Vai al contenuto
Bose

Comodato d'uso gratuito a un amico

Grazie caro, vediamo se ti ho capito, allora per tutto quello che ti ho chiesto, io ho preparato questo:

 

Il sottoscritto,
residente in n 9,In qualita' di locatore E il sottoscritto, In qualita' di conduttore


 PREMESSO CHE:


con scrittura privata effettuata in data 01/04/2013 e registrata a il …….....,hanno stipulato la locazione dell'unita' immobiliare posta in piano TERRA, per la durata di anni 4 + 4 in cedolare secca e con canone annuo di Euro 4.800,00

STABILISCONO CONCORDEMENTE DI:


rescindere anticipatamente, riconoscendo il locatore nessun corrispettivo al conduttore per il contratto in essere stipulato in data 01/04/2013 e registrato a in data ............ con decorrenza dal 01/04/2013 e con termine al 31/03/2021 a far tempo della data di firma della presente scrittura.



10/05/2016
Il conduttore Il locatore

 

Adesso ti chiedo, questo foglio, una volta firmato da entrambi, devo farlo vidimare in duplice copia con il modello rli?

Per il verbale di consegna immobile scrivo proprio due righe io, oppure va bene questo?

http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&sqi=2&ved=0ahUKEwjpgLHoyq7MAhWkQpoKHf0BDR0QFggfMAA&url=http%3A%2F%2Fwww.sunia.it%2Fdocuments%2F10157%2F62d7cc2a-9b25-447a-b235-8a5e203e23ea&usg=AFQjCNFhdN9Yi7nVJNZV28hqU5zd_xzZZw&bvm=bv.120551593,d.bGs

 

Grazie tante Albano, mi stai aiutando non poco!

Si. il recesso anticipato è ok.

 

Quanto al verbale di riconsegna... URKA una cosa così dettagliata non l'avevo mai vista!

A mio avviso è sufficiente verbalizzare quel che non va oppure che tutto è a posto; puoi omettere dal punto1) al punto 8) mentre la parte discorsiva è completa e la puoi utilizzare pari pari.

 

Recesso anticipato consensuale e verbale di riconsegna non sono da registrare; limitati a conservarli insieme al contratto di locazione.

Potranno venirti utili in futuro se sorgono contrasti con l'inquilino uscente o nell'eventualità (molto remota) di richiesta chiarimenti da parte di AdE.

Ciao caro, grazie ancora. Bene sul recesso ci siamo!

Ok, dal link del verbale, tolgo dal punto 1 all'8.

Per quanto riguarda la documentazione rli che mi auguro sia quella che ho scaricato dal sito ade, mi confermi che nel mio caso devo compilare solo la SEZIONE II e SEZIONE III?

Grazie ancora.Ciao caro, grazie ancora. Bene sul recesso ci siamo!

Ok, dal link del verbale, tolgo dal punto 1 all'8.

Per quanto riguarda la documentazione rli che mi auguro sia quella che ho scaricato dal sito ade, mi confermi che nel mio caso devo compilare solo la SEZIONE II e SEZIONE III?

Grazie ancora.

Confermo Quadro A sezione II e sezione III, come da te precisato.

Ma devi anche compilare Quadro B sez. I e sez. II ed infine Quadro C.

Salve a tutti , chiedo aiuto a chi me lo puo' dare, ho stipulato un regolare contratto di comodato d ' uso abitativo con volontà delle parti di sostenere da parte dell occupante solo le spese di energia elettrica , gas ,acqua e rifiuti urbani e stipulando la esigenza abitativa transitoria , registrato pagando 200 euro , ora necessito dell appartamento per abitarvi ma la persona non vuole assolutamente andarsene , come devo fare

Buona sera Albano, mi dai conferma per questo?

Verbale di riconsegna dell’appartamento al locatore

 

In data odierna, il conduttore MARIO ROSSI dell’appartamento sito a MILANO, piano TERRA

Riconsegna l’immobile al locatore BIANCHI , che l’accetta, ma nel contempo intende sottolineare la quantità e lo stato manutentivo evidenziato in:

scarso/mediocre/buono.

Le parti effettuano un confronto analitico anche sul verbale di consegna rilevando quanto segue:……………………………………………………………

 

Comunque lo stato manutentivo complessivo è da considerarsi…………..

Il locatore dichiara di ricevere telecomando e chiavi per apertura di: passo carraio, porte.

Il conduttore dichiara di non trattenersi copia delle suddette chiavi e telecomando.

Con il presente verbale e la consegna di chiavi e telecomando:

La proprietà si dichiara soddisfatta, di conseguenza non intende trattenersi la caparra versata restituendo al conduttore € 800,00 (al netto della mensilità di maggio 2016) a mezzo assegno bancario.

 

Fermo restando quanto espresso al punto 1, le parti si rilasciano ampia ed incondizionata liberatoria e a tale proposito essi dichiarano che non avranno nulla da richiedere né ora né mai. La proprietà ritirando le chiavi dal conduttore rientra in possesso dell’immobile e restituisce la cauzione di € 800,00 (al netto della mensilità di maggio 2016) come sopra specificato.

IL LOCATORE IL CONDUTTORE

Grazie caro, adesso procedo con la compilazione del tutto.

Persone come te ne ho conosciute poche, sei di una disponibilità smisurata.

Buona serata e grazie ancora.

Salve a tutti , chiedo aiuto a chi me lo puo' dare, ho stipulato un regolare contratto di comodato d ' uso abitativo e stipulando la esigenza abitativa transitoria , registrato pagando 200 euro , ora necessito dell appartamento per abitarvi ma la persona non vuole assolutamente andarsene , come devo fare

Di primo acchito pare trattarsi di comodato; chiedo:a tempo determinato o indeterminato ?

Cioè avete inserito nel contratto una data di scadenza del comodato, oppure no ?

Se avete inserito una data di scadenza del comodato, fino a quella data non puoi reclamare la restituzione dell'appartamento. Viceversa se trattasi di comodato a tempo indeterminato puoi reclamare la restituzione dell'appartamento in qualunque momento; se la persona nicchia sulla restituzione dovrai avvalerti di un legale per rientrare in possesso del tuo appartamento.

 

Invece non mi quadra che nel comodato sia stata specificata l'esigenza abitativa transitoria, aspetto questo più caratteristico di una locazione concordata.

Buonasera,

Oggi mi ha chiamato mio zio, e visto che abita sopra l'appartamento che si sta liberando a giorni, vedendo movimento di traslochi, si è fermato a fare due parole nelle scale con l'inquilino uscente, che invitandolo a entrare, ha notato la casa con i muri non perfettamente puliti e muffa sopra la parete del bagno e della camera.

Il bambino che girava in casa con il girello sbattendo più volte contro le porte proprio davanti a lui (vi assicuro che non sono porte da cantieristica ahimè) e fori di quadri e pensili ovunque.

Mio zio a tale cosa gli ha detto, come mai questo sporco sui muri?

E lui ha detto che al piano terra c'è sempre un po' di umidità rispetto al piano rialzato e che prima di andare via pulisce come si deve, ma non imbianca in quanto secondo lui non è così sporco da spendere 1.000,00 per far imbiancare la casa.

La casa era immacolata quando ci è entrato e di questa umidità (non voglio insistere) ma mi sembra impossibile.

Se quando vado ufficialmente vedo che i muri sono da imbiancare, e noto magari qualche porta rotta, come agisco con la caparra e con il foglio che ho preparato per fargli firmare?

Sul foglio ho scritto che accetto la loro richiesta anticipata senza i 6 mesi di preavviso (quindi sto rinunciando io a qualche perdita), e ho scritto anche due righe a riguardo che nulla mi deve e nulla gli devo ne per ora e ne per sempre.

Se noto queste cose, ritiro il tutto e devo far presente di farmi sistemare tutto trattenendo la caparra o non posso trattenerla?

E se c'è veramente un po' di umidità come dice lui, non è sempre tenuto a imbiancarmi la casa?

Sono passati appena tre anni da quando ci è entrato.

Grazie.

Nel verbale di riconsegna si lasciano sempre alcune righe in bianco... proprio per queste sorpresine.

Se tu avrai qualcosa da contestare e di cui chiedere rimborso, utilizzerai quelle righe in bianco e cancellerai lo stampato laddove si afferma che nulla hai da pretendere.

Il problema è che detta richiesta danni sarà esigibile solo se l'inquilino ti controfirma il verbale di riconsegna.

A seconda dell'entità dei danni richiesti a rimborso, è abitudine dei proprietari trattenersi parte o tutto il deposito cauzionale, ma va detto che secondo giurisprudenza tale condottas è considerata illeggittima, ovvero l'inquillino può rivolgersi al giudice per ottenere la restituzione del deposito cauzionale.

 

Tornando alla tua eventuale richiesta danni, se l'inquillino - sia che firmi o non firmi il verbale di riconsegna - qualora non abbia la volontà di rifonderteli, ti costringerà a rivolgerti al giudice per far valere il tuo credito.

A quel punto a te resterà da valutare cosa sia più conveniente tra lasciar perdere tutto o procedere giudizialmente.

Ciao caro, dovrei pagarti per tutta questa consulenza…

Quindi se decide di non imbiancarla, trovo qualche porta graffiata, o muri bucati e non stuccati, devo chiudere lo stesso il tutto perché è inutile?

Parli di giudice ma penso che ti riferisce a un legale, e quindi intendi che quello che ti chiede l'avvocato per andare avanti non vale la pena?

Al di la di un legale o meno, la caparra si è dovuti a restituirla anche se hai subito danno alle porte o non imbianca la casa?

Possibile tutto questo?

A cosa serve allora questa cauzione?

La legge è da parte del conduttore e non del locatore anche se quest'ultimo ha ragione?

Possibile che in italia funziona tutto male e al contrario prendendosela con chi fa sacrifici per realizzare e non con chi trascura le cose di chi ha sudato?

Sono rammaricato per tutto questo, anche perché se il conduttore non paga l'affitto al locatore, anche qui la legge lo tutela fino a far perdere i mesi che avanza.

Cmq grazie per la tua preziosa consulenza.

Viviamo in uno stato di diritto.

Ecco quindi che tutto fila liscia fino a che locatore e conduttore concordano e riconoscono il danno e la sua entità.

Ma da l momento che sorgono disaccordi e diversità di vedute, il locatore ti confermo che come minimo deve farsi il legale, e se ancora non basta tramite legale deve rivolgersi ad un giudice per farsi riconoscere le sue ragioni ed i danni subiti.

E' chiaro che questi diversi livelli di litigiosità comportano dei costi da sostenere, sempre più elevati man mano che ci si avvicina alla necessità di dover ricorrere alla sentenza di un giudice: a questo punto il locatore è costretto a vaultare il rapporto fra costi e probabilità di rientrare dei danni...

 

La legislazione e la giurisprudenza italiane considerano il conduttore quale parte più debole fra locatore e conduttore, quindi quando un locatore deve rientrare di danni deve sempre valutare la sua reale convenienza ad agire. Per danni ingenti da recuperare con un conduttore che non sia nullatenente si può agire, altrimenti spesso si lascia perdere perché quella scelta per il locatore rappresenta la perdita minima da subire...

 

Io quando ho conduttori morosi, mi affido al legale e fin anche allo sfratto per morosità ma solo dopo 4-6 mensilità scoperte... e nel frattempo non sono certo rimasto inoperativo ma già ho pressato ripetutamente e bonariamente il conduttore.

Se poi questo non vuol capire, dimentico le buone maniere e passo tutto al legale.

Grazie caro, quindi anche se non dovesse pitturarmela, provo a insistere e se insiste anche lui lascio perdere che non conviene?

Cioè dico non conviene trattenersi la caparra in quanto mi si ritorcerebbe contro il tutto dovendo rimetterci anche i soldi per le spese legali?

Per il mese di maggio non percepito invece?

Quello mi avevi già detto che posso trattenerlo senza problemi no?

O anche li lo stato mi da torto?

Se a tuo parere ci sono danni da esigere al di là di ogni dubbio e parere personale, tu la caparra la puoi trattenere anche per intero. Ovvio che poi dovrai dimostrare al tuo inquillino di averli spesi quei soldi della caparra per risistemare i danni lamentati.

 

A fronte della tua azione di trattenere per intero la caparra fino a che non avrai provveduto alla risistemazione dei danni subiti, è facoltà del conduttore, specie se non ti firma il verbale di riconsegna, ricorrere al giudice. Ma anche qui, poi bisogna vedere se nello specifico il tuo conduttore avrà ha voglia tempo e disponibilità per ricorrere al giudice. Se lo farà significa che lui è convinto di non doverti rifondere alcun danno.

E' una eventualità... ma potrebbe anche non succedere.

 

Il mese di maggio resta pacifico che te lo trattieni, visto che lui non te lo paga.

Speriamo dai..

Che non voglia che ho di tribulare mamma mia..

Albano dimmi una cosa tu che sei molto esperto, ma se non mi firma il verbale di riconsegna come hai detto tu sopra (mi sembra impossibile però, in quanto ha già portato tutti i mobili nella casa nuova), io ho diritto ancora alle mensilità fino a quando lui è dentro nella mia casa, giusto?

E se questo verbale di riconsegna che io ho scritto non glielo do dopo che ho visto la casa in cattivo stato?

Mi deve pagare sempre le mensilità in quanto lui è dentro giusto?

Ti ricordo che lui stesso mi ha mandato si una raccomandata che presto lasciava l'immobile, ma non mi ha specificato né una data e né mi ha dato neanche i 6 mesi come da contratto.

Grazie.

Il verbale di riconsegna è un documento che conferma l'estinzione di quella determinata locazione. Documento funzionale a sancire su carta l'avvenuta restituzione chiavi e che non vi sono più pendenze aperte fra i contraenti, oppure che vi sono ancora dei dettagli (danni, imposte di registro, utenze, spese condominiali, caparra) da liquidare in momento successivo alla firma del verbale di riconsegna.

Per quanto sopra detto, è importante che sia firmato da entrambi, per reciproca garanzia.

 

A prescindere dal verbale di riconsegna (che ci sia o non ci sia) o da altri vostri accordi, comunque lui paga l'affitto fino a quando non ti riconsegna le chiavi dell'appartamento.

E' il possesso delle chiavi che fa la differenza tra pagare e non pagare l'affitto mensile: oggi è l'8 maggio, e se lui è ancora dentro già ti deve tutta la mensilità di maggio. E sarà bene per lui che ti riconsegni le chiavi entro il 31 maggio, altrimenti ti dovrà anche la mensilità di giugno...

Tant'è che ad AdE si comunica il recesso anticipato solo dopo l'avvenuta riconsegna chiavi, mai prima !

Ciao Albano, stamattina ho chiamato il mio inquilino, proprio perchè da accordi telefonici mi aveva detto che entro 15 gg lasciava l'appartamento.

Però visto che sopra c'è mio zio, mi tiene informato e con la scusa l'ho chiamato chiedendogli a che punto era.

Mi ha confermato quello che mi ha detto mio zio, e cioè che non ha ancora finito il trasloco e non gli hanno neanche attaccato la corrente a casa nuova, difatti dormono dai suoi.

Quindi gli ho chiesto quanto tempo ancora gli serviva e mi ha detto 10/15 gg ancora, allora io gli ho detto di fare con calma che andavo li per il 02/06 che è festa e finiva tutto con tranquillità.

Lui mi ha risposto di si, ma in questo caso gli devo addebitare anche giugno?

O a coscienza gliel'abbuono? Pagherò cmq il 21% su quel mancato introito giusto? quindi ci smenerei 84,00… Sbaglio (l'affitto è di 400,00 in cedolare secca 4+4)?

Purtroppo non vivo nella stessa regione e devo andare li espressamente pagando il biglietto aereo, di conseguenza la coscienza dovrebbe essere la sua…

Tu cosa mi consigli?

Se il 2 giungo avrai le chiavi dell'appartamento nelle mani tue, io tralascerei di chiedere la mensilità di giugno; ed entro il 20 giugno comunicherai ad AdE il recesso anticipato al 31 maggio. In questo modo pagherai tasse sulla locazione solo fino al 31 maggio.

 

Se invece al 2 giugno sorgeranno nuove complicazioni da parte dell'inquilino, soprattutto non riuscirai ad avere nelle tue mani le chiavi dell'appartamento, allora, per quanto possa spiacermi, diventa gioco forza esigere anche la mensilità di giugno con posticipo all' 1-20 luglio della comunicazione ad AdE del recesso anticipato.

Sempre augurandoci che in giugno l'inquilino riesca a concretizzare l'epilogo di questo recesso.

Grazie Albano, speriamo di uscirne quanto prima…

Ti faccio sapere come è andata a finire.

Grazie di tutto.

Ciao Albano,

sono giunto al momento di dover preparare tutti i documenti da far firmare al mio inquilino che recede anticipatamente dal ctr di affitto in cedolare secca. A tale proposito ho solo un dubbio, oltre al modulo di riconsegna dell'immobile, mi deve firmare anche una sua dichiarazione dove si indica che il recesso anticipato è esclusivamente per una sua scelta? Inoltre, il modello RLI da me compilato alla sezione II e III del quadro A + QUADRO C, da presentare alla ADE, è da firmare da entrambi (locatore e conduttore) o solo da me (locatore)?

Grazie 1000 caro.

oltre al modulo di riconsegna dell'immobile, mi deve firmare anche una sua dichiarazione dove si indica che il recesso anticipato è esclusivamente per una sua scelta?

Se non ti ha fatto la raccomandata di disdetta, come contrattualmente previsto, SI è meglio che si sia una dichiarazione scritta da cui risulti che è lui che disdice anticipatamente per sua scelta.

il modello RLI da me compilato alla sezione II e III del quadro A + QUADRO C, da presentare alla ADE, è da firmare da entrambi (locatore e conduttore) o solo da me (locatore)?

Solo da te.

Ciao Albano, oggi finalmente c'è stato l'incontro con i miei inquilini, da sopralluogo fatto c'è una porta che è gonfiata tutta, un muro bagnato dalla parte posteriore della doccia, questo perché quell'animale non mi aveva detto che bisognava stuccare le piastrelle del box doccia e quindi ha fatto trapassare l'acqua con le conseguenze sopra indicate.

Poi c'è la porta dello stesso bagno gonfiata sotto tanto da non chiudersi e le mostrine dalla parte interna gialle anziché laccate bianche come le porte, questo segno evidente di due accaniti fumatori.

Va behhh… seguendo i tuoi consigli, oltre a prendermi la mensilità di maggio che non è arrivata, non ho preteso la porta nuova, altrimenti si apriva una voragine e visto le tue premesse, passavo anche dalla parte del torto lasciando aperto il discorso contratto.

Anche se a dire la verità, non avendo preteso i 6 mesi di preavviso, mi è venuta voglia di continuare il tutto così l'appartamento rimaneva nelle sue mani senza che lui fosse dentro e quindi pagava affitto.

Ma ti assicuro che quell'appartamento aveva bisogno di aria, quindi meglio che sia tornato in mio possesso.

Adesso ti chiedo, quanti giorni ho per comunicare il tutto alla ADE?

20 gg da oggi o 20 gg dal 31/05 maggio visto che hanno pagato tutto il mese di maggio?

×