Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
pensionato5

Chiarimento sui corsi di aggiornamento in ordine alla normativa 220/2012

In ordine ai requisiti che deve avere un amministratore di condominio

mi occorrerebbe un parere in ordine alla formazione periodica visto che

la legge consente di poter svolgere l'incarico di amministratore anche a chi

per almeno un anno nell'arco dei tre precedenti all'entrata in vigore della

legge abbia già svolto l'incarico di amministratore di condominio pur

in assenza di titolo di studio e di formazione periodica.

Potete darmi qualche parere in merito? Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In ordine ai requisiti che deve avere un amministratore di condominio

mi occorrerebbe un parere in ordine alla formazione periodica visto che

la legge consente di poter svolgere l'incarico di amministratore anche a chi

per almeno un anno nell'arco dei tre precedenti all'entrata in vigore della

legge abbia già svolto l'incarico di amministratore di condominio pur

in assenza di titolo di studio e di formazione periodica.

Potete darmi qualche parere in merito? Grazie a tutti

Per quanto riguarda i requisiti professionali non c'è bisogno di alcun titolo di studio ne di corso iniziale ne di formazione periodica se si amministra il proprio condominio.

 

Se si vuole amministrare per professione occorrono 3 cose:

1) Diploma di scuola superiore

2) Corso iniziale di formazione

3) Formazione periodica annuale.

 

Coloro che hanno amministrato per almeno un anno tra il 18/06/2010 e il 18/06/2013

sono esentati dai requisiti 1 e 2.

Non hanno bisogno ne di diploma ne di corso iniziale ma devono fare un corso annuale di aggiornamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Leonardo ti ringrazio della risposta anche se a me non risulta essere obbligatorio il 3° requisito che, stante alla normativa, per coloro che, come detto, hanno amministrato per almeno un anno prima dell'entrata in vigore della legge, c'è anche l'esenzione della formazione.

In diversi siti ho trovato rispondenza con tale esenzione di requisiti. Tu hai notizie certe in merito

o sono informazioni fornite in base alla normativa? Tra l'altro ho letto anche di qualcuno che diceva che l'aggiornamento sarebbe diventato obbligatorio a partire dal dicembre 2015.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Leonardo ti ringrazio della risposta anche se a me non risulta essere obbligatorio il 3° requisito che, stante alla normativa, per coloro che, come detto, hanno amministrato per almeno un anno prima dell'entrata in vigore della legge, c'è anche l'esenzione della formazione.

In diversi siti ho trovato rispondenza con tale esenzione di requisiti. Tu hai notizie certe in merito

o sono informazioni fornite in base alla normativa? Tra l'altro ho letto anche di qualcuno che diceva che l'aggiornamento sarebbe diventato obbligatorio a partire dal dicembre 2015.

Art. 71-bis.

Possono svolgere l’incarico di amministratore di condominio coloro:

a) che hanno il godimento dei diritti civili;

b) che non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni;

c) che non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;

d) che non sono interdetti o inabilitati;

e) il cui nome non risulta annotato nell’elenco dei protesti cambiari;

f) che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado;

g) che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.

I requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma non sono necessari qualora l’amministratore sia nominato tra i condomini dello stabile.

Possono svolgere l’incarico di amministratore di condominio anche società di cui al titolo V del libro V del codice. In tal caso, i requisiti devono essere posseduti dai soci illimitatamente responsabili, dagli amministratori e dai dipendenti incaricati di svolgere le funzioni di amministrazione dei condomini a favore dei quali la società presta i servizi.

La perdita dei requisiti di cui alle lettere a), b), c), d) ed e) del primo comma comporta la cessazione dall’incarico. In tale evenienza ciascun condomino può convocare senza formalità l’assemblea per la nomina del nuovo amministratore.

A quanti hanno svolto attività di amministrazione di condominio per almeno un anno nell’arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione, è consentito lo svolgimento dell’attività di amministratore anche in mancanza dei requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma. Resta salvo l’obbligo di formazione periodica.

L'obbligo di formazione periodica è entrato in vigore ad ottobre 2014 con un regolamento emanato dal Ministero di Giustizia ad agosto 2014.

Il Regolamento del Ministero lo puoi leggere al link di seguito:

http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/Online/_Oggetti_Correlati/Documenti/Norme%20e%20Tributi/2014/09/Reg-formaz-condominio-18-luglio-2014.pdf?uuid=ABYf3MwB

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve! Vorrei fare una domanda: come e con quali termini mi suggerite di chiedere all'amministratore se ha provveduto all'aggiornamento obbligatorio? Il nostro amministratore è un geometra. Dopo l'aggiornamento viene rilasciato un attestato che posso richiedere lo esibisca?

Grazie e cordiali saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve! Vorrei fare una domanda: come e con quali termini mi suggerite di chiedere all'amministratore se ha provveduto all'aggiornamento obbligatorio? Il nostro amministratore è un geometra. Dopo l'aggiornamento viene rilasciato un attestato che posso richiedere lo esibisca?

Grazie e cordiali saluti

MINISTERO DI GIUSTIZIA

Art. 4 del Regolamento

....

2. Il responsabile scientifico verifica il possesso dei requisiti di onorabilità e professionalità deiformatori tramite riscontro documentale, e verifica il rispetto dei contenuti di cui al successivoarticolo 5, comma 3, del presente regolamento, le modalità di partecipazione degli iscritti e dirilevamento delle presenze, anche in caso di svolgimento dei corsi in via telematica. Il responsabilescientifico attesta il superamento con profitto di un esame finale sui contenuti del corso diformazione e di aggiornamento seguito dai partecipanti.

 

http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/Online/_Oggetti_Correlati/Documenti/Norme%20e%20Tributi/2014/09/Reg-formaz-condominio-18-luglio-2014.pdf?uuid=ABYf3MwB

 

Chiedi di visionare l'attestato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'argomento mi interessa molto. Il mio amministratore dimostra gravi carenze ma è inamovibile per amicizie con condomini. Ho dubbi che non segua alcun corso di aggiornamento. Posso chiedergli l'attestato? Come glielo chiedo? Tenuto conto che non risponde alle mie mail gli mando raccomandata con richiesta giustificata dalle leggi che avete citato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'argomento mi interessa molto. Il mio amministratore dimostra gravi carenze ma è inamovibile per amicizie con condomini. Ho dubbi che non segua alcun corso di aggiornamento. Posso chiedergli l'attestato? Come glielo chiedo? Tenuto conto che non risponde alle mie mail gli mando raccomandata con richiesta giustificata dalle leggi che avete citato?

Se non risponde alle mail, probabilmente non risponderà neanche alla tua raccomandata per cui dovrai continuare con la diffida da parte di un tuo avvocato e la citazione in Tribunale.

Ti consiglio di spendere le risorse cercando altre gravi responsabilità perchè i corsi si possono fare anche on line ed ogni mese c'è un'organizzazione che consente l'esame finale in sede per cui un qualsiasi amministratore irregolare, messo alle strette, sarebbe in grado di mettersi in regola in meno di 30 giorni e molto prima della prima udienza che riusciresti a fissare dal Giudice.

All'udienza l'amministratore presenterà l'attestato e finirà il motivo del contendere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Però almeno per rompergli le scatole gli chiedo l'attestato. Tanto lo so che è inamovibile. Ho tutti gli elementi per impugnare la delibera di una assemblea. Forse qualcuno ha letto i miei post e le mie domande sull'argomento. Ho deciso di non impugnare perche' la soddisfazione mi costerebbe troppo. Però l'attestato lo voglio chiedere, almeno sappia che qualcuno lo controlla. Anche se lo sa già ma se ne frega. Grazie comunque

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve,amministratore nominato novembre 2013. Nella futura assemblea l'intervento anche di un condomino quale sarà? Un suggerimento in modo pratico da far innervosire.( so già che è carente).Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non si capisce il senso della tua domanda .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se non risponde alle mail, probabilmente non risponderà neanche alla tua raccomandata per cui dovrai continuare con la diffida da parte di un tuo avvocato e la citazione in Tribunale.

Ti consiglio di spendere le risorse cercando altre gravi responsabilità perchè i corsi si possono fare anche on line ed ogni mese c'è un'organizzazione che consente l'esame finale in sede per cui un qualsiasi amministratore irregolare, messo alle strette, sarebbe in grado di mettersi in regola in meno di 30 giorni e molto prima della prima udienza che riusciresti a fissare dal Giudice.

All'udienza l'amministratore presenterà l'attestato e finirà il motivo del contendere.

Quindi se un amministratore non ha effettuato il primo corso di aggiornamento, quello scaduto il 9 ottobre 2015 e ne frequenta uno a gennaio 2016, le delibere assembleari di dicembre 2015 non "rischiano" di essere dichiarate nulle anche se l'amministratore non era in regola?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inoltre ho un'altra domanda, se ne siete a conoscenza, esiste un elenco "ufficiale" di persone, enti o organismi "certificati" che possono tenere i corsi on line a norma del DM 140/2014?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Quindi se un amministratore non ha effettuato il primo corso di aggiornamento, quello scaduto il 9 ottobre 2015 e ne frequenta uno a gennaio 2016, le delibere assembleari di dicembre 2015 non "rischiano" di essere dichiarate nulle anche se l'amministratore non era in regola?

Le delibere assembleari non c'entrano nulla con i requisiti dell' amministratori .le delibere sono atti dell' assemblea dei condomini quindi se l' amministratore ha o non ha i requisiti non fanno venire meno le delibere .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Le delibere assembleari non c'entrano nulla con i requisiti dell' amministratori .le delibere sono atti dell' assemblea dei condomini quindi se l' amministratore ha o non ha i requisiti non fanno venire meno le delibere .

Mi riferivo alle varie delibere (dei vari condomini gestiti dall'amministratore) che lo hanno confermato o eletto amministratore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

per i corsi di aggiornamento bisogna per forza essere iscritto ad anaci anami e compagnia bella?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
per i corsi di aggiornamento bisogna per forza essere iscritto ad anaci anami e compagnia bella?

No. Può aggiornarsi anche chi non è iscritto a nessuna Associazione frequentando Corsi riconosciuti dal Ministero di Giustizia.

Di seguito il link di una S.r.l. che organizza corsi per tutti:

http://www.celtcorsi.it/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Riprendo questa discussione per capire meglio: da quanto scritto precedentemente da peppe64, pare che le delibere assembleari fatte in presenza di un ammnistratore che non ha frequentato e superato il corso obbligatorio DM114/2014 NON rischino l'oppugnabilità.

 

mi hanno detto che non è vero, che le delibere sono nulle in questo caso.

Oppure?

 

Oppure allora solo le delibere di nomina? come ha scritto più sopra astravin?

 

astravin

 

Citazione Originariamente Scritto da peppe64 Visualizza Messaggio

Le delibere assembleari non c'entrano nulla con i requisiti dell' amministratori .le delibere sono atti dell' assemblea dei condomini quindi se l' amministratore ha o non ha i requisiti non fanno venire meno le delibere .

 

Mi riferivo alle varie delibere (dei vari condomini gestiti dall'amministratore) che lo hanno confermato o eletto amministratore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×