Vai al contenuto
Arkasa

Compenso preteso dall'amministratore uscente per passaggio di consegne

Salve,

ho da poco assunto un nuovo condominio, l'amministratore uscente ha predisposto il rendiconto annuale, non approvandolo in assemblea il suo elaborato.

Nel Bilancio vi è inserita una voce di spesa "per competenza di spesa (con fattura già emessa) per documenti passaggio di consegna" pari ad € 180,00.

L'Assemblea, chiamata a deliberare il bilancio consuntivo 2016 non ha riconosciuto tale richiesta dell'amministratore uscente, già dimissionato, non approvando il Suo rendiconto.

E' legittimo, da parte del collega, pretendere somme non previste dalla legge e dall'incarico di mandato, a suo tempo conferito?

Grazie.

A. M. 🙂

sera, secondo me, se l'assemblea delibera in modo differente, chi non è d'accordo non è tenuto al pagamento aggiuntivo al mandatario uscente, il quale ricade per intero su base volontaria sugli altri condomini favorevoli. Le solite pretese...

Non è così. . Se l'assemblea delibera favorevolmente, la delibera è valida anche per i dissenzienti.

mi sembrava di aver capito che l'assemblea non ha approvato questa spesa, peraltro illegittima, quindi come è stato già detto, se tale spese non era prevista nel preventivo presentato dall'amministratore al momento della sua nomina, nulla gli è dovuto.

×