Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Alice2

Comunicazione ASL, quando è veramente obbligatoria?

Ho provato a scrivere anche su un'altra discussione, ma non ho avuto risposta. Ripropongo la domanda:

"Buongiorno a tutti. Ho una domanda da fare che riguarda la comunicazione alla ASL. Ho cominciato dei lavori di ristrutturazione che, in realtà sono quasi finiti, facendo regolare comunicazione di inizio lavori (non DIA, quindi) e pagando con bonifici per usufruire della detrazione del 36%. Ora, però, la posa del parquet la farò fare da un'altra ditta, ma non ho capito se devo fare una integrazione alla centro operativo di pescare e comunicazione alla asl, visto che a questo punto le ditte non è più una, ma due. Ho letto su altri vostri interventi che quando ci sono due ditte, le comunicazioni sono obbligatorie, ma leggendo il d. lgs. 81/2008 la notifica preliminare è obbligatoria per i cantieri di cui all'art. 90 comma 3 (obbligo di nomina del coordinatore della progettazione) ma poi il comma 11 dello stesso articolo dice che se i lavori sono privati ed inferiori a 100 mila euro l'obbligo di questa nomina non sussiste ... quindi neanche quello della notifica a cui è legato ??? Aiutatemi, perchè, come già detto, i lavori sono quasi ultimati e non so cosa fare. Grazie."

Qualcuno può rispondermi celermente, perchè se devo fare la comunicazione la devo inviare oggi, grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Benvenuta nel forum.

 

Il D.l.g.s. 81/2008 stabilisce che:

-in presenza di 2 ditte sia necessario il coordinatore sicurezza

-se vi è Dia o Concessione ed. il direttore lavori.

Lo stesso decreto prevede che per la Comunicazione AsL ai fini agevolativi,nonchè per la notifica preliminare, l'obbligo scatta quando sussiste almeno una delle seguenti condizioni:

-almen due ditte anche non contemporaneamente;

-impiego di 200/h uomini giorno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buona sera a tutti. Devo cominciare dei lavori per la realizzazione di una tettoia chiusa a veranda in legno lamellare; ho già pagato al mio comune di residenza 50€ metro quadrato come previsto dall'art.20 L.R. 16/04/03 per la realizzazione di strutture removibili(scrivo dalla Sicilia). Questi lavori verranno eseguiti da 3 ditte differenti (una fornirà la tettoia, l'altra gli infissi per la chiusura a veranda e la terza delle grate di sicurezza sulle finestre). Volevo sapere se devo inviare una sola comunicazione alla ASL con elencate le imprese esecutrici dei lavori oppure 3 comunicazioni una per ogni impresa?

Se devo allagare alla comunicazione ASL la dichiarazione dell'impresa ai sensi della circolare del ministero delle finanze e dei lavori pubblici 24 febbraio 1998, n. 57/E?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Benvenuto nel forum.

 

Innanzitutto la prossima volta,per cortesia, apri una discussione nuova,altrimenti si rischia di confondersi con la Comunicazione Asl legata all'agevolazione del 36%,di cui tu non puoi usufruire.

La comunicazione preliminare è legata,invece,all'intervento edilizio in quanto tale e con la presenza di 3 ditte,anche non contemporaneamente,si rende necessaria.

Per i dettagli serve un addetto ai lavori,geometra o altro professionista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve, leggendo un po' sul forum mi sono reso conto che forse potrei perdere il diritto alla detrazione fiscale del 36%! espongo la situazione:

-in aprile ho iniziato dei lavori di ristrutturazione edilizia ed ho mandato la comunicazione a Pescara, specificando che non vi era l'obbligo di comunicazione preventiva all'Asl (pensavo che valesse solo il criterio di "meno di 200 operai/ giorno ed inoltre inizialmente pensavo che i lavori potessere essere eseguiti da una sola ditta).

-leggendo sul forum ho visto che l'obbligo di comunicazione preventiva sussiste anche se il lavoro viene eseguito da più di 2 ditte, cosa che nel mio caso è avvenuta.

-controllando tra i documenti in mio possesso ho scoperto che avevo fatto la comunicazione preventiva all'asl (ma non all'Ade)per una delle due ditte (quella che ha iniziato i lavori) ma non per quella che successivamente ha fatto gli impianti.

- le due ditte hanno emesso due fatture pagate regolarmente con bonifico.

DOMANDA: ho perso la detrazione? e se sì, c'è un modo per tentare di mettermi in regola?

 

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Benvenuto nel forum.

 

Secondo me,essendo terminati gli interventi,non è più possibile sanare a posteriori una mancata Comunicazione,quindi,l'irregolarità permane.

Puoi tentarla,conoscendo il rischio derivante da un eventuale controllo,raro,ma possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Innanzitutto grazie per il benvenuto e per la celere risposta.

Volevo chiedere solo una cosa: per "tentarla" intendi chiedere ugualmente la detrazione senza inviare nessuna ulteriore integrazione all'Ade? Grazie ancora per la disponibilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da alessandro1980 il 04 Ott 2010 - 15:01:32: Innanzitutto grazie per il benvenuto e per la celere risposta.

Volevo chiedere solo una cosa: per "tentarla" intendi chiedere ugualmente la detrazione senza inviare nessuna ulteriore integrazione all'Ade? Grazie ancora per la disponibilità.

La Comunicazione mancante non è quella ad AdE,bensì,quella all'Asl competente coi contenuti relativi non alla pratica edilizia(quella si chiama notifica preliminare)quanto a quella agevolativa.

Se la inviassi ora ,oltre i termini, evidenzieresti l'anomalia,peggiorando la situazione e non sanando qualcosa che andava inviato mesi fa,questo perchè tale Comunicazione ha come scopo far scattare controlli in loco durante i lavori,capisci bene quanto sarebbe inutile e soprattutto inefficace.

 

Per tentarla intendo proprio ciò che hai scritto,consapevole,dei rischi e dell'anomalia in essere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sono colpito dalla tua chiarezza e disponibilità... peccato non aver incontrato questo forum prima.

 

Grazie ancora e buona giornata!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da alessandro1980 il 04 Ott 2010 - 15:35:20: Sono colpito dalla tua chiarezza e disponibilità... peccato non aver incontrato questo forum prima.

 

Grazie ancora e buona giornata!

 

Sarà per la prossima.

(Comunque nella sezione fiscale di questo forum,potrai trovare informazioni a tema).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buongiorno!Mi appresto ad iniziare i lavori di recinzione presso la mia abitazione. Allo stato attuale la ditta incaricata, causa contemporanei cantieri presso altri clienti, non garantisce di seguire in toto i lavori (si occupa sicuramente della parte relativa alle fondamenta, per la recinzione vera e propria potrebbe rendersi necessario ricorrere ad altra ditta).

Come mi comporto?Invio solo la Comunicazione per la detrazione del 36% al Centro Operativo di Pescara?Eventualmente integro in un secondo momento la pratica con la Comunicazione Asl nel caso fossero realmente 2 le ditte ad operare?

Inoltre (da quanto carpito da precedenti risposte), il ricorso a seconda ditta comporterebbe la nomina del coordinatore sicurezza?

Mentre il direttore lavori, essendo io in possesso di DIA, va nominato in ogni caso?Anche con un'unica ditta?

 

Ringrazio e saluto cordialmente

 

Gabriele Bertolini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il Direttore Lavori è obbligatorio in caso di DIA, indipendentemente dal numero di ditte e dalla sicurezza.

 

Può assumere lui l'incarico di coordinatore per la sicurezza, se è abilitato.

 

Parlane con lui, con più di una ditta il coordinamento è obbligatorio.

 

Saluti

 

Giuseppina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ringrazio Giuseppina per il chiarimento. Attendo nuove (spero buone) sulla restante parte del quesito.

 

Saluti

 

Gabriele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da 5gabriele il 21 Ott 2010 - 11:11:07: Come mi comporto?Invio solo la Comunicazione per la detrazione del 36% al Centro Operativo di Pescara?Eventualmente integro in un secondo momento la pratica con la Comunicazione Asl nel caso fossero realmente 2 le ditte ad operare?

Esattamente,eventualmente integrerai.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gentilissima!Ringrazio e saluto.

 

Gabriele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A distanza, è accaduto quanto si "temeva". Per alcuni lavori della mia recinzione, si è reso necessario il subentro di altra ditta.

E' sufficiente la Comunicazione Asl o devo rispedire anche la Comunicazione all'AdE?

Specifico che la prima ditta sta completando quanto di sua competenza e che non ho ancora effettuato alcun pagamento. La seconda subentrerà probabilmente la prossima settimana.

 

Ringrazio e saluto

 

Gabriele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da 5gabriele il 21 Mar 2011 - 19:03:11: E' sufficiente la Comunicazione Asl o devo rispedire anche la Comunicazione all'AdE?

No,non è sufficiente,si deve integrare con reinvio di Comunicazione al COP di nuovo modulo,ceck sulla casella apposita e due righe di spiegazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve, sto per iniziare dei lavori di ristrutturazione: installazione parquet, cambio finestre e porte interne, rifacimento bagno e cucina, ripittura.

 

Effettuerò i lavori con alcuni operai indipendenti (idraulico, ellettricista, pittore ecc) visto che le ditte hanno chiesto prezzi assurdi.

Vorrei chiedere 2 domande:

- il fatto di usare operai e non una ditta comporta rischi o complicazioni burocratiche?

- è necessaria la DIA? con il parere di un tecnico?

- per la detrazione del 36% devo mandare la comunicazione all'ASL?

 

Grazie anticipatamente,

 

Cristiano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per Cristiano Bellavitis:

i tuoi sono lavori di manutenzione ordinaria, quindi niente pratiche edilizie o altro, ma anche niente detrazione del 36%. Per le finestre, se rispettano i requisiti, potresti richiedere il 55%.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie della pronta risposta. In effetti ho visto che il testo unico e la guida alle ristrutturazioni edilizie permettono di detrarre il 36% solo sui lavori straordinari. Però il testo unico include nei lavori straordinari anche la realizzazione ed integrazione dei servizi igienico sanitari, quindi anche il rifacimento del bagno può essere detratto?

 

Per quanto riguarda l'IVA al 10%, mi sai dire se comprando direttamente io ne posso usufruire? Ho visto che la guida dell'agenzia delle entrare distingue tra ristrutturazione e manutenzione ordinaria/straordinaria.

 

Ciao e grazie,

 

Cristiano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Cristiano Bellavitis il 12 Apr 2011 - 16:55:33:

1) Però il testo unico include nei lavori straordinari anche la realizzazione ed integrazione dei servizi igienico sanitari, quindi anche il rifacimento del bagno può essere detratto?

 

2)Per quanto riguarda l'IVA al 10%, mi sai dire se comprando direttamente io ne posso usufruire?

3)Ho visto che la guida dell'agenzia delle entrare distingue tra ristrutturazione e manutenzione ordinaria/straordinaria.

1)Se lavori STRAORDINARI sono allora la Dia/Scia devono avere,questo fa la differenza,questo consente la loro ammissibilità all'agevolazione fiscale.

2)NO.

3)Sì ed ognuna di esse ha un'autorizzazione edilizia che la contraddistingue.

No autorizzazione no agevolazione,a ameno che si tratti di intervento diretto a garantire un risparmio energetico certificato od un adeguamento a norma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In base a quello che è stato scritto nelle precedenti in merito alla obbligatorietà della comunicazione alla ASL mi chiedo:

 

- è obbligatoria se per i lavoro di manutenzione/ristrutturazione intervengono più ditte

 

oppure

 

- se i lavori vengono eseguiti da una sola ditta, ma con l'im piego di oltre 200 lavoratori

 

Il mio dubbio è questo:

 

- sono obbligato a inviare la comunicazione alla ASL se intervengono du ditte che impiegano complessivamente; ad esempio, 5 lavoratori

 

- NON sono obbligato se invece i lavori vengono eseguiti da una sola ditta che ne impiega 50?

 

Mi sembra assurdo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Temo tu abbia fatto male i tuoi conti:

200/h uomini giorno significa 200/8= almeno 25 uomini al lavoro,quindi 1 sola ditta con 50 addetti all'opera fa scattare l'obbligo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da ft48 il 06 Mag 2011 - 14:05:50: - se i lavori vengono eseguiti da una sola ditta, ma con l'im piego di oltre 200 lavoratori

 

Il mio dubbio è questo:

 

- sono obbligato a inviare la comunicazione alla ASL se intervengono du ditte che impiegano complessivamente; ad esempio, 5 lavoratori

Occhio che stiamo parlando di 200 uomini-giorno non al giorno, perciò ipotizziamo che il tuo cantiere con una sola ditta duri un mese e quindi 22 giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì).

Se in cantiere opereranno sempre 5 operai, otterrai 5x22=110 uomini-giorno. ==> niente cominicazione ASL

Se in cantiere opereranno sempre 10 operai, otterrai 10x22=220 uomini-giorno. ==> sì cominicazione ASL

Indicativamente un cantiere il cui costo sia superiore a 100.000 euro, è soggetto a notifica preliminare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il caso che mi riguarda è il seguente:

 

- i lavori da eseguire riguardano parti comuni condominiali e consistono in:

. riparazione e rifacimento della facciata esterna dei parapetti dei balconi

. rinnovo della tinteggiatura della parte sottostante dei balconi

. sostituzione dei canali di scolo delle acque piovane (canali di gronda e pluviali)

- verrà montato un ponteggio

- i lavori saranno eseguiti da due ditte (due fatture separate)

- durata dei lavori circa 4 settimane

- forza lavoro impiegata: 6/7 unità al giorno

- l'importo complessivo sarà di circa 35/36 mila euro compreso IVA.

 

Il tutto dovrebbe rientrare nella casististica della 'manutenzione ordinaria'.

 

Ci vuole la DIA o la SCIA?

Occorre fare la comunicazione alla ASL?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×