Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
elisa.loro

Chiarimento consuntivo

Buongiorno,

a seguito del mio subentro ad un collega quale amministratore di condominio c'è un punto del consuntivo da questi redatto che non mi è chiaro e spero tanto che possiate darmi una mano ad interpretarlo.

 

Si parla infatti di "fondo di riserva" con "valori nominali" per il 2015/2016 che passa poi ad essere un "fondo accantonamento morosi" per il 2016/2017.

Ora, considerando che di "economico" mi è stato girato solo il conto corrente dal quale non si evince nulla di tutto ciò (anche considerate le somme -sigh), secondo voi cosa sarebbe questa voce? Viene ripartita su base millesimale? La devo ripresentare anche io con il preventivo del corrente anno?

 

Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.

 

E.L.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se è stato istituito un fondo di riserva esisterà certamente una delibera assembleare che lo ha deliberato, come pure dovrebbe esistere analoga delibera che abbia approvato la trasformazione di detto fondo da "riserva" ad " accantomanento morosi". Ciò significa che all'importo del fondo (riportato nelle passività dello stato patrimoniale) deve corrispondere un pari importo nelle attività (come credito vs/condòmini o liquidità di conto corrente). Si tratta in sostanza di un conto di spesa "a venire" la cui esistenza, però, dovrebbe essere sempre finalizzata e mai generica.

 

Il fatto che tu non trovi corrispondenza economica all'interno del c/c significa che tali "fondi" sono stati impiegati per far fronte ad altre spese più impellenti e che quindi dovresti trovarti altri crediti vs/condòmini che possano pareggiare (è d'obbligo) il bilancio stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille del chiarimento.

 

Perdonami se approfitto di te, ma voglio capire se ho interpretato bene...

Ok i soldi sono usciti per far fronte a spese impellenti. Ora però nel consuntivo dovrei avere indicazione del credito relativo a ciascun condomino che mi indichi il contributo di ciascuno a fronte della morosità di alcuni condomini? Corretto?

 

L'esistenza di questo fondo non dovrebbe essere deliberata di anno in anno (oltre ad essere più specifica)?

 

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nello stato patrimoniale avrai l'ammontare complessivo dei debiti e dei crediti, tra cui il famoso fondo (il tutto naturalmente a pareggio). Nella ripartizione del consuntivo dovresti avere il dettaglio dei crediti (ed eventuali debiti) verso i condòmini, il cui totale deve corrispondere a quanto indicato nello stato patrimoniale ... spero di essere stato chiaro.

 

Il fondo una volta deliberato viene "alimentato" dalle quote e utilizzato con le finalità per cui è stato creato. Se te lo porti avanti di anno in anno non c'è bisogno di deliberarlo ogni volta, salvo che, una volta raggiunto lo scopo, non si decida di ridistribuire il restante o di utilizzarlo per altri scopi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

però secondo me parliamo di due cose diverse.

a)il fondo cassa è una cosa.

E' un fondo normale presente in quasi tutti i bilanci "sani".

b)il fondo per uno scopo specifico è una spesa supplementare richiesta ai condomini,e andrebbe approvata separatamente e con consapevolezza.

non è che un condominio può vita natural durante accollarsi un delta x. più di spese perché altri non pagano.

i problemi vanno risolti anche con l'ausilio del fondo cassa.

Poi:Elisa: non cercare nel conto corrente traccie chiare del fondo del periodo chiuso.

il fondo è una posta contabile,non ricavabile secondo me da un estratto conto.

E' un pò come se tu volessi ricavare dal saldo del conto corrente un avanzo o un disavanzo di cassa.

avanzo di cassa e saldo c/c attivo o passivo sono due cose diverse.

lo sai.

non vorrei però aver frainteso le tue parole e aspetto conferme da colleghi.

ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Da quello che ho capito però non si parla di fondo cassa, derivante - magari- da eventuali avanzi di cassa (che, comunque, ci sono stati in passato e venivano specificati anche dal precedente amministratore), ma di un generico fondo per coprire quanto non versato dai morosi. Quindi si rientrerebbe proprio nella tua ipotesi B) Enrico.

 

Detto questo la mia intenzione è quella di non indicarlo in preventivo, ma di riportare la discussione all'ordine del giorno in assemblea e far deliberare in merito. Anche perchè se non c'è stata l'unanimità nella delibera precedente, se non sbaglio, la stessa dovrebbe essere addirittura nulla.

 

Il mio ulteriore dubbio a questo punto è: in che senso parlare di fondo nominale?

 

Grazie mille a tutti..siete veramente di grandissimo aiuto per una new entry come me 😜

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

il perché della dicitura nominale lo devi chiedere a chi lo ha già praticato.

unanimità per il fondo non direi.

tutt'al più la maggioranza qualificata.

ma fai benissimo a discuterne in assemblea con apposito odg.

poi lo carichi in bilancio.

ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×