Vai al contenuto
giusepperc

Circolare 3/E del 2 marzo 2016

Buon giorno alla luce della circolare 3/E del 2 marzo 2016, come mi devo comportare se dovessimo eseguire dei lavori su parti comuni, siamo tre proprietari e 10 appartamenti, senza regolamento di condominio, senza millesimi "perché abbiamo deciso di riparti diviso 3", senza amministratore ma con il codice fiscale ed un (custode) dei documenti di condominio/rappresentante (facente funzione), senza conto corrente condominiale.

 

La procedura che io ritengo dover seguire per il mio caso "condominio minimo con codice fiscale senza amministratore e senza conto corrente" è la seguente:

 

1- verbale con l'approvazione dei lavori, la suddivisione delle spese "senza millesimi" e la scelta del condomine che effettuerà il bonifico,

 

2- fattura intestata al condominio con codice fiscale del condominio,

 

3- unico bonifico, effettuato dal conto intestato ad un condomine, indicando nel bonifico parlante, nel campo codice fiscale del beneficiario la detrazione, il cf. del condominio e il cf. di tutti i condomini (per essere sicuri),

 

4 - il quadro K/730 o il quadro AC unico PF va compilato indicando i dai catastali del condominio

 

5 - il modello 770 non va presentato perché la ritenuta alla fonte la effettua la banca con il bonifico parlante

 

6 - sul modello 730 i singoli condomini indicheranno semplicemente il codice fiscale del condominio e la loro quota di detrazione.

 

I condomini conserveranno verbale di assemblea, una copia della fattura e del bonifico e basta e nessuna certificazione da parte dell'amministratore che non c'è.

 

Secondo voi questa procedura va bene ?

 

Grazie in anticipo per i riscontri

Tutto ok, tranne il p. 4:il condòmino che effettuerà il bonifico, proprio in virtù del fatto di non essere "amministratore", NON dovrà presentare il quadro AC di UNICO PF (ovvero quadro K del mod. 730).

Tutto ok, tranne il p. 4:il condòmino che effettuerà il bonifico, proprio in virtù del fatto di non essere "amministratore", NON dovrà presentare il quadro AC di UNICO PF (ovvero quadro K del mod. 730).

Ok perfetto grazie, mi chiedo:

allora visto che non si deve giustamente, compilare il quadro K/730 o AC unico PF, credo sia corretto aggiungere nel 730 dei singoli condomini che detraggono; oltre al codice fiscale del condominio i dati catastali dello stesso, indicando nella sezione III B rigo E51, i dati catastali appunto, ovviamente senza Sub e barrando la casella condominio.

 

Mi può dare conferma

Grazie ancora.

Ok perfetto grazie, mi chiedo:

allora visto che non si deve giustamente, compilare il quadro K/730 o AC unico PF, credo sia corretto aggiungere nel 730 dei singoli condomini che detraggono; oltre al codice fiscale del condominio i dati catastali dello stesso, indicando nella sezione III B rigo E51, i dati catastali appunto, ovviamente senza Sub e barrando la casella condominio.

 

Mi può dare conferma

Grazie ancora.

Sì....................

Grazie Dolores per la risposta

 

Per i posteri riepilogo la procedura da seguire secondo il mio giudizio avvalorato dalle risposte di Dolore Panico, in caso di "condominio minimo con codice fiscale senza amministratore e senza conto corrente"

 

1- verbale con l'approvazione dei lavori, la suddivisione delle spese "senza millesimi" e la scelta del condomine che effettuerà il bonifico,

 

2- fattura intestata al condominio con codice fiscale del condominio,

 

3- unico bonifico, effettuato dal conto intestato ad un condomine, indicando nel bonifico parlante, nel campo codice fiscale del beneficiario la detrazione, il cf. del condominio e il cf. di tutti i condomini (per essere sicuri),

 

4 - il quadro K/730 o il quadro AC unico PF non va compilato in quanto non esiste l'amministratore

 

5 - il modello 770 non va presentato perché la ritenuta alla fonte la effettua la banca con il bonifico parlante

 

6 - sul modello 730 i singoli condomini indicheranno semplicemente il codice fiscale del condominio e la loro quota di detrazione e nella sezione III B rigo E51, i dati catastali , ovviamente senza Sub barrando la casella condominio.

 

I condomini conserveranno verbale di assemblea, una copia della fattura e del bonifico e basta e nessuna certificazione da parte dell'amministratore che non c'è.

 

Questo è quanto

×