Vai al contenuto
condominiostellalpin

Comune chiede pagamento TARI 2014 all'amministratore.

Amministro un condominio di case per vacanza, l'amministrazione comunale ha richiesto all'amministratore il pagamento della TARI 2014 per tutte le unità immobiliari. L'assemblea condominiale ha deliberato che l'amministratore non deve pagare, in quanto il comune deve richiedere il pagamento direttamente ai rispettivi proprietari.

Con propria deliberazione il comune ha disposto che l'amministratore deve pagare la tassa, concedendo la possibilità di omettere alcuni pagamenti a condizione che venga precisato e documentato il motivo, precisando che la delibera assunta dal comune ha più valore di quella presa dall'assemblea condominiale.

Trovando assurdo il comportamento dell'amministrazione comunale, chiedo se ci sono altre situazioni simili.

Grazie.

Parere spassionato.. la Tari, per definizione, è corrisposta dal "possessore o detentore a qualsiasi titolo di locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati."

Pertanto, sempre a mio parere, la delibera del comune non ha effetto nei confronti dell'amministratore del condominio o del condominio nella sua interezza.

Se non sbaglio l'art. 29 c dichiara che l'amministratore, a richiesta, debba comunicare il nominativo degli occupanti degli immobili (a trasmettere l’elenco degli occupanti odetentori dei locali ed aree dei partecipanti al condominio) non a pagare la tari per tutte le u.i. così come detto nel primo post...

Bingo !

E l'art. 29 nella parte che interessa ha anche un rimando all'art. 16 punto 4 del locale regolamento comunale, che precisa ulteriormente gli obblighi per l'amministratore : " Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento del tributo dovuto per i locali ed aree scoperte di uso comune e per i locali ed aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi, gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo. Il soggetto che gestisce i servizi comuni è tenuto alla presentazione della dichiarazione iniziale, di variazione o di cessazione relativa alle superfici dei locali ed aree ad uso comune , nonché di quelle utilizzate in forma esclusiva."

×