Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
lan

Coibentazione lastrico solare e innalzamento livello

Abito all'attico di un condominio ed ho uso esclusivo del lastrico solare. Causa infiltrazioni il lastrico deve essere rifatto. Causa posa coibentazione il livello del lastrico diventerebbe pero' piu' alto di una decina di centimentri del livello attuale e quindi dell'abitazione e, per poter andare in terrazza dovrei fare un gradino in salita.

Mi chiedo se la cosa e' lecita e se mi posso opporre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ti lamenti per il gradino in più, oppure per la coibentazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

dieci centimetri per una coibentazione mi sembrano tanti, comunque ti puoi opporre in quanto verrebbe penalizzata la tua proprietà privata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

mi lamento per il gradino...ora ho una casa con il terrazzo a livello, domani mi ritrovo sotto il livello del terrazzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Hai ragione a preocuparti, non solo per il gradino, ma anche per il fatto che l'innalzamento del piano di calpestio probabilmente modificherà il naturale andamento delle acque piovane. In caso di forti acquazzoni rischieresti di trovarti la casa allagata. Opponiti e chiedi che la coibentazione venga fatta all'interno. Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Le coibentazioni degli edifici non necessitano di "permessi" per aumenti di volumetrie, infatti i decreti legislativi (il 115/2008 ed il 56/2010), in base ai quali non viene conteggiato il maggior volume e la maggior altezza dovuta sia all’esecuzione del cappotto termico esterno, sia alla coibentazione termica dei solai e della copertura di un edificio.

In questo caso si può arrivare fino a 20 cm per la copertura.

 

Visto che la coibentazione è "lecita", devi solo esigere che il Direttore Lavori predisponga la massima attenzione per non danneggiare o rendere inagibile la tua unità immobiliare.

 

I mezzi ci sono ed i professionisti sanno come fare, tu devi "sorvegliare" che i lavori vengano fatti a regola d'arte, per non dover intervenire quando ormai il danno è fatto, ne hai tutto il diritto "preventivo".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Le coibentazioni degli edifici non necessitano di "permessi" per aumenti di volumetrie, infatti i decreti legislativi (il 115/2008 ed il 56/2010), in base ai quali non viene conteggiato il maggior volume e la maggior altezza dovuta sia all’esecuzione del cappotto termico esterno, sia alla coibentazione termica dei solai e della copertura di un edificio.

In questo caso si può arrivare fino a 20 cm per la copertura.

Quanto dici con "permessi" cosa intendi ??

 

Comunque, premesso che la natuta del presente post non è di rilevarne la fattibilità o meno dal punto di vista urbaistico, vedi "aumento di volume"!

 

infatti il postante scrive

Causa posa coibentazione il livello del lastrico diventerebbe pero' piu' alto di una decina di centimentri del livello attuale e quindi dell'abitazione e, per poter andare in terrazza dovrei fare un gradino in salita.

Quindi il problema è il gradino di 10 cm in più.

Devo ancora rilevare che il problema di questo topic è simile ma inverso a quello di un topic aperto giusto qualche giorno fa (il 16/07/2015)

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/rifacimento-pavimentazione-terrazzolastrico-solare-in-condominio-77701/

dove il problema era posto a monte, ossia da esecuzione avvenuta dei lavori mentre in questo topic il problema è posto prima della esecuzione.

Se i lavori nel topic riportato erano ritenuti esequiti non correttamente ......perchè si dovrebbero ritenere questi ancora da eseguirsi, con ben 10 cm in più, "appropriati e fattibili" ?

 

A mio avviso un innalzamento di ben 10 cn costituisce un problema non da poco, e reputo leggittime le perplessità del diretto interessato che vedrebbe la sua unità abitativa pesantemente "danneggiata" da tale rialzo.

Si potrebbe raggiungere lo stesso scopo rimovendo il pavimento ed il massetto ora esistente!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Visto che la coibentazione è "lecita", devi solo esigere che il Direttore Lavori predisponga la massima attenzione per non danneggiare o rendere inagibile la tua unità immobiliare.

Come può, un gradino in salita, non pregiudicare l'accesso al lastrico esclusivo rispetto all'attuale stato dei luoghi?

Se sul lastrico deve uscire un disabile con motocarrozzina deve farla "impennare" per superare l'ostacolo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se sul lastrico deve uscire un disabile con motocarrozzina deve farla "impennare" per superare l'ostacolo?

Giusta osservazione

Ci sei anche tu !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Giusta osservazione

Ci sei anche tu !

Si, e per alzare di 10 cm il livello del terrazzo credo proprio che si voglia realizzare lo stesso lavoro dell'altro post.

Guaina sul vecchio pavimento e nuova pavimentazione.

 

Se invece in occasione dell'impermeabilizzazione si vuole fare anche una coibendazione intesa come "cappotto termico" orizzontale, la coibendazione può essere fatta anche all'interno delle unità direttamente sotto il lastrico, riducendo l'altezza dal soffitto di 8/10 cm 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sarà dovuto di sicuro a un "cappotto termico" orizzontale.....come ipotizzi

la coibendazione può essere fatta anche all'interno delle unità direttamente sotto il lastrico, riducendo l'altezza dal soffitto di 8/10 cm smile.png

uuuuu .....si si potrebbe fare ma, ci sono diversi aspetti che consiglierebbero di non farla.

Vedi la creazione dei ponti termici tra il cappotto ed i punti di contatto con le pareti verticali di perimetro.

Poi in ambito ai "cappotti termici" è sempre opportuno,ed è dimostrato e dimostrabile, che conferisconole maggiori prestazioni se posizionati esternamente a formare la "pelle" delle struttute.

Poi vi è anche da dire che dipende anche dal tipo di materiale usato dagli spessori ecc.ecc.

 

Per La posizione interna dovrebbe essere dimostrata l'analoga prestazione uquale a come se si ponesse esternamente, e di sicuro avrebbero spessori differenti e salvo i ponti termici interni.....poi andrebbe considerata la riduzione del interpiano, ossia l'altezza interna tra pavimento e soffitto.

Le norme in materia parlano di spessori derogandone per sino anche in termini di altezze degli edifici, quindi implicitamente "autorizzano" spessori esterni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sarà dovuto di sicuro a un "cappotto termico" orizzontale.....come ipotizzi

uuuuu .....si si potrebbe fare ma, ci sono diversi aspetti che consiglierebbero di non farla.

Essendo ignorante in materia... l'ho buttata lì per provocazione a chi è abituato a risolvere i propri problemi in danno degli altri.

Lo "smile" non lo avevo messo per caso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

si Lo "smile" (la faccina) lo avevo visto e l'ho riportato nella mia replica ......sai ho raccolto la palla al balzo ! come si suol dire 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×