Vai al contenuto
aleandrabor

Colonia felina condominiale

Scritto da 1955R il 03 Giu 2013 - 17:30:44: X Gli amanti dei gatti:innanzitutto per legge chi vuole fare la gattara deve mantenere il posto dove da da mangiare ai gatti pulitissimo e non deve puzzare e di questo e responsabile la gattara che ha avuto l'autorizzazione, ora se parliamo di democrazia e anche giusto rispettare chi a casa sua non ha voglia di sentire quella trementa puzza che fà la pipì dei gatti, vicino dove abito io conoscevo diversi posti dove c'erano queste persone che dedicavano il loro tempo ad accudire questi gatti ora [...]

Dove abito io c'è un intero bosco ai margini del condominio dove i gatti vanno a fare le loro cose senza dare alcun fastidio.

E' appena il caso di ricordare che ammazzare gli animali è reato penale , e chi copre il reato o non lo denuncia è responsabile quanto o più di chi lo fa materialmente. Nessuno sta parlando di democrazia , ma solo di rispettare regole e leggi, reciprocamente, da parte degli amanti dei gatti e non. esistono leggi nazionali e regionali a tutela degli animali liberi , leggetele e informatevi

 

 

 

Una cosa che mi da fastidio da chi si definisce un amante degli animali è l'arroganza, se tu non hai capito quello che ti ho spiegato se non disturbi nessuno fai quello che vuoi ma ti ricordo che purtroppo alla gente oggi gliene frega niente persino di ammazzare una persona figurati se gliene frega più di tanto di eliminare dei gatti giusto o sbagliato muoiono i gatti la legge non tutti sappiamo che esiste io una volta stavo difendendo un vecchietto e mi sono ritrovato con una pistola in bocca.Quindi ricordati che le leggi le rispettiamo i fessi.

 

 

sarete anche amanti degli animali, ma forse non conosce le norme relative all'utilizzo dello spazio comune condominiale, come già scritto vi ribadisco un concetto chiaro.....lo spazio condominiale è ad uso di tutti i condomini in egual misura quindi se tu ci metti dei gatti letti ledi la libertà degli altri condomini che magari vorrebbero fare altrettanto con altri animali e così facendo si crea uno zoo!

Prima cosa fare assemblea straordinaria dove metti ai voti la realizzazione della colonia nel cortile condominiale e secondo vai in comune e registri la colonia.

Poi se la risposta di prima non le è piaciuta perché in contrasto con la legge (ma quale legge??? quella del rispetto dello spazio comune o quella inventata dagli animalisti che va sopra ogni principio?) e non le piace nemmeno questa può sempre rivolgersi ad un avvocato ma il tutto deve essere approvato dall'assemblea in primis!

 

Geom. Gaetano Bonaventura

Scritto da 1955R il 03 Giu 2013 - 18:20:29: Una cosa che mi da fastidio da chi si definisce un amante degli animali è l'arroganza, se tu non hai capito quello che ti ho spiegato se non disturbi nessuno fai quello che vuoi ma ti ricordo che purtroppo alla gente oggi gliene frega niente persino di ammazzare una persona figurati se gliene frega più di tanto di eliminare dei gatti giusto o sbagliato muoiono i gatti la legge non tutti sappiamo che esiste io una volta stavo difendendo un vecchietto e mi sono ritrovato con una pistola in bocca.Q [...]

ù

Commento che denota un altissimo senso di civltà, complimenti

 

 

Scritto da frankieorg il 04 Giu 2013 - 08:33:35: sarete anche amanti degli animali, ma forse non conosce le norme relative all'utilizzo dello spazio comune condominiale, come già scritto vi ribadisco un concetto chiaro.....lo spazio condominiale è ad uso di tutti i condomini in egual misura quindi se tu ci metti dei gatti letti ledi la libertà degli altri condomini che magari vorrebbero fare altrettanto con altri animali e così facendo si crea uno zoo!

Prima cosa fare assemblea straordinaria dove metti ai voti la realizzazione della colonia n [...]

forse non sono stata chiara, non devo CREARE un colinia felina, perchè già esiste ed è costituita da gatti liberi che si riproducono con facilità, Quindi il condominio , a meno di votare un allontanamento (per gravi cause)dei gatti dal loro habitat naturale non può opporsi a farla censire dal COmune, anzi dovrebbe essere grato a chi se ne fa carico, con conseguenti controlli sanitari da parte della Asl e sterilizzazioni gratuite.Forse lei invece consiglia un 'allontamento' definitivo a base di polpette avvelenate??

 

 

Sinceramente faccio l'amministratore e lei mi sembra molto insolente e soprattutto un accanita animalista con cui non poter parlare quindi per quanto mi riguarda "SONO PROBLEMI SUOI E SE LI RISOLVA"......io da amministratore le dico come bisogna fare e sinceramente questo è un forum sul condominio e non sulla morale animalista.

Per quanto mi riguarda post chiuso, parli con l'associazione animalisti. Non esiste nessuna colonia felina nel condominio fino a quando non è riconosciuta dal Comune di competenza e cmq se i condomini sono consapevoli di ciò che accade nelle parti comuni il problema non si pone e quindi avrà la maggioranza sicura altrimenti si fa una assemblea straordinaria apposita dove si mette ai voti la situazione e nel caso di maggioranza favorevole si può procedere in giudizio qualora qualche condomino faccia atti non civili.

 

Geom. Gaetano Bonaventura

 

Modificato Da - frankieorg il 04 Giu 2013 14:37:38

Scritto da frankieorg il 04 Giu 2013 - 14:36:20: Sinceramente faccio l'amministratore e lei mi sembra molto insolente e soprattutto un accanita animalista con cui non poter parlare quindi per quanto mi riguarda "SONO PROBLEMI SUOI E SE LI RISOLVA"......io da amministratore le dico come bisogna fare e sinceramente questo è un forum sul condominio e non sulla morale animalista.

Per quanto mi riguarda post chiuso, parli con l'associazione animalisti. Non esiste nessuna colonia felina nel condominio fino a quando non è riconosciuta dal Co [...]

Bah non pretendo che nessuno mi risolva i problemi, nel rivolgermi a questo forum confidavo di trovare un normale e pacifico scambio di opinioni, e consigli, peccato, mi sono sbagliata. Grazie cmq di tutto a tutti

 

 

 

Vorrei precisare che le colonie feline sono previste da leggi nazionali e nel caso della Lombardia anche regionali. Le colonie feline non si costituiscono con delibera condominiale ma esistono di fatto: anche un solo gatto che risulta stanziale in una porzione di territorio, privata, pubblica o privata ad uso pubblico o privata ed aperta al pubblico costituisce colonia felina. Non c'è regolamento di condominio che possa far valere il contrario.

Se uno o più gatti decidono di risiedere in un'area condominiale e qualcuno se ne occupa, nessuno può impedirlo, salvo che ciò costituisca pericolo per la salute pubblica (caso praticamente impossibile se i gatti sono tenuti bene) e comunque decisioni ed azioni competonoe sclusivamente all'autorità sanitaria locale di concerto con il referente della colonia.

Ovviamente chi se ne occupa deve rispettare le regole: registrare subito la presenza dei gatti (colonia) presso la ASL od il comune, apporre la prevista segnaletica, somministrare il cibo in posizione discreta e tenere pulito.

Poi se ci sono degli ignoranti che si oppongono il codice penale prevede sanzioni anche pesanti ed ultimamente la giurisprudenza si orienta a perseguire sempre di più tali reati ed il legislatore non li ha depenalizzati (anzi).

 

 

Scritto da sipax il 03 Giu 2013 - 16:17:25: no sbagli... non è maldisposizione è che proprio non li sopporto. Lo spazio condominiale non è TUO........è semmai ANCHE TUO...in compropietà con gli altri. Per questo principio tu ci lasci i gatti condominiali...io il cane condominiale.....lui la trigre condominiale...lei la mucca condominiale...e andiamo su!!!!!!

 

 

Sbagliatissimo e totalmente falso. Questa è l'ignoranza (nel senso latino del termine, cioè che ignora = non sa) in materia che porta ad incomprensione ed acredine tra le persone. Oggi in Italia la legge dice che il gatto è in un certo senso "padrone" del territorio (per caratteristiche etologiche) e può decidere dove vivere - anche in aree private - e nessuno può impedirlo se non per giustificati motivi di salute pubblica. Viceversa nessuna legge riconosce lo stesso diritto la cane, anzi il cane randagio DEVE essere accalappiato ed associato al canile sanitario e dopo X giorni trasferito al canile comunale (o convenzionato) al fine di riconsegnarlo al padrove ovvero farlo adottare. Non parliamo poi di tigri e mucche ovviamente....

Se poi ad uno non piacciono (a me non piacciono i serpenti per esempio oppure i SUV) se ne deve fare una ragione. Per tornare all'ignoranza di cui sopra, molti dimenticano che il gatto è il migliore antagonista naturale del topo, talmente efficace che tale Margaret Thatcher risolse il contratto da 4.000 sterline l'anno per la derattizzazione dei numeri 10 ed 11 di Downing Street e prese Humphrey, appunto un gatto, che da randagio si era installato lì. E che fece piazza pulita.

 

 

Scritto da sipax il 03 Giu 2013 - 16:57:02:

 

a guarda..ho avuto due cani.....ora pure un criceto...non ho mai torto un capello nemmeno ad una lucertola da ragazzino, ti chiedo di tenere i gatti in casa, vuoi ancora dire che non amo gli animali????????

i miei cani erano nella MIA propietà non sporcavano perchè raccoglievo TUTTO, seguivo le regole, erano assicurati, vaccinati e curati, li amavo e non per questo davo fastidio agli altri.

 

 

Torniamo all'ignoranza in senso latino, se parli di cani e gatti paragonandoli vuol dire che dei due animali non sai niente. Puoi anche amare i cani (che per legge devono stare DENTRO la tua proprietà, quindi non hai fatto niente di ammirevole, ma solo rispettato le regole), ma per favore (anzi senza per favore) non parlare di gatti. Non sei di nessun aiuto, dai informazioni sbagliate ed istighi all'odio verso una specie animale, quindi evita.

 

 

bene benissimo......il cane lo accalappiamo lo portiamo in canile e magari dopo un po' viene soppresso...il gatto invece ce lo teniamo nelle zone comuni..lo sfamiamo...lo curiamo...bello...proprio bello. belle le leggi italiane....mi pare un discorso equo.....meglio che rimango nella mia ignoranza.

Ribadisco...vuoi i gatti.....bene tienili in casa!!!!

 

 

Scritto da lucacolli il 04 Giu 2013 - 18:00:18:

 

Torniamo all'ignoranza in senso latino, se parli di cani e gatti paragonandoli vuol dire che dei due animali non sai niente. Puoi anche amare i cani (che per legge devono stare DENTRO la tua proprietà, quindi non hai fatto niente di ammirevole, ma solo rispettato le regole), ma per favore (anzi senza per favore) non parlare di gatti. Non sei di nessun aiuto, dai informazioni sbagliate ed istighi all'odio verso una specie animale, quindi evita.

 

 

a lucalolli.....ma per piacere......non mi chiamare in causa senno stavolta è la volta buona che mi bannano a vita.

tenetevi i gatti in casa.

per gli adm. ma la funzione "ignore" ancora no????

 

 

Scritto da frankieorg il 04 Giu 2013 - 08:33:35: sarete anche amanti degli animali, ma forse non conosce le norme relative all'utilizzo dello spazio comune condominiale, come già scritto vi ribadisco un concetto chiaro.....lo spazio condominiale è ad uso di tutti i condomini in egual misura quindi se tu ci metti dei gatti letti ledi la libertà degli altri condomini che magari vorrebbero fare altrettanto con altri animali e così facendo si crea uno zoo!

Prima cosa fare assemblea straordinaria dove metti ai voti la realizzazione della colonia n [...]

Torniamo per la terza volta a parlare di ignoranza nel senso latino del termine: le regole del codice civile relative al condominio e - nel caso - all'utilizzo degli spazi comuni non si applicano ai gatti. Vorrei vedere un amministratore che contesta al Sig. Gatto la violazione del 1102 !!!!

 

 

Scritto da aleandrabor il 04 Giu 2013 - 13:37:58:

forse non sono stata chiara, non devo CREARE un colinia felina, perchè già esiste ed è costituita da gatti liberi che si riproducono con facilità, Quindi il condominio , a meno di votare un allontanamento (per gravi cause)dei gatti dal loro habitat naturale non può opporsi a farla censire dal COmune, anzi dovrebbe essere grato a chi se ne fa carico, con conseguenti controlli sanitari da parte della Asl e sterilizzazioni gratuite.Forse lei invece consiglia un 'allontamento' definitivo a base d [...]

L'assemplea di condominio non può deliberare l'allontanamento di una colonia felina in quanto competenza unica è dell'autorità sanitaria locale (ASL , USL, USSL, ecc.). Il condominio può approvare una delibera che vincola l'amministratore a fare un esposto al sindaco (in quanto autorità sanitaria del comune) chiedendo lo spostamento della colonia che potrà essere disposto

SOLO dall'ASL, ecc. di concerto con l'eventuale referente della colonia e SOLo per motivi di tutela della salute pubblica. Inoltre vi è un'impossibilità per il condominio a deliberare sul patrimonio indisponibile del comune (tale è il gatto randagio per legge)

 

 

Scritto da frankieorg il 04 Giu 2013 - 14:36:20: Sinceramente faccio l'amministratore e lei mi sembra molto insolente e soprattutto un accanita animalista con cui non poter parlare quindi per quanto mi riguarda "SONO PROBLEMI SUOI E SE LI RISOLVA"......io da amministratore le dico come bisogna fare e sinceramente questo è un forum sul condominio e non sulla morale animalista.

Per quanto mi riguarda post chiuso, parli con l'associazione animalisti. Non esiste nessuna colonia felina nel condominio fino a quando non è riconosciuta dal Co [...]

Sbagliato, lei non può mettere ai voti nulla perchè l'assemblea è incompetente a deliberare in materia e pur rispettandola come professionista la invito a conoscere non solo il codice civile e le sue disp. att. (che immagino già conosca) ma anche le leggi nazionali e se del caso regionali anche su altre materie, per esempio sui gatti randagi. Qui non si tratta di animalismo, si tratta di essere informati, fare bene il proprio lavoro e rispettare - tutti - le regole, visto che ci sono.

 

 

Scritto da sipax il 04 Giu 2013 - 18:01:09: bene benissimo......il cane lo accalappiamo lo portiamo in canile e magari dopo un po' viene soppresso...il gatto invece ce lo teniamo nelle zone comuni..lo sfamiamo...lo curiamo...bello...proprio bello. belle le leggi italiane....mi pare un discorso equo.....meglio che rimango nella mia ignoranza.

Ribadisco...vuoi i gatti.....bene tienili in casa!!!!

 

 

Caro sipax

 

1) nessuna legge prevede la soppressione del cane accalappiato (torniamo all'ignoranza nel senso latino del termine) se non è gravemente ammalato

 

2) ho un cane, quindi non sono di parte (anche se ovviamente mi piacciono anche i gatti)

 

3) non amo gli animalisti pasdaran o le assemblee di condominio che pensano di essere onnipotenti su tutto, qui si parla di regole che ci sono e vanno rispettate, da tutti

 

4) esatto, secondo le leggi italiane il gatto randagio ce lo "dobbiamo" tenere e se vogliamo lo possiamo sfamare, ecc. sempre nel rispetto delle regole di cui sopra. A qualcuno non va bene? Faccia cambiare le leggi, ci adegueremo alle nuove.

 

 

 

Modificato Da - lucacolli il 04 Giu 2013 18:27:04

sapete qual'è la differenza tra "praticamente e teoricamente"

 

Beato chi ancora crede nelle leggi ma non vi cullate troppo su di esse potreste rimanerne delusi ci sono canili e canili.La legge non permette neanche determinati rumori dopo certi orari ma la gente vende la casa perchè la legge non esiste o come se fosse,oggi per vivere devi dimostrare di essere più furbo degli altri se no avrai solamente un posto in paradiso.Tante cose sono solamente Utopia.La gente ha smesso di credere nelle favole e diventa "ignorante"

 

 

Scritto da aleandrabor il 03 Giu 2013 - 13:22:28: Buongiorno,

ho intenzione di istituire una colonia felina condominiale, su mia propria iniziativa: quali le regole in materia? Premetto che il mio è un condominio aperto ovvero senza spazi comuni interni e in una zona di semi campagna con ampi spazi verdi pubblici.

Ultimamente il numero di gatti liberi che frequentano il condominio è aumentato per arrivi di nuovi cuccioli e alcuni condomini cominciano a fare storie e a minacciare chissacchè (lo scorso anno hanno anche lasciato bocconi avvelenati e un gattino è morto) anche aggredendo verbalme [...]

Se posso .. il problema da quel che intuisco e' quello di non veder nascere una "colonia topina" 🙂

tante storie per i gatti che comunque vengono curati e seguiti e poi dobbiamo sopportarci i bambini maleducati...perchè sono bambini...mah.

 

Comunque ha ragione chi ti ha detto che anche u n solo gatto costituisce colonia ed è assolutaemente proibito maltrattarli e allontanarli: rivolgiti al tuo comune e alla tua ASL per delucidazioni in merito ma vedrai che non avrai problemi se mantieni ordine e pulizia. Inolter i gatti andrebbero sterilizzati.

magari avessi io 100 colonie feline e non questi rompiballe di bambini cafoni e urlanti tutto il giorno.

 

 

voglio un bene dell'anima ai gatti ma capisco che non tutti sono disposti a "sopportare" ciotole con cibo, escrementi, e odore della pipì dei gatti maschi (marcano il territorio) all'interno del condominio dove abitano. Morale? Potrebbe esserci qualche testa calda a cui viene in mente di usare il veleno e non sarà certo una denuncia contro ignoti a dissuaderlo da tale intento e chi ci rimette sarà qualche povero gatto! Vuoi bene ai gatti? Attrezzati in proprio...ovvero nella tua proprietà.

 

 

Scritto da key key il 04 Giu 2013 - 21:22:00: tante storie per i gatti che comunque vengono curati e seguiti e poi dobbiamo sopportarci i bambini maleducati...perchè sono bambini...mah.

 

Comunque ha ragione chi ti ha detto che anche u n solo gatto costituisce colonia ed è assolutaemente proibito maltrattarli e allontanarli: rivolgiti al tuo comune e alla tua ASL per delucidazioni in merito ma vedrai che non avrai problemi se mantieni ordine e pulizia. Inolter i gatti andrebbero sterilizzati.

magari avessi io 100 colonie feline e non que [...]

Concordo in pieno, su tutto, bambini compresi!

 

 

Scritto da 1955R il 04 Giu 2013 - 18:40:53: sapete qual'è la differenza tra "praticamente e teoricamente"

 

Beato chi ancora crede nelle leggi ma non vi cullate troppo su di esse potreste rimanerne delusi ci sono canili e canili.La legge non permette neanche determinati rumori dopo certi orari ma la gente vende la casa perchè la legge non esiste o come se fosse,oggi per vivere devi dimostrare di essere più furbo degli altri se no avrai solamente un posto in paradiso.Tante cose sono solamente Utopia.La gente ha smesso di credere n [...]

E' vero, o meglio è ANCHE vero: vicino a me ci sono canili modello (ed anche un gattile modello) così come i CC hanno chiuso un canile per maltrattamenti ed inadempienze varie.

E ti potrei citare il caso di un bauscia (termine milanese, scusate..), il classico cumenda (altro termine milanese...) con il suo bel capannone e la sua aziendina... che un giorno ha preso a calci un gatto, cioè ci ha provato, il gatto è scappato e lui ha preso in pieno il cancello di ferro facendosi male ad un piede.... Denunciato per maltrattamenti e condannato ad una sanzione amministrativa di 8.000 euro

Ogni tanto il sistema funziona, altre volte come dici tu è utopia.

 

 

In questo forum si è scatenato un putiferio!! respingo ogni provocazione da parte di troll specializzati, con commenti al limite della denuncia penale, e ringrazio quanti invece si sforzano di darmi informazioni utili

 

 

do rifugio a due gatti della mia colonia,diciamo i piu domestici nel mio poggiolo che xrò è sul condominiale e x quanto mi riguarda i bisogni li fanno altrove,mai trovato nulla,in genere x chi lo sà li fanno su terra e cose varie non sull'asfalto bo!Sarò fortunata mai trovato escrementi qui mangiano e dormono poi quando vanno in giro varie volte al giorno faranno anche i loro bisogni bo!

×