’ultima sia stata effettivamente versata alcondominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/AI+guide+italiano/Ristrutturazioni+edilizie+it/Guida_Ristrutturazioni_edilizie.pdf

(*) Per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio, il beneficio compete conriferimento all’anno di effettuazione del bonifico da parte dell’amministrazione delcondominio.In tale ipotesi, la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a luiimputabile, a condizione che quest’ultima sia stata effettivamente versata alcondominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

ciao

l'applicazione della norma data dall'AdE non va discussa. Però se tu non hai fatto il bonifico parlante entro il 31.12 certificherai solo il totale che hai versato nei termini e quindi o lo suddividerai tra tutti, penalizzando i corretti, o lo dividerai come io ritengo corretto sia suddiviso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E quindi come deve esssere fatta la dichiarazione? Come è logico che sia e cioè dichiarando quello che in base ai millesimi i condomini hanno effettivamente versato al 31.12.2017 o suddividendo il bonificato tra tutti i condomini anche se non tutti hanno pagato, andando a penalizzare i virtuosi? E' questo che è confuso anche tra commercialisti e amministratori che ho contattato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E quindi come deve esssere fatta la dichiarazione? Come è logico che sia e cioè dichiarando quello che in base ai millesimi i condomini hanno effettivamente versato al 31.12.2017 o suddividendo il bonificato tra tutti i condomini anche se non tutti hanno pagato, andando a penalizzare i virtuosi? E' questo che è confuso anche tra commercialisti e amministratori che ho contattato.

vale la seconda ipotesi da te descritta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buonasera, mi inserisco nella discussione per chiedere quest'anno entro che termine bisogna trasmettere i dati all'agenzia delle entrate? Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×