Vai al contenuto
Coccolo

Compenso Amministratore - indietro il compenso che lui ha percepito?

Buongiorno ci siamo accorti che il nostro amministratore nel 2012/2014 nomina amministratore non ha assolutamente fatto alcun cenno al suo compenso è non lo ha dettagliato quindi in base alla legge la nomina é nulla. Chiedo possiamo richiedere indietro il compenso che lui ha percepito? Grazie

Direi di no visto che comunque e' ed e' stato il vostro amministratore .

Buongiorno ci siamo accorti che il nostro amministratore nel 2012/2014 nomina amministratore non ha assolutamente fatto alcun cenno al suo compenso è non lo ha dettagliato quindi in base alla legge la nomina é nulla. Chiedo possiamo richiedere indietro il compenso che lui ha percepito? Grazie

No. Approvando i bilanci avete approvato anche il relativo compenso.

 

La nullità viene decisa dal Giudice ed in ogni caso, l'amministratore resterebbe in carica in prorogatio fino a che non sia nominato un nuovo amministratore.

Anche questo anno ha fatto il furbo quindi se non approviamo il bilancio nulla percepisce?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Art.1129 nomina NULLA

Dubito che un giudice non riconosca a qualcuno che ha lavorato un compenso .

P.s. la prestazione l'avete avuta quindi direi che il compenso e' dovuto .

Scusate, sempre in tema di compenso amministratore, immagino sia possibile chiedere preventivi a destra e sinistra, ma se non sbaglio esiste più o meno un adeguamento di cifra ad u.i che è di 90-95€.....cercando in giro si può trovare realmente qualcuno a meno? quali voci eventualmente si devono controllare in un preventivo? (spese a chiamata, spese ufficio...ecc....) se un'amministratore dovesse indicare ad esempio tutto incluso, cosa si intende con quel tutto per non trovarsi con delle sorprese poi?

L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.

 

insomma la legge va rispettata o no?

L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.

 

insomma la legge va rispettata o no?

certo che la legge va rispettata ma bisogna seguire le procedure.

qualcuno deve impugnare, si porterà davanti a un giudice la documentazione opportuna e il giudice deciderà se la nomina è valida o meno, se deve essere comunque retribuito per il lavoro svolto oppure no, ecc. ecc.

L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.

 

insomma la legge va rispettata o no?

Si, la Legge va rispettata per cui se l'amministratore non presenta il compenso i condòmini devono rivolgersi al Giudice per far invalidare la nomina.

 

Se l'assemblea non revoca il mandato o nessun condòmino si rivolge al Giudice per denunciare e far cessare l'irregolarità, a chi spetta far rispettare la Legge?

Scusate la mia ignoranza dal dizionario: Ciò che non esiste, niente !!!

QUINDI ricorro al Giudice per ciò che non ESISTE???

Ma stiamo scherzando.

Scusate la mia ignoranza dal dizionario: Ciò che non esiste, niente !!!

QUINDI ricorro al Giudice per ciò che non ESISTE???

Ma stiamo scherzando.

Solo il Giudice può riconoscere e validare la nullità.

Nessuno scherza.

Scusate la mia ignoranza dal dizionario: Ciò che non esiste, niente !!!

QUINDI ricorro al Giudice per ciò che non ESISTE???

Ma stiamo scherzando.

La nomina esiste perchè è stata deliberata.

Se la vuoi ritenere nulla devi comportarti come se l'amministratore non fosse mai stato nominato per cui devi ignorare quello attuale, nominarne un altro e farti consegnare tutta la documentazione condominiale perchè tenuta da un estraneo.

Se l'amministratore non consegna ne documenti ne cassa... sempre dal Giudice devi andare.

La nomina esiste perchè è stata deliberata.

Se la vuoi ritenere nulla devi comportarti come se l'amministratore non fosse mai stato nominato per cui devi ignorare quello attuale, nominarne un altro e farti consegnare tutta la documentazione condominiale perchè tenuta da un estraneo.

Non mi risulta...

Solo il Giudice può riconoscere e validare la nullità.

Nessuno scherza.

Non mi risulta...

Era solo un giro di parole per dire che se ritieni nulla la nomina e vedi che quello che tu (janliuc) consideri un estraneo continua ad amministrare con il bene placido dell'assemblea, non ti resta che rivolgerti al Giudice.

Era solo un giro di parole per dire che se ritieni nulla la nomina e vedi che quello che tu (janliuc) consideri un estraneo continua ad amministrare con il bene placido dell'assemblea, non ti resta che rivolgerti al Giudice.

Meglio chiarire onde evitare suggerimenti mal interpretabili...

Comunque il bene placido dell'assemblea non è detto non venga considerato un elemento a favore...

Al momento non mi risultano sentenze nel merito della nullità per tale irregolarità ma, al contrario, so quanto la volontà della maggioranza possa avere peso per il Giudice.

sig.ra Ferrari buona sera la ringrazio e le volevo chiedere se ha qualche norma in merito.

grazie

 

- - - Aggiornato - - -

 

sig.ra Ferrari buona sera la ringrazio e le volevo chiedere se ha qualche norma in merito.

 

1) Il Tribunale di Roma che con ordinanza del 15/06/2016 applica alla lettera il testo dell'art. 1129, comma 14 c.c., come riformato dalla L. 220/2012 ordinando che: “L'amministratore non può inserire il suo compenso direttamente nel bilancio conclusivo da approvare”

 

Il Tribunale di Roma conclude sottolineando: “quanto alla nomina dell'amministratore, che la stessa sia illegittima perché non accompagnata dalla indicazione del compenso, come espressamente prescritto dalla legge, a nulla vale la circostanza che sia noto quell'anno precedente in ragione sia del fatto che lo stesso può variare, sia del fatto che la novella legislativa è stata chiara nel prevedere detta indicazione come necessaria a pena di nullità”.

sig.ra Ferrari buona sera la ringrazio e le volevo chiedere se ha qualche norma in merito.

grazie

Norme non ve ne sono.

... Il Tribunale di Roma conclude sottolineando: “quanto alla nomina dell'amministratore, che la stessa sia illegittima perché non accompagnata dalla indicazione del compenso, come espressamente prescritto dalla legge....

Come vedi, ci vuole la sentenza di un Giudice che dichiari la nullità.

sig.ra Ferrari buona sera la ringrazio e le volevo chiedere se ha qualche norma in merito.

grazie

 

- - - Aggiornato - - -

 

sig.ra Ferrari buona sera la ringrazio e le volevo chiedere se ha qualche norma in merito.

 

1) Il Tribunale di Roma che con ordinanza del 15/06/2016 applica alla lettera il testo dell'art. 1129, comma 14 c.c., come riformato dalla L. 220/2012 ordinando che: “L'amministratore non può inserire il suo compenso direttamente nel bilancio conclusivo da approvare”

 

Il Tribunale di Roma conclude sottolineando: “quanto alla nomina dell'amministratore, che la stessa sia illegittima perché non accompagnata dalla indicazione del compenso, come espressamente prescritto dalla legge, a nulla vale la circostanza che sia noto quell'anno precedente in ragione sia del fatto che lo stesso può variare, sia del fatto che la novella legislativa è stata chiara nel prevedere detta indicazione come necessaria a pena di nullità”.

Buongiorno sapresti indicare anche il numero della sentenza?

×