Vai al contenuto
serenam

Chiusura della fornitura del riscaldamento centralizzato a causa di condomini morosi

Ciao a tutti,

 

Sono nuova del forum e spero proprio che mi possiate aiutare con la mia prima e terrificante esperienza di vita condominiale.

Ho acquistato un bilocale a Milano a maggio e da un mese convivo con il freddo a causa della riduzione della fornitura del riscaldamento centralizzato, alternata alla sospensione totale del servizio, a causa delle morosità di molti inquilini.

Premetto che non sapevo nulla della situazione condominiale e che il venditore se n'è ben guardato dal dirmi qualcosa a riguardo e sono disperata. Pago regolarmente le spese (per un totale di 2700 euro annui) e, a causa di numerosi condomini morosi, siamo a questo punto.

Il condominio ha una posizione debitoria molto alta, diversi appartamenti sono all'asta ma io sono al freddo. Per favore, qualcuno mi sa dire come agire nei confronti dell'amministrazione e, ovviamente, se intraprendere una qualche azione legale avrebbe senso?

 

Avete per caso idea dei costi del passaggio all'impianto termoautonomo?

 

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che mi sapranno aiutare in qualche modo.... grazie davvero.

 

Serena

Ti sei avvalsa della mediazione di un agente immobiliare o hai fatto un acquisto fai da te ?

In ogni caso forse ci sono margini per impugnare il contratto sotto il profilo della responsabilità per violazione della correttezza e della buona fede nella conclusione del contratto.

Il venditore sarà stato poco chiaro in merito alle spese condominiali, ma tu sei stata poco attenta (negligente) nel trascurare un così importante aspetto che agli occhi di un Giudice assume rilevanza. Infatti se avessi utilizzato la diligenza del buon padre di famiglia (diligenza media, non quella del professionista) forse avresti potuto compensare (non acquistando o in altro modo) la scorrettezza del venditore.

Visto che si tratta di decine di migliaia di euro, è bene rivolgersi ad un legale.

Ciao Serena,

mi trovo nella tua stessa situazione (tranne per la scorrettezza nella vendita) anche nel mio condominio il servizio di riscaldamento è stato ridotto a causa dei numerosi condomini morosi e al forte debito nei confronti della società fornitrice.

Purtroppo al momento l'unica strada percorsa dal nostro amministratore è stata quella delle ingiunzioni di pagamento (anche da noi molti appartamenti sono all'asta) ma non ha portato alcun risultato. Alcuni condomini (presto anche io) hanno deciso nel frattempo di passare al termoautonomo staccandosi dal centralizzato, posso dirti che i costi variano molto (grandezza dell'appartamento e lavori da fare tubi da passare etc..) e sopratutto in base alla posizione dell'appartamento in quanto per legge devi portare i fumi al tetto; ciò detto il mio amico se l'è cavata con 4000€ facendosi i lavori di muratura da se (è al 4 piano di 5), a me che sono al 2° piano hanno chiesto compreso i lavori di muratura circa 6500€.

A mio modestissimo parere sono soldi ben spesi (anche perchè aumentano il valore della casa e ne rendono più facile l'eventuale affitto), c'è però da dire che le spese non pagate sia passate che future relative al riscaldamento autonomo resteranno comunque a tuo carico.

Spero di esserti stato di aiuto,

Saluti

 

Alfonso Bosco

×