Vai al contenuto
simoscar

Compenso amministrativo in caso di revoca prima della chiusura del mandato

Salve a tutti sono nuovo del forum e ho bisogno del vostro parere.

 

Nella giornata di ieri abbiamo inviato una raccomandata al nostro amministratore dove richiediamo di convocare un'assemblea straordinaria dato che ci sono delle valide giustificazioni per revocare il suo mandato. L'amministratore è stato nominato a settembre 2013 e ha dichiarato che se lo revochiamo prima della chiusura del suo mandato dobbiamo pagargli due anni di compenso come da legge? E' vero o no?

 

grazie dell'ettenzione.

 

Simone

Salve a tutti sono nuovo del forum e ho bisogno del vostro parere.

 

Nella giornata di ieri abbiamo inviato una raccomandata al nostro amministratore dove richiediamo di convocare un'assemblea straordinaria dato che ci sono delle valide giustificazioni per revocare il suo mandato. L'amministratore è stato nominato a settembre 2013 e ha dichiarato che se lo revochiamo prima della chiusura del suo mandato dobbiamo pagargli due anni di compenso come da legge? E' vero o no?

 

grazie dell'ettenzione.

 

Simone

E' falso, il mandato dura un anno, per di più, se non ha specificato sul suo preventivo che il suo compenso è forfettario a prescindere dalla normale durata della carica dovrebbe essere pagato per la frazione d'anno che avrà effettivamente coperto, tutt'al più dovrebbe o meglio dire potrebbe fare causa in tribunale qualora riuscisse a dimostrare che, senza colpa, abbia perso un possibile profitto, ma non è detto che i giudici gli diano ragione: l'amministratore può essere revocato in qualsiasi tempo, anche il giorno dopo che è stato nominato, figuriamoci 2 anni!

Ti ringrazio della risposta. Vorrei comunicare un'altra frase dichiarata dall'amministratore: ha detto che pagheremo 150 euro per la convocazione dell'assemblea e che lui si paghera il dovuto della sua amministrazione fino a data dell'assemblea. Ora, nel caso in cui viene revocato, poniamo che venga revocato il 05/07/2014 data di assemblea, lui oltre quella data fino alla consegna della documentazione al nuovo amministratore, può agire sul conto corrente condominiale erogando un assegno o un bonifico in modo tale da pagarsi il suo dovuto?

Mi è venuto in mente ultimo quesito. L'amministratore, ricevuta in data di oggi la raccomandata, ha tempo 10 giorni per convocare l'assemblea. Ma inviare la convocazione entro i dieci giorni e convocarla anche il 20/07/2014 e nei 10 giorni?.

 

Grazie

Ti ringrazio della risposta. Vorrei comunicare un'altra frase dichiarata dall'amministratore: ha detto che pagheremo 150 euro per la convocazione dell'assemblea e che lui si paghera il dovuto della sua amministrazione fino a data dell'assemblea. Ora, nel caso in cui viene revocato, poniamo che venga revocato il 05/07/2014 data di assemblea, lui oltre quella data fino alla consegna della documentazione al nuovo amministratore, può agire sul conto corrente condominiale erogando un assegno o un bonifico in modo tale da pagarsi il suo dovuto?

 

Vale il discorso fatto prima, se nel suo preventivo ha scritto che per ogni assemblea chiede 150,00 euro questi gli sono dovuti altrimenti no, se in sede di assemblea nominate il nuovo amministratore lui dal giorno dopo non può più operare, fate in modo di avere SUBITO una copia del verbale (o il presidente lo trattiene promettendo di restituirlo a breve o chiedete di averne fotocopia il giorno dopo all'attuale amministratore) e consegnatela al nuovo amministratore che, senza perdere tempo, andrà in banca a chiedere il cambio del referente portando una fotocopia del verbale di nomina. Nello stesso tempo avvertite l'attuale amministratore che se continuerà ad operare sul C/C dopo la data della sua revoca potreste citarlo in giudizio, il suo compenso dovrà pagarglielo il nuovo amministratore. In merito all'altra domanda egli è tenuto si, a convocare l'assemblea entro i dieci giorni dal ricevimento della racc., ma potrebbe fissare la data della stessa anche tra sei mesi (non gli conviene perché essendo stato nominato un altro dal momento della revoca alla consegna della documentazione non ha più diritto a percepire alcun compenso)

×