Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
erreti

Chiusura a veranda di un balcone

Un condomino intende chiudere a veranda un balcone, intervenendo però sull'abbattimento di una parete esterna per creare una rientranza e realizzare uno spazio verandato molto ampio. Sostiene che ha già tutti i titoli abilitativi necessari e quindi chiederà il consenso ai condomini. L'assemblea è purtroppo divisa, in quanto su otto condomini oltre l'autore della modifica, 3 sono contrari e 4 disposti a non creare ostacoli. A mio avviso, ricorrendo la fattibilità tecnica dell'intervento, neanche il nulla osta dovrebbe servire, ma in questo caso l'intervento coinvolge anche l'abbattimento di una parete perimetrale per riedificarne un'altra, rientrandola rispetto alle altre dell'edificio. Ciò rappresenta un valido motivo di opposizione da parte dei due condomini contrari. O altrimenti quali possibilità?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve,

l'assemblea potrà deliberare sull'eventuale modifica al prospetto dell'edificio o che metta a rischio la stabilità o la sua sicurezza.

 

Cordiali saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In questo caso ha titolo l'assemblea per entrare nel merito, solo perchè si modifica una parete perimetrale, avendo già riscontro che ciò non compromette strutturalmente l'edificio , e un deliberato valido si acquisirebbe con quali maggioranze?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E col volume edificabile residuo come la mettiamo? È stato valutato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Cosa intendi dire? Cioè qual'è l'obiezione che potrebbero portare avanti i condomini contrari a tale intervento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Intendo dire che la possibilità di aumentare la cubatura di un appartamento non può prescindere dalla eventuale cubatura che il costruttore non ha impegnato al momento della edificazione. Ad esempio, se in base al piano regolatore l'edificio poteva avere una cubatura massima di 100 e il costruttore ha edificato per 90, resta una cubatura residua di 10. Questa cubatura appartiene a tutti i condomini ma se uno di essi di sua iniziativa costruisce una veranda che la sfrutta interamente, agli altri condomini resta preclusa ogni possibilità di ampliamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Correggo il quesito. L'intervento nello specifico consiste nell'abbattimento di una parete dell'edificio, rientrandola, così da creare uno spazio aperto maggiore sul balcone di proprietà, e al posto della parete installare una vetrata Siamo sul prospetto principale. E' lecito? Cosa ne dite?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×