Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
notaio

Come ripartire spesa acqua in condominio

Salve.

Come accade di tanto in tanto mi rivolgo a tutti Voi per un utile consiglio.

Sono venuto a conoscenza di recente che nell'ambito della ricostruzione (post sisma 2009) del mio condominio, oltre ad avere un impianto di riscaldamento centralizzato, avrà anche l'acqua centralizzata, ovvero vi sarà un contatore dell'acqua condominiale e poi dei sub contatori ogni appartamento che serviranno per la ripartizione della bolletta dell'acqua condominiale.

Ora io mi chiedo e chiedo, se c'è una discrepanza, tra l'acqua consumata dal condominio e conteggiata dal relativo contatore e la somma dei consumi dei singoli contatori installati in ciascun appartamento, come andrà ripartita tra i condomini?

Inoltre, sarà necessaria la realizzazione anche di una "tabella acqua" oltre a quella riscaldamento? Se si perché?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In linea di massima, se nulla prevede il regolamento, l'assemblea potrebbe decidere quale criterio adottare. Visto che capita spesso che la lettura del contatore principale non sia corrispondente alla sommatoria delle letture dei singoli contatori, potete decidere se ripartire lo sfrido in proporzione ai consumi, in proporzione al numero degli abitanti di ogni u.i., con la tabella millesimale, in parti uguali, ecc....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Teoricamente, se tra il contatore generale ed i vari contatori di sottrazione non sono presenti rubinetti, il totale dei contatori di sottrazione sarà uguale a quello generale. Se vi sono invece rubinetti installati nelle parti comuni ( lavatoi, box, giardini, ecc.. ) quella differenza va ripartita in tabella generale.

Solitamente quando si sottoscriva un contratto di utenza dell'acqua per un condominio si segnalano anche quanti moduli ( contatori di sottrazione ) sono presenti soprattutto per il calcolo del'eccedenza di consumo. Quindi ti faccio un esempio:

1 contatore generale e 10 moduli.

Il costo fisso si divide in parti uguali, in questo esempio in 10, e il reale consumo di acqua ripartito in base a quello registrato su ogni modulo.

Solitamente chi utilizza software per amministratori di condominio già prevedono tale ripartizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi permetto di dissentire.. non ci sarebbe motivo di discussione se il consumo letto dal contatore generale fosse uguale a quello dato dalla somma dei singoli contatori.. invece, discussioni a mai finire sullo sfrido e suoi criteri di riparto dello stesso, tranne che non ci sia qualcosa previsto nel RdC ovvero da apposita delibera.

E non ci sarebbero in vendita appositi dispositivi per ovviare alla presenza di aria nella tubazione principale.. ad esempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per il contributo. A mio modesto avviso ritengo giusto che lo sfrido venga addebitato alle u.i. in proporzione ai consumi di queste ultime; ma, siccome vi è sicuramente un consumo dell'acqua anche per ragioni condominiali, quali l'uso per la pulizia delle scale o altro di questa natura, il metodo proporzionale per l'addebito dello sfrido non è più coerente. Ci vorrebbe un contatore a se stante, proprio per questi ultimi usi condominiali e ripartire questi consumi secondo la tabella scale-ascensore, sempre che l'uso dell'acqua è solo per la pulizia delle scale-ascensore.

Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

impossibile che l'acqua del generale sia identica a quella dei singoli, per i seguenti motivi:

- le letture non sono contestuali

- c'è acqua nelle tubazioni

- i contatori sono meccanici, non perfetti, qualcuno gira di più altri girano meno ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

.. c'e aria nelle tubazioni... 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
.. c'e aria nelle tubazioni... 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buonasera! Ho lanciato questa discussione perché immaginavo che c'erano aspetti che non conoscevo e volevo affrontare prima del giorno in cui fosse stato necessario sapere quale posizione assumere in assemblea, senza dire cavolate. Grazie al Vostro dibattito ho scoperto ciò che non sapevo: la conseguenza dell'aria nelle tubazioni; cos'è lo sfrido; distinzione in bolletta tra quota fissa e consumo; cosa sono i contatori di sottrazione.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buonasera! Ho lanciato questa discussione perché immaginavo che c'erano aspetti che non conoscevo e volevo affrontare prima del giorno in cui fosse stato necessario sapere quale posizione assumere in assemblea, senza dire cavolate. Grazie al Vostro dibattito ho scoperto ciò che non sapevo: la conseguenza dell'aria nelle tubazioni; cos'è lo sfrido; distinzione in bolletta tra quota fissa e consumo; cosa sono i contatori di sottrazione.

Grazie.

I contatori di sottrazione sono i sub-contatori installati in ciascun appartamento.

 

Nel contesto acqua in condominio, lo SFRIDO

http://www.treccani.it/vocabolario/sfrido/

è la differenza di valore (in eccesso o in difetto) tra il consumo indicato dal contatore generale e la somma dei sub-contatori.

Esempio, tra una lettura e l'altra il contatore segnala un consumo si 120 mc ma ciascuno dei 5 subcontatori segna un consumo di 22 mc per un consumo totale di 110 mc. CI sono 10 mc di sfrido (eccedenza) dovuti ad una delle cause indicate (bolle d'aria, consumo condominiale, staratura di qualche sub-contatore o contatore generale...).

 

La quota fissa ed a consumo personale di ciascuno vanno ripartiti ESATTAMENTE come indicato dal gestore acqudotto della tua città (città che non hai indicato).

Una volta incassate tutte le somme personali, la differenza in eccesso o in difetto (SFRIDO) tra le somme incassate dal consumo personale e l'unica fattura del gestore emessa in base alla lettura fatta al contatore generale, dovrà essere ripartita con un criterio deliberato dall'assemblea (per millesimi di proprietà, in aprti uguali, in proporzione ai consumi personali...).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Leonardo. Ho acquisito una sufficiente cultura di base sull'argomento che mi servirà quando verrà ultimata la costruzione dell'immobile in cui vi è anche il mio appartamento e vi sarà il nuovo sistema di approvvigionamento dell'acqua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×