Vai al contenuto
Giovanni Guerzoni

Compatibilità Bonus Facciata e Rimborso assicurazione

Buongiorno, nel 2019 il condominio in cui abito è stato danneggiato da una grandinata, nel 2020 abbiamo provveduto alla riparazione del cappotto sulla parete danneggiata. Sempre nel 2020 l'assicurazione ci ha rimborsato il sinistro totalmente. Noi condomini di fatto non abbiamo tirato fuori un euro perchè nel momento in cui è arrivata la fattura della ditta, l'assicurazione ci ha liquidato esattamente l'importo della fattura. Ora il nuovo amministratore sostiene che possiamo usufruire del bonus facciata per l'intervento di ripristino fatto con cessione del credito alla banca e ovviamente la maggioranza dei condomini si fida. A me sembra un pò strano che sia possibile per lo stesso intervento usufruire del bonus e del rimborso assicurativo, sicuramente in altri ambiti non è così (es. medico), e non vorrei incappassimo in problemi legali. Grazie  

Sono d'accordo con te: nessuno ha sostenuto costi in relazione alla sistemazione della facciata, quindi non avete maturato alcuna detrazione da poter cedere.

Dì al tuo amministratore di rivolgersi ad AdE per una risposta ufficiale, prima di mettervi nella situazione di dover pagare sanzioni e interessi

Seralia dice:

Credo che continui a valere quanto spiegato qui:

https://www.condominioweb.com/detrazioni-fiscali-e-rimborso-assicurazione.15157

 

Qui invece si dice il contrario:

 

"Rimborso da polizza
Qualora invece il danno verificatosi fosse coperto dalla polizza condominiale, il problema si presenta più spinoso. La condizione per beneficiare della detrazione è costituita dal fatto che la spesa sia “effettivamente rimasta a carico”. Si potrebbe far riferimento a quanto affermato dal legislatore all’art. 15, lettera c) del Tuir, con riguardo alle spese mediche, secondo cui: «Si considerano rimaste a carico del contribuente anche le spese rimborsate per effetto di contributi o premi di assicurazione da lui versati e per i quali non spetta la detrazione di imposta o che non sono deducibili dal suo reddito complessivo nè dai redditi che concorrono a formarlo».

Si può quindi sostenere che, poiché il singolo condòmino non gode della detrazione di imposta sulla polizza assicurativa condominiale, il danno risarcito non limiterà l’utilizzo delle detrazioni fiscali per il singolo contribuente. Pertanto l’amministratore dovrà comunicare all’Agenzia delle Entrate e certificare ai condomini l’intera spesa."

Ed in molti sono di questo stesso parere...

https://www.appcfoggia.it/risarcimento-danni-quando-si-cumulano-rimborsi-e-detrazioni/

La questione delle spese mediche detraibili anche se rimborsate da assicurazione è diversa: si possono detrarre ex art. 15 Tuir i rimborsi di spese mediche in quanto i premi assicurativi pagati afferiscono a sole polizze "mediche", in sostanza si pagano corrispettivi per spese mediche che verranno sostenute, in pratica si pagano spese mediche.

Considerando che il premio pagato per tali polizze non è deducibile dal reddito, la ratio è che si sostengono spese mediche che avranno la loro manifestazione nel momento in cui effettivamente verranno fruite.

Il premio assicurativo è parificato alla spesa medica.

Per quanto riguarda le spese di altra natura, il ragionamento non vale, i premi pagati sono di diversa natura rispetto al risarcimento del danno.

 

La conclusione a cui giunge l'appcfoggia è sbagliata.

Chiedete ad AdE.

Danielabi dice:

La questione delle spese mediche detraibili anche se rimborsate da assicurazione è diversa: si possono detrarre ex art. 15 Tuir i rimborsi di spese mediche in quanto i premi assicurativi pagati afferiscono a sole polizze "mediche", in sostanza si pagano corrispettivi per spese mediche che verranno sostenute, in pratica si pagano spese mediche.

Considerando che il premio pagato per tali polizze non è deducibile dal reddito, la ratio è che si sostengono spese mediche che avranno la loro manifestazione nel momento in cui effettivamente verranno fruite.

Il premio assicurativo è parificato alla spesa medica.

Per quanto riguarda le spese di altra natura, il ragionamento non vale, i premi pagati sono di diversa natura rispetto al risarcimento del danno.

 

La conclusione a cui giunge l'appcfoggia è sbagliata.

Chiedete ad AdE.

L'Ade te lo ha messo per iscritto che é sbagliato?

Non l'ha messo per iscritto a me, ma nella norma.

 

In ogni caso, se qualcuno vuole fare interpello e poi è così gentile da postare la risposta di AdE, ci toglieremmo un dubbio. 😊

Danielabi dice:

Non l'ha messo per iscritto a me, ma nella norma.

 

In ogni caso, se qualcuno vuole fare interpello e poi è così gentile da postare la risposta di AdE, ci toglieremmo un dubbio. 😊

Ecco tolto il dubbio, direttamente dall'Agenzia delle Entrate che ha chiarito come il risarcimento assicurativo non impedisca la detrazione fiscale.

 

V. p.e.:

Con la Circolare 28/2022 è stato ribadito che, trattandosi di una detrazione riconosciuta sulle spese effettivamente sostenute e rimaste a carico del contribuente, il superbonus non spetta se le spese sostenute sono rimborsate e il rimborso non ha concorso al reddito. Eventuali contributi ricevuti dal contribuente devono essere sottratti dall’ammontare su cui applicare la detrazione del 110%. Si considerano, invece, rimaste a carico le spese rimborsate per effetto di contributi che hanno concorso a formare il reddito in capo al contribuente.
 
Con la stessa Circolare è stato chiarito che l’indennizzo assicurativo corrisposto a seguito di un evento che ha danneggiato l’immobile (generalmente un incendio), non costituendo un rimborso direttamente collegato alle spese necessarie al ripristino dello stabile, non deve essere sottratto dalle spese sostenute per gli interventi che danno diritto alla detrazione e che, quindi, potranno considerarsi rimaste interamente a carico dal contribuente.
 
Ne consegue che, nel caso in esame, tenuto conto che il condominio ha ricevuto dalla compagnia assicurativa una somma a titolo di indennizzo per i danni da incendio subìti dall’edificio, l’Agenzia ritiene che la somma non vada sottratta alle spese sostenute per gli interventi prospettati e che pertanto, queste, possano considerarsi rimaste interamente a carico del condominio.

https://www.edilportale.com/news/2022/09/normativa/lavori-dopo-un-incendio-su-quali-spese-spetta-il-superbonus_90555_15.html

 

 

Fondamentale la differenza tra rimborso e indennizzo.

×