Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
gois

Chi devo convocare?

7 condomini, tutti con mm 142,85

 

marco

Andrea

mario

mestolo

maria

laura

lora

marco muore

 

9 eredi quindi ogni erede eredita 142,85 mm/ 9 = 15,87 mm

 

(di questi 9 eredi, 8 sono esterni al condominio, mentre Laura già una proprietaria eredita 1/9 dei mm di marco marco

 

pertanto ora avremo

 

Eredi Marco 142,85 - 15,87 ereditati da LAURA

Andrea 142,85

mario 142,85

mestolo 142,85

maria 142,85

laura 142,85 + 15,87 mm ereditati

lora 142,85

 

1) domanda io devo considerare così il compendio millesimale oppure sbaglio qualcosa'

2) le UI sono sempre 7, quindi io mio compenso non cambia?

3) quando convoco l'assemblea io devo convocare anche tutti gli eredi? perché molti mi hanno riferito che non vogliono pagare raccomandate e di mandare solo la convocazione a Laura, io chiesto di fare una delega permanente a Laura, ma nessuno l'ha fatta

4) i verbali (agli assenti ) li mando a tutti anche tutti gli eredi?

5) nell'assemblea se si presenta solo Laura, a che titolo vota, a titolo di lari 142mmm oppure a titolo di Laura 142...+ 15,87

o a titolo di Laura + compendio ereditario

 

scusate ma sto casino è la prima volta che mi capita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Eredi Marco 142,85 - 15,87 ereditati da LAURA (errato)

 

laura 142,85 + 15,87 mm ereditati (errato)

Eredi Marco 142,85 (giusto)

 

laura 142,85 (giusto )

 

ovvero tratterai laura come condomina

e tratterai eredi marco come condomino .

devi tenere distinto LAURA (condomina ) da LAURA (comprorietaria proquota della comunione EREDI MARCO )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

LAURA sicuramente rappresenta se stessa e la sua quota' (142,85) (1 testa e 142,85 ) e nel caso fosse nominata rappresentante della comunione EREDI MARCO votera' e contera' (1 testa e 142,85 ovvero votera' in nome e per conto della comunione )

sbagliato

Eredi Marco 142,85 - 15,87 ereditati da LAURA

Andrea 142,85

mario 142,85

mestolo 142,85

maria 142,85

laura 142,85 + 15,87 mm ereditati

lora 142,85

 

esatto

Eredi Marco 142,85 (devi convocare tutti gli eredi ,che potranno essere rappresentati da uno solo di loro in sede assembleare )

Andrea 142,85

mario 142,85

mestolo 142,85

maria 142,85

laura 142,85

lora 142,85

se si presenta solo LAURA essa potra' esprimere due distinti voti

1 LAURA 142,85

2 eredi MARCO 142,85

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Cerco di ricapitolare quanto detto da Peppe.

I condòmini restano 7 e cioè:

Eredi Marco 142,85 (in comproprietà tra 9 comunisti, Laura compresa)

Andrea 142,85

mario 142,85

mestolo 142,85

maria 142,85

laura 142,85

lora 142,85

 

- Il tuo compenso non cambia, salvo che i comunisti ti chiedano un lavoro extra di riparto della quota in 9 sottoquote, ma questo riguarda solo il rapporto tra te ed i comunisti e non con il condominio.

 

- Quando convochi l'assemblea dovrai inviare la convocazione a tutti i comunisti e le spese saranno addebitate per millesimi a tutti i condòmini, salvo diversa convenzione.

 

- All'assemblea parteciperà un solo rappresentante per conto degli eredi, scelto tra di loro.

Se si presenta solo Laura, Laura rappresenterà l'intera proprietà per cui avrà diritto ad 1 voto per la sua proprietà personale ed 1 voto per la comproprietà (voterà per 2 teste) e rappresenterà i 142,85 millesimi suoi + 142,85 millesimi della comproprietà.

Laura potrebbe votare anche disgiuntamente e dare un voto favorevole ed un voto contrario. Ad ogni voto vanno abbinati i 142,85 millesimi corrispondenti. I millesimi dei comproprietari non possono essere frazionati.

 

Se Laura sarà presente in assemblea a rappresentare la comproprietà, non c'è obbligo di inviare il verbale a nessuno perchè il condòmino EREDI era presente. Sarà il rappresentante degli eredi a rendere edotti gli altri eredi del deliberato.

 

Se ne Laura, ne nessun altro comunista sarà presente in assemblea in rappresentanza del condòmino EREDI, dovrai inviare il verbale a tutti i comunisti.

 

Per ovviare ai costi di raccomandata dovrete trovare un modo alternativo tra i seguenti

- consegna a mano

- PEC (la devi avere sia tu che il destinatario)

- FAX (per chi ha il telefono ma non ha il fax si possono trovare soluzioni di invio/ricezione FAX online

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

per prima cosa vi ringrazio di cuore, e lo scrivo davvero.

 

rimane il dubbio che Laura si presenta e senza deleghe degli altri comunisti, quindi essa rappresenta la SUA UI,

e non rappresenta Eredi marco? oppure li raprresenta? ripeto senza alcuna delega scritta, ma solo orale..

 

- - - Aggiornato - - -

 

aggiungo - se posso - che tra gli eredi, c'è un altro prelato, cui invio le culminazioni alla Santa Sede, ma non risponde mai, ed una Suora, cui non risponde comunque,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I comproprietari non hanno bisogno della delega in quanto gia' soggetti titolati del diritto di partecipazione e votazione . Quindi se si presenta uno solo dei comproprietari esso rappresenta il condomino Eredi Marco .

 

Quindi Laura se non sono presenti altri comproprietari puo' rappresentare Eredi Marco senza bisogno di delega .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
rimane il dubbio che Laura si presenta e senza deleghe degli altri comunisti

Per la comproprietà "Eredi Marco", Laura non deve portarti alcuna delega degli altri comunisti. La sua semplice e solitaria presenza legittima a conteggiare il condòmino "Eredi Marco" presente.

 

Quanto alle difficoltà ed alla necessità di interloquire con gli altri 8 eredi di Marco, se questi non ti comunicano per iscritto un indirizzo a cui inviare la corrispondenza, tu potrai sempre spedire quanto è di tuo obbligo (soprattutto per le convocazioni assembleari!) all'unico indirizzo che conosci: quello di Laura.

Una missiva a Laura, ed una missiva agli "Eredi di Marco c/o Laura".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Per la comproprietà "Eredi Marco", Laura non deve portarti alcuna delega degli altri comunisti. La sua semplice e solitaria presenza legittima a conteggiare il condòmino "Eredi Marco" presente.

 

Quanto alle difficoltà ed alla necessità di interloquire con gli altri 8 eredi di Marco, se questi non ti comunicano per iscritto un indirizzo a cui inviare la corrispondenza, tu potrai sempre spedire quanto è di tuo obbligo (soprattutto per le convocazioni assembleari!) all'unico indirizzo che conosci: quello di Laura.

Una missiva a Laura, ed una missiva agli "Eredi di Marco c/o Laura".

gli eredi mi hanno tutti comunicato indirizzo, cf ecc "registro anagrafe" ma a voce Laura mi ha detto: che non mi pagherà mai le raccomandate che mando a tutti gli eredi, e che non c'è bisogno... di inviare nulla agli altri (allorché io gli ho chiesto una dichiarazione scritta dei veri coeredi, ma non è mai arrivata..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... rimane il dubbio che Laura si presenta e senza deleghe degli altri comunisti, quindi essa rappresenta la SUA UI ...

Come ti è già stato detto, una comunista non ha bisogno di deleghe ma poichè Laura è anche condòmina del proprio appartamento, conviene chiedere e scrivere a verbale che Laura è presente sia per se che per il condòmino EREDI.

Il rappresentante dei comproprietari va nominato tra i comproprietari stessi per cui Laura potrebbe dire di non aver raggiunto un accordo con i comproprietari e non intende rappresentare il condòmino EREDI.

Laura potrebbe chiedere di essere considerata assente come comproprietaria EREDI ma di voler partecipare all'assemblea perchè vuole esercitare il diritto di voto per la sua proprietà personale (1 testa e 142,85 millesimi).Più chiaro è il verbale, meno discussioni ci saranno in futuro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

GRAZIE.

 

faccio un altra ipotesi che mi sta per capitare.

 

Condominio, 11 UI,

 

l'unita A chiamata anche "Eredi Famiglia Rossi" , che è di 234,44 mm appartiene a 8 eredi, 7 figli eredi con pari quota, ed 1 il marito erede ma con +quota in quanto ha ereditato di più.

 

anche qui io invio a tutti convocazione di assemblea, ed agli assenti il verbale

 

ma se si presente un solo coerede "eredi famiglia rossi" egli vota per 234,44 mm?

 

e se si presentano in 2 (solo uno dovrebbe votare per tutti da quello che ho capito)

 

se invece - e questo è il + difficile decisi - nessuno si presenta personalmente, ma "attenzione" UNO DEI COEREDI, da delega ad un altro condominio non coerede, l'altro condomino quando vota per quel coerede che ha lasciato della vota per 234, 44 mm (oltre alla sua UI...) oppure vota solo per la quota di quel coerede che ha dato e firmato delega?

 

perchè a me l'anno scorso capito che si presento un "estraneo" con delega di un coerede della UI con 234,44 mm... con scritto... io Sig. Rossi Neri delego Bianchi Grigio... per la UI con mm. 19,99... praticamente aveva inserito la sua quota di mm... ricavata dalla eredità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
GRAZIE.

 

faccio un altra ipotesi che mi sta per capitare.

 

Condominio, 11 UI,

 

l'unita A chiamata anche "Eredi Famiglia Rossi" , che è di 234,44 mm appartiene a 8 eredi, 7 figli eredi con pari quota, ed 1 il marito erede ma con +quota in quanto ha ereditato di più.

 

anche qui io invio a tutti convocazione di assemblea, ed agli assenti il verbale

 

ma se si presente un solo coerede "eredi famiglia rossi" egli vota per 234,44 mm?

 

e se si presentano in 2 (solo uno dovrebbe votare per tutti da quello che ho capito)

 

se invece - e questo è il + difficile decisi - nessuno si presenta personalmente, ma "attenzione" UNO DEI COEREDI, da delega ad un altro condominio non coerede, l'altro condomino quando vota per quel coerede che ha lasciato della vota per 234, 44 mm (oltre alla sua UI...) oppure vota solo per la quota di quel coerede che ha dato e firmato delega?

 

perchè a me l'anno scorso capito che si presento un "estraneo" con delega di un coerede della UI con 234,44 mm... con scritto... io Sig. Rossi Neri delego Bianchi Grigio... per la UI con mm. 19,99... praticamente aveva inserito la sua quota di mm... ricavata dalla eredità

due o duecento comproprietari valgono sempre 1 condomino e ciascuno puo rappresentare l'intera proprietà senza delega degli altri comproprietari.

 

Se si presenta un solo comproprietario non ci sono dubbi; quell'unico comproprietario rappresenterà l'intera proprietà ed avrà diritto a 1 voto e tutti i 234,44 millesimi.

 

Se si presentano in due, uno solo avrà diritto di voto.

Se non si accordano tra loro, il Presidente, non potendo più sorteggiare come ante/riforma, verbalizzerà il disaccordo e non farà votare i coeredi.

 

Se uno dei coeredi rilascia delega ad un estraneo e nessun altro coeredi si presenta in assemblea, quel coerede sarà considerato l'unico intervenuto all'assemblea per conto del condòmino EREDI ed il suo delegato sarà considerato il delegato degli eeredi per cui avrà diritto ad 1 voto ed i millesimi dell'intera proprietà (234,44/1000)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
7 condomini, tutti con mm 142,85

 

marco

Andrea

mario

mestolo

maria

laura

lora

marco muore

 

9 eredi quindi ogni erede eredita 142,85 mm/ 9 = 15,87 mm

 

(di questi 9 eredi, 8 sono esterni al condominio, mentre Laura già una proprietaria eredita 1/9 dei mm di marco marco

 

pertanto ora avremo

 

Eredi Marco 142,85 - 15,87 ereditati da LAURA

Andrea 142,85

mario 142,85

mestolo 142,85

maria 142,85

laura 142,85 + 15,87 mm ereditati

lora 142,85

 

1) domanda io devo considerare così il compendio millesimale oppure sbaglio qualcosa'

2) le UI sono sempre 7, quindi io mio compenso non cambia?

3) quando convoco l'assemblea io devo convocare anche tutti gli eredi? perché molti mi hanno riferito che non vogliono pagare raccomandate e di mandare solo la convocazione a Laura, io chiesto di fare una delega permanente a Laura, ma nessuno l'ha fatta

4) i verbali (agli assenti ) li mando a tutti anche tutti gli eredi?

5) nell'assemblea se si presenta solo Laura, a che titolo vota, a titolo di lari 142mmm oppure a titolo di Laura 142...+ 15,87

o a titolo di Laura + compendio ereditario

 

scusate ma sto casino è la prima volta che mi capita

*

non vedo dove sta il casino! tutto regolare e tutto come prima.

i presenti, condomini, vanno tutti segnati per cui se una condomina, laura, è presente lo è anche in veste di erede comproprietaria per cui segnandola a verbale in quella veste è presente e raddoppia i millesimi, ma anche le teste, visto che lei è condomina ed è in minoranza rispetto agli esterni: 1/9 contro 8/9. per quello che ricordo la giurisprudenza non si è ancora pronunciata in proposito. tutt'al più che qualche condomino, se del caso, faccia causa e dopo il 1°, il 2° ed il 3° grado di giudizio creerà un precedente..........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
due o duecento comproprietari valgono sempre 1 condomino e ciascuno puo rappresentare l'intera proprietà senza delega degli altri comproprietari.

 

Se si presenta un solo comproprietario non ci sono dubbi; quell'unico comproprietario rappresenterà l'intera proprietà ed avrà diritto a 1 voto e tutti i 234,44 millesimi.

 

Se si presentano in due, uno solo avrà diritto di voto.

Se non si accordano tra loro, il Presidente, non potendo più sorteggiare come ante/riforma, verbalizzerà il disaccordo e non farà votare i coeredi.

 

Se uno dei coeredi rilascia delega ad un estraneo e nessun altro coeredi si presenta in assemblea, quel coerede sarà considerato l'unico intervenuto all'assemblea per conto del condòmino EREDI ed il suo delegato sarà considerato il delegato degli eeredi per cui avrà diritto ad 1 voto ed i millesimi dell'intera proprietà (234,44/1000)

ho finalmente uno che parla chiaro!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... se una condomina, laura, è presente lo è anche in veste di erede comproprietaria per cui segnandola a verbale in quella veste è presente e raddoppia i millesimi, ma anche le teste, visto che lei è condomina ed è in minoranza rispetto agli esterni: 1/9 contro 8/9 ....

Art. 67 c.c.Qualora un'unità immobiliare appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che è designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice

Art. 1106 c.c.

Con la maggioranza calcolata nel modo indicato dall'articolo precedente, può essere formato un regolamento per l'ordinaria amministrazione e per il miglior godimento della cosa comune. Nello stesso modo l'amministrazione può essere delegata ad uno o più partecipanti, o anche a un estraneo, determinandosi i poteri e gli obblighi dell'amministratore.

 

Vuoi dire che se Laura vuole partecipare all'assemblea solo per la sua proprietà e non vuole assumersi responsabilità sull'altro voto, è obbligata a votare per le due proprietà in assenza di altri eredi?

 

Laura non può dire che è presente per esprimere il suo diritto di voto per la sua proprietà ma non vuole partecipare anche per conto dei comunisti perchè gli stessi comunisti hanno designato un comunista assente?

 

Laura ha il diritto di partecipare anche in rappresentanza dei comunisti ma non ha il dovere.

Se Laura non vuole esercitare questo diritto e vuole esercitare esclusivamente il diritto sulla proprietà esclusiva, lo si metterà a verbale,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Art. 67 c.c.Qualora un'unità immobiliare appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che è designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice

Art. 1106 c.c.

Con la maggioranza calcolata nel modo indicato dall'articolo precedente, può essere formato un regolamento per l'ordinaria amministrazione e per il miglior godimento della cosa comune. Nello stesso modo l'amministrazione può essere delegata ad uno o più partecipanti, o anche a un estraneo, determinandosi i poteri e gli obblighi dell'amministratore.

 

Vuoi dire che se Laura vuole partecipare all'assemblea solo per la sua proprietà e non vuole assumersi responsabilità sull'altro voto, è obbligata a votare per le due proprietà in assenza di altri eredi?

 

Laura non può dire che è presente per esprimere il suo diritto di voto per la sua proprietà ma non vuole partecipare anche per conto dei comunisti perchè gli stessi comunisti hanno designato un comunista assente?

 

Laura ha il diritto di partecipare anche in rappresentanza dei comunisti ma non ha il dovere.

Se Laura non vuole esercitare questo diritto e vuole esercitare esclusivamente il diritto sulla proprietà esclusiva, lo si metterà a verbale,

no adesso non è più chiaro.

 

Laura rappresenta la sua testa e i suoi mm in toto.

 

poi se è li senza deleghe alcune e vota come "erede" lei va considerata come altra testa ed i mm degli eredi in toto? anche se non ha deleghe degli altri eredi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Art. 67 c.c.Qualora un'unità immobiliare appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che è designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice

Art. 1106 c.c.

Con la maggioranza calcolata nel modo indicato dall'articolo precedente, può essere formato un regolamento per l'ordinaria amministrazione e per il miglior godimento della cosa comune. Nello stesso modo l'amministrazione può essere delegata ad uno o più partecipanti, o anche a un estraneo, determinandosi i poteri e gli obblighi dell'amministratore.

 

Vuoi dire che se Laura vuole partecipare all'assemblea solo per la sua proprietà e non vuole assumersi responsabilità sull'altro voto, è obbligata a votare per le due proprietà in assenza di altri eredi?

 

Laura non può dire che è presente per esprimere il suo diritto di voto per la sua proprietà ma non vuole partecipare anche per conto dei comunisti perchè gli stessi comunisti hanno designato un comunista assente?

 

Laura ha il diritto di partecipare anche in rappresentanza dei comunisti ma non ha il dovere.

Se Laura non vuole esercitare questo diritto e vuole esercitare esclusivamente il diritto sulla proprietà esclusiva, lo si metterà a verbale,

*

siamo a soliti cavilli.......

è evidente che tutto dipende da quello che il condomino cointestatario dichiara e presenta per iscritto (meglio per iscritto, visto che l'amministratore deve tutelarsi nei confronti di terzi) e tutto va verbalizzato a scanso di equivoci. in ogni caso gli assenti, o quelli che se ne fregano -che vanno sempre e comunque tutti convocati-, hanno sempre torto ed i presenti, con le dovute maggioranze, decidono e deliberano. è ovvio che anche le teste variano e seconda del tipo di rappresentanza in assemblea. lo stesso delegato per unità e proprietà diverse rappresenta la somma dei millesimi e la somma delle teste. è ovvio, salvo che qualche giudice si permetta di dire qualcosa di diverso.

l'assemblea può anche deliberare di addebitare ad ognuno dei cointestatari in + al 1° le spese postali se non viene nominato un destinatario che avrà l'obbligo di comunicare agli altri le convocazioni. d'altro canto non è giusto che tutti i condomini si sobbarchino le spese per 9 raccomandate ogni volta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

basta cio che dichiara il comproprietario (non serve una delega o altra documentazione )che si presenta in assemblea .ovvero e' sufficiente che si presenti come rappresentante .

esso anche se detiene 1/9 della comproprieta' in assemblea rappresentera' tutta la comunione (9/9 )ovvero contera' una testa e la quota millesimale della comunione .

 

- - - Aggiornato - - -

 

no adesso non è più chiaro.

 

Laura rappresenta la sua testa e i suoi mm in toto.

 

poi se è li senza deleghe alcune e vota come "erede" lei va considerata come altra testa ed i mm degli eredi in toto? anche se non ha deleghe degli altri eredi?

laura rappresenta se stessa e i suoi millesimi

 

poi se nessun altro comproprietario si presenta ,laura potra' se vuole rappresentare e votare per EREDI MARCO .. a LAURA non serve nessuna delega da parte degl'altri comproprietari .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
GRAZIE.

 

faccio un altra ipotesi che mi sta per capitare.

 

Condominio, 11 UI,

 

l'unita A chiamata anche "Eredi Famiglia Rossi" , che è di 234,44 mm appartiene a 8 eredi, 7 figli eredi con pari quota, ed 1 il marito erede ma con +quota in quanto ha ereditato di più.

 

anche qui io invio a tutti convocazione di assemblea, ed agli assenti il verbale

 

ma se si presente un solo coerede "eredi famiglia rossi" egli vota per 234,44 mm?

 

e se si presentano in 2 (solo uno dovrebbe votare per tutti da quello che ho capito)

 

se invece - e questo è il + difficile decisi - nessuno si presenta personalmente, ma "attenzione" UNO DEI COEREDI, da delega ad un altro condominio non coerede, l'altro condomino quando vota per quel coerede che ha lasciato della vota per 234, 44 mm (oltre alla sua UI...) oppure vota solo per la quota di quel coerede che ha dato e firmato delega?

 

perchè a me l'anno scorso capito che si presento un "estraneo" con delega di un coerede della UI con 234,44 mm... con scritto... io Sig. Rossi Neri delego Bianchi Grigio... per la UI con mm. 19,99... praticamente aveva inserito la sua quota di mm... ricavata dalla eredità

a livello condominiale esistono solo i millesimi di "eredi famiglia rossi " ossia 234,44 millesimi , che poi il signor Rossi Neri abbia 19,99 millesimi a livello condominiale non conta nulla ,essi varranno solo a livello comunione .(ossia serviranno a ripartire le spese tra i comproprietari e varranno ai fini di votazioni della comunione )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
a livello condominiale esistono solo i millesimi di "eredi famiglia rossi " ossia 234,44 millesimi , che poi il signor Rossi Neri abbia 19,99 millesimi a livello condominiale non conta nulla ,essi varranno solo a livello comunione .(ossia serviranno a ripartire le spese tra i comproprietari e varranno ai fini di votazioni della comunione )

*

non è così. l'amministratore, ad esempio, non ha nessun obbligo di dividere le spese, se lo fa è per fare semplicemente un favore e può pretendere anche di essere pagato, come fanno moltissimi.......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
a livello condominiale esistono solo i millesimi di "eredi famiglia rossi " ossia 234,44 millesimi , che poi il signor Rossi Neri abbia 19,99 millesimi a livello condominiale non conta nulla ,essi varranno solo a livello comunione .(ossia serviranno a ripartire le spese tra i comproprietari e varranno ai fini di votazioni della comunione )

Scusate ma cosa cambia rispetto ad una unità immobiliare cointestata ( mill.35,22) ? Se io posseggo un appartamento in comunione con mia moglie sono proprietario al 50%. L'Amministratore invia la convocazione ad entrambi. All'assemblea mi presento solo io senza delega di mia moglie ( ovviamente) e risulta così presente una testa per mill.35,22. La circostanza che i comproprietari siano 10 , a mio avvso, non cambia la sostanza. Se all'assemblea si presentano in 10 sarà sempre una testa ed uno solo a votare per tutti con i millesimi attribuiti all' intera unità immobiliare,

Mi è sfuggito qualcosa ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
*

non è così. l'amministratore, ad esempio, non ha nessun obbligo di dividere le spese, se lo fa è per fare semplicemente un favore e può pretendere anche di essere pagato, come fanno moltissimi.......

E dove hai letto che Peppe ha detto che l'amministratore ha l'obbligo di dividere le spese tra i comproprietari?

Se rileggi bene quanto scritto da Peppe:

 

"a livello condominiale esistono solo i millesimi di "eredi famiglia rossi " ossia 234,44 millesimi , che poi il signor Rossi Neri abbia 19,99 millesimi a livello condominiale non conta nulla ,essi varranno solo a livello comunione .(ossia serviranno a ripartire le spese tra i comproprietari e varranno ai fini di votazioni della comunione )"

io capisco che i millesimi (meglio ancora se le chiamiamo quote) di ciascun coerede servono solo a loro stessi per ripartirsi TRA DI LORO le spese totali che l'amministratore attribuirà a quell'unità immobiliare.

Come aveva già ben evidenziato Peppe, "a livello condominiale non conta nulla".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Appunto ! Ho "ceccato" Peppe proprio per confermare quanto da lui scritto. Cio' che mi ha stupito è che sull' argomento è stato scritto un romanzo.Punto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Appunto ! Ho "ceccato" Peppe proprio per confermare quanto da lui scritto. Cio' che mi ha stupito è che sull' argomento è stato scritto un romanzo.Punto.

nessuno nasce "imparato" e gois ha chiesto un chiarimento che sembra abbia avuto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E dove hai letto che Peppe ha detto che l'amministratore ha l'obbligo di dividere le spese tra i comproprietari?

Se rileggi bene quanto scritto da Peppe:

 

"a livello condominiale esistono solo i millesimi di "eredi famiglia rossi " ossia 234,44 millesimi , che poi il signor Rossi Neri abbia 19,99 millesimi a livello condominiale non conta nulla ,essi varranno solo a livello comunione .(ossia serviranno a ripartire le spese tra i comproprietari e varranno ai fini di votazioni della comunione )"

io capisco che i millesimi (meglio ancora se le chiamiamo quote) di ciascun coerede servono solo a loro stessi per ripartirsi TRA DI LORO le spese totali che l'amministratore attribuirà a quell'unità immobiliare.

Come aveva già ben evidenziato Peppe, "a livello condominiale non conta nulla".

*

se l'italiano ha un senso è la logica interpretazione di quanto scritto. ovvero, si trattava di evidenziare e sottolineare meglio ciò che è dovuto da quello non è dovuto, se eventualmente non pagato!

d'accordo difensore d'ufficio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ORA è CHIARO

punto fermo sono:

 

1) l'Amministratore deve inviare le convocazioni, con fax, pec, raccomandata a mano, raccomandata a.r. a tutti i proprietari sempre e comunque. (quindi se in una UNITA' vi abitano marito moglie e 3 figli: magari tutti comproprietari, l'amministratore invierà 5 raccomandata.

 

2) se si presente 1 vale per tutti i mm della UI e vale una testa.

 

il verbale va inviato ai non presenti a mezzo raccomandata, pec, fax, raccomandata a mano, e trascorsi 30 gg dal ricevimento, ovvero 10+30 dalla primo accesso del postino, l'assemblea non è più impugnabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×