Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Nicola L.

Compenso amministratore. - come giustificare questa differenza di ritenuta di acconto?

L'amministratore che gestisce lo stabile dove abitano i miei è un amministratore interno ( pensionato).

Prende un compenso lordo di 2400 €. e paga una ritenuta d'acconto del 20% sul compenso lordo.

Il compenso lo dichiara sul 730. L'amministratore sul compenso paga un aliquota del 38% perchè il reddito supera i 28.000 €

In sostanza 20% versato con la ritenuta di acconto e la differenza gli viene trattenuta e rateizzata sul mod. 730 da agosto a novembre.

 

L'amministratore chiede al condominio che questa differenza (18%) sia imputata al condominio.

I condomini sarebbero d'accordo a riconoscere questa differenza all'amministratore.

Domanda: come giustificare questa differenza di ritenuta di acconto? ( con una copia del mod.730 o altro?

Ciao

Nicola.L

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nessuna risposta: è possibile allora riconoscere all'amministratore la differenza della ritenuta di acconto versata con il mod.730. e con il consenso della maggioranza dei condomini. (maggioranza degli intervenuti che raggiungano almeno 500 mm).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nessuna risposta: è possibile allora riconoscere all'amministratore la differenza della ritenuta di acconto versata con il mod.730. e con il consenso della maggioranza dei condomini. (maggioranza degli intervenuti che raggiungano almeno 500 mm).

SITUAZIONE ATTUALE:

L'amministratore guadagna €. 1.920,00 al netto della R.A. del 20% ma al lordo del conguaglio del 18% per cui il REALE guadagno al netto del 38% su €. 2.400,00 è pari a €. 1.488,00.

 

SITUAZIONE FUTURA:

Per far si che il guadagno netto (ora di €. 1.488,00) diventi di €. 1.920,00 occorre fare la seguente proporzione:

1.488,00:2.400,00 = 1.920,00:X

X= 1.920,00*2.400,00/1.488,00

X= 3.096,77

 

SOLUZIONE:

Affinchè restino €. 1.920,00 al netto di tutte le ritenute, l'amministratore dovrà percepire un compenso lordo di €. 3.096,77

 

CONTROPROVA:

€. 3.096,77 Compenso lordo

€. 619,36 Ritenuta d'acc. 20%

-----------

€. 2.477,41 Netto ricevuto dal condominio al lordo del conguaglio tasse

 

€. 3.096,77 * 18% = €. 557,42 (conguaglio da versare all'ERARIO tra agosto e novembre)

 

€. 2.477,41 (netto incassato dal condominio)

€. -557,42 (conguaglio da versare all'Erario)

------------

€. 1.919,99 Totale netto in tasca

 

N.B. la differenza di 1 centesimo è dovuta a N. 2 arrotondamenti ai centesimi, ENTRAMBI per eccesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per sanare la situazione dello scorso anno, facendogli recuperare €. 557,42 al netto di tutte le imposte che dovrà pagare relativamente al 2015, dovete fargli emettere, nel 2015, una ricevuta aggiuntiva pari a €. 899,06 (62:100 = 557,42:X)

 

€. 899,06 Compenso lordo

€. 179,81 Ritenuta d'acc. 20%

-----------

€. 719,25 Netto ricevuto dal condominio al lordo del conguaglio tasse

 

€. 899,06 * 18% = €. 161,83 (conguaglio da versare all'ERARIO tra ag, e nov. 2016)

 

€. 719,25 (netto incassato dal condominio)

€.-161,83 (conguaglio da versare all'Erario)

------------

€. 557,42 Totale netto recuperato pari alla differenza versata nel 2015 per saldo tasse 2014

 

In altre parole, per normalizzare il vecchio ed il nuovo, nel 2015 dovranno essere emesse due ricevute lorde:

 

1) €. 3.096,77 Compenso lordo esercizio 2015

 

2) €. 899,06 Compenso lordo per mancato guadagno 2014

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciao Leonardo, quello che vorrei sapere è se la differenza della r.a. (18%) a carico dell'amministratore sul modelle 730 può essere riconosciuto dai condomini all'amministratore,visto che da agosto a novembre gli viene trattenuta dall'INPS.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ciao Leonardo, quello che vorrei sapere è se la differenza della r.a. (18%) a carico dell'amministratore sul modelle 730 può essere riconosciuto dai condomini all'amministratore,visto che da agosto a novembre gli viene trattenuta dall'INPS.

Ciao

All'amministratore puoi riconoscere quello che vuoi, ma solo sotto forma di compenso secondo i calcoli indicati.

Se gli riconosci solo quel 18% dovrà emettere ricevuta su quella cifra, ma anche su quella cifra dovrà pagare il 38% (20%+18%).

L'amministratore non può ricevere un "rimborso" esente da tasse per le tasse da lui versate.

 

Le tasse pagate dall'amministratore non possono essere assimilate a "spese documentate effettuate in nome e per conto del condominio".

Solo simili spese sono esenti da tutto (tasse ed eventuale IVA), ma non è il caso del tuo amministratore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×