Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
lucausa75

Chiarimento su CONTRATTO DI COMODATO D'USO GRATUITO

Salve a tutti,

volevo chiedere sulla base dell'esempio quì indicato:http://www.comune.prata.pn.it/fileadmin/user_prata/allegati/imu/Come_si_registra_un_contratto_di_comodato.pdf quali sono le spese di competenza dell'inquilino e quali quelle a carico del proprietario e se quelli indicati sono gli importi corretti.

Desideravo anche sapere se le spese del commercialista per la redazione del contratto sono a carico mio o del proprietario o vanno al 50%?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

se fai un comodato non sei inquilino propriamente detto

comunque le spese di registrazione e di stipula del contratto sono ì, salvo diverso accordo, in solido.

Qui nel tuo contratto si prevede le debba pagare tu, perciò se firmi questo contratto le pagherai tu

 

La cosa potrebbe anche avere un senso: Tizio già lascia usare la sua abitazione gratuitamente, almeno non caricarlo anche delle spese..

del resto..che vantaggi ha Tizio a fare un comodato gratuito se deve pure pagare le spese di registrazione?... chiaramente..se è uso gratuito davvero..

 

- - - Aggiornato - - -

 

mi pare riporti ancora i vecchi costi...oggi sono 200 euro non 168,00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per i link molto utili.

Non ho capito solo perchè in alcuni link si parla di €.168,00 come imposta di registro e in altri di €.200,00.

Volevo capire se le spese di registrazione del contratto e quelle del commercialista per la stesura del contratto sono a carico dell'inquilino, del proprietario o in misura del 50%...

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
se fai un comodato non sei inquilino propriamente detto

comunque le spese di registrazione e di stipula del contratto sono ì, salvo diverso accordo, in solido.

Qui nel tuo contratto si prevede le debba pagare tu, perciò se firmi questo contratto le pagherai tu

 

La cosa potrebbe anche avere un senso: Tizio già lascia usare la sua abitazione gratuitamente, almeno non caricarlo anche delle spese..

del resto..che vantaggi ha Tizio a fare un comodato gratuito se deve pure pagare le spese di registrazione?... chiaramente..se è uso gratuito davvero..

 

- - - Aggiornato - - -

mi pare riporti ancora i vecchi costi...oggi sono 200 euro non 168,00

 

...quindi l'inquilino dovrà sobbarcarsi i €.200 + il costo delle marche da bollo e la parcella del commercialista?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ma scusa, sei tu che firmi un contratto così

ti ripeto NON sei un inquilino infatti non paghi un affitto

sei un comodatario

 

solitamente le spese che indichi sono in solido, ma se voi parti pattuite diversamente non puoi prendertela che con te stesso. O ritratti il contratto (contratto= volontà delle parti) o lo accetti cosi e paghi tu

Mi permetto di dire che a fronte di un uso gratis di abitazione...non trovo cosi assurdo che abbiate pattuito che chi gode dell'abitazione ne paghi almeno i costi di contratto e registrazione

Se mi dici che invece il comodato non è esattamente gratuito ma è un affitto mascherato da comodato allora è diverso...

 

Io vivo in comodato d'uso per esempio, l'appartamento è di mia madre. Non abbiamo registrato niente, non abbiamo neppure fatto un contratto scritto

 

- - - Aggiornato - - -

 

Grazie per i link molto utili.

Non ho capito solo perchè in alcuni link si parla di €.168,00 come imposta di registro e in altri di €.200,00.

Volevo capire se le spese di registrazione del contratto e quelle del commercialista per la stesura del contratto sono a carico dell'inquilino, del proprietario o in misura del 50%...

 

Grazie

perchè non sono aggiornati...oggi è 200 euro

 

Sui costi ti ho risposto.. salvo diversa pattuizione, sono al 50%. Nel tuo contratto, è disposto che paghi tutto il comodatario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ma scusa, sei tu che firmi un contratto così

ti ripeto NON sei un inquilino infatti non paghi un affitto

sei un comodatario

 

solitamente le spese che indichi sono in solido, ma se voi parti pattuite diversamente non puoi prendertela che con te stesso. O ritratti il contratto (contratto= volontà delle parti) o lo accetti cosi e paghi tu

Mi permetto di dire che a fronte di un uso gratis di abitazione...non trovo cosi assurdo che abbiate pattuito che chi gode dell'abitazione ne paghi almeno i costi di contratto e registrazione

Se mi dici che invece il comodato non è esattamente gratuito ma è un affitto mascherato da comodato allora è diverso...

 

Io vivo in comodato d'uso per esempio, l'appartamento è di mia madre. Non abbiamo registrato niente, non abbiamo neppure fatto un contratto scritto

 

- - - Aggiornato - - -

 

perchè non sono aggiornati...oggi è 200 euro

 

Sui costi ti ho risposto.. salvo diversa pattuizione, sono al 50%. Nel tuo contratto, è disposto che paghi tutto il comodatario.

Grazie per il chiarimento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
comunque le spese di registrazione e di stipula del contratto sono ì, salvo diverso accordo, in solido
Dipende...

come già tu stesso accennavi, in caso di Comodato (veramente) gratuito

per come ho letto varie esperienze sul forum, venivano consigliate le spese di registrazione a carico di chi ne beneficia,

cioè del comodatario.

 

Un po', mutatis le mutande, come quando uno disdice anticipatamente il contratto e le 67 euri di tassazione in quel caso se le paga lui da solo...

Poi, tutto si può fare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×