Vai al contenuto
kia89

Chiarimenti su nuda proprietà

Buongiorno a tutti,

sto per acquistare una nuda proprietà.

La sig.ra che vende la nuda proprietà deterrà l'usufrutto dell'immobile fino alla sua morte.

So che l'usufrutto si estingue alla morte dell'usufruttuario e quando ciò avverrà potrò utilizzare l'abitazione.

Le spese condominiali ordinarie spettano all'usufruttuario mentre quelle straordinarie al nudo proprietario; mi sorge però un dubbio: se l'usufruttuario non dovesse pagare le spese condominiali ordinarie l'amministratore si rivolge a me o agli eredi? Mi è stato anche riferito che, qualora l'usufruttuario risultasse moroso, è possibile mettere un'ipoteca sull'abitazione o vendere all'asta l'usufrutto. In questo caso il nudo proprietario rischierebbe di perdere l'immobile?

vi pongo queste domande poiché la sig.ra che vende la nuda proprietà ha quasi 90 anni per cui l'attesa dell'estinzione dell'usufrutto non è elevata e tra qualche anno, quando verrà a mancare, potrò abitare in quella casa; se l'usufrutto della sig.ra fosse venduto all'asta e la persona che se lo aggiudica è una persona giovane io rischierei di non poter mai abitare in quell'appartamento?

Scusate la lunghezza ma ho bisogno per cortesia di un chiarimento.

 

grazie,

Chiara

Purtroppo la riforma del condominio ha apportato la responsabilità solidale tra usufruttuario e proprietario. Per cui se l'usufruttuario non paga, l'amministratore potrà decidere di fare decreto ingiuntivo anche a te.

Se l'usufruttuario dovesse decidere di vendere il proprio usufrutto, scadrebbe comunque con la sua morte... non è che se lo vende al nipotino appena nato passa da pochi anni (ha 90 anni... quindi al max una decina...) diventa un usufrutto centenario... se no ognuno lo venderebbe al proprio nipotino...

 

In ogni modo, ai sensi dell'art. 980 c.c. l'usufruttuario può vendere il proprio diritto per un certo tempo o per tutta la durata, se non è vietato dal titolo costitutivo. Per cui il consiglio è di vietarne la vendita nell'atto di acquisto.

Buongiorno,

la ringrazio per la risposta. Per cui, se non ho capito male, se la sig.ra non dovesse più pagare le spese ordinarie, l'amministratore potrebbe rivolgersi a me. l'importante è che non venga ipotecata la casa o venduto l'usufrutto altrimenti la cosa si complicherebbe!!!

×