Vai al contenuto
Danielabi

CESSIONE CREDITO - ADEMPIMENTI

Silvia3 dice:

sarebbe necessario ridurre il massimale opere tenendo conto solo del numero degli appartamenti?

No, il tetto massimo è dato dal massimale moltiplicato per il numero delle unità immobiliari, quindi si moltiplica anche il numero dei box presenti.

 

Silvia3 dice:

Di spese extra da pagare per gli altri condomini in realtà non ce ne saranno causa sconto in fattura al 100%

Sicura sicura? Solitamente salta fuori qualche intervento da 50% di detrazione....

Danielabi dice:

ecobonus si

👍

Danielabi dice:

No, il tetto massimo è dato dal massimale moltiplicato per il numero delle unità immobiliari, quindi si moltiplica anche il numero dei box presenti.

👍

 

Danielabi dice:

Sicura sicura? Solitamente salta fuori qualche intervento da 50% di detrazione....

Sì, sicura, nel senso che nel condominio in questione ci potrebbero essere anche delle opere con detrazione al 50%, ma il ragionamento che facevo prima di escludere il condomino moroso dalle spese del superbonus, lo facevo solo e strettamente in riferimento alle opere 110%, su cui avrebbe senso secondo me "forzare la mano" escludendo l'unità del condomino moroso dalle spese perchè il risultato finale per gli altri non cambia e io mi semplifico la vita.

Per le opere al 50% il problema sarà che già sappiamo che il condomino moroso non pagherà la sua quota e quindi se gli altri vogliono farle dovranno anticipare anche il 100% della spesa del moroso... Ma parliamo di anticipo in attesa che il decreto ingiuntivo arrivi dove deve arrivare, non di addebito definitivo delle spese a loro carico.

Sjlva dice:

Sì, anche a me risulta questo.

Credo (ma non vorrei sbagliare) che per i trainati abbiano possibilità di fruire del 50%.... attendiamo consigli più sicuri! 😉

Scusate, nella mia testa sto sovrapponendo due concetti:

1) soggetti diversi dalle persone fisiche (società, iacp, ecc)

2) unità non residenziali

 

Riassumendo: per entrambi i punti e per tutte le casistiche (società proprietaria di appartamento o negozio; negozio di proprietà sia di società che di persona fisica) sì superbonus sulle parti comuni, no trainati al 110. Semprechè il condominio sia a prevalente destinazione abitativa.

 

Tutto giusto?

🙄  forse un po' piu' semplice:

 

 proprietari società in qualsiasi caso no trainati

iacp e coop dovrebbero essere proprietari solo di abitazioni, quindi equiparabili alle persone fisiche

 

Danielabi dice:

forse un po' piu' semplice:

👍😉

 

e unità non residenziali in ogni caso no trainati

Silvia3 dice:

👍😉

 

e unità non residenziali in ogni caso no trainati

esatto

  • Mi piace 1

Chi non è in regola con il fisco può cedere il credito? Ad esempio se non ha pagato l'imposta di successione.

E chi non è in regola con i pagamenti condominiali?

Grazie 

giallone dice:

Chi non è in regola con il fisco può cedere il credito? Ad esempio se non ha pagato l'imposta di successione.

E chi non è in regola con i pagamenti condominiali?

Grazie 

Si in entrambi i casi.

  • Grazie 1
Danielabi dice:

Si in entrambi i casi.

Daniela, i morosi non sono esclusi?  

Se per "pagamenti condominiali" si intende l'anticipo per la creazione del fondo lavori straordinari (per la prima rata) la risposta è la stessa? Quel fondo deve essere creato anche in caso di sconto in fattura? Se no, cambia qualcosa per i morosi?

Grazie

chiaraz74 dice:

Daniela, i morosi non sono esclusi?

Sono esclusi se non sostengono il costo dell'intervento, AdE non entra in questioni civilistiche che non la riguardano.

 

chiaraz74 dice:

Se per "pagamenti condominiali" si intende l'anticipo per la creazione del fondo lavori straordinari (per la prima rata) la risposta è la stessa?

No, in questo caso chi non versasse per il fondo che deve essere costituito è considerato moroso per AdE.

 

chiaraz74 dice:

Quel fondo deve essere creato anche in caso di sconto in fattura? Se no, cambia qualcosa per i morosi?

Si, il fondo andrebbe sempre costituito, anche se in caso di sconto del 100% in fattura diventa problematico capire quanto raccogliere e perchè (solitamente qualche costo non detraibile al 110%, oppure i costi iniziali per il tecnico.....)

  • Grazie 1

In caso di mancato versamento del fondo per spese non detraibili, il condomino va considerato moroso?

Io in passato ho sempre considerato i versamenti preferenzialmente attribuiti alle spese detraibili: es spesa da versare 1000, di cui 900 per opere detraibili e 100 per amministratore. Se il condomino versava 900, io ho sempre indicato che aveva interamente coperto la spesa di sua competenza e quindi diritto alla detrazione su tutto l'importo, se versava 800 gli indicavo che poteva portare in detrazione 800... Cioè ho sempre considerato non pagata la quota non riferita a spese non detraibili... E' concettualmente sbagliato?

 

 

Silvia3 dice:

E' concettualmente sbagliato?

🙄  direi di no, se l'assemblea non ha mai avuto nulla da eccepire.

Personalmente faccio effettuare versamenti distinti, con causale ben definita.

Comunque, se un condòmino non versa il fondo, si, è moroso nei confronti dell'intervento straordinario.

Danielabi dice:

Personalmente faccio effettuare versamenti distinti, con causale ben definita.

Ai fini della detrazione non dovrebbe però essere necessario che i condòmini versino quote a sé per i soli lavori; esempio, nel caso ci fosse una rata straordinaria in scadenza insieme all'ordinaria e il versamento fosse unico, questo non dovrebbe rappresentare un problema per la detraibilità della quota relativa all'intervento ammesso al beneficio fiscale, neppure se nella causale non fosse specificato nulla (ma un generico "spese condominiali") perché quello che conta è il bonifico parlante eseguito a nome del Condominio.

Sbaglio?

Spero di no, diversi condòmini hanno già versato in questo modo per i lavori "bonus facciate" ....

Sjlva dice:

Sbaglio?

No, non sbagli.

Personalmente preferisco che si tengano il piu' possibile separate le cose perchè vorrei che non ci fosse mai il dubbio, da parte di AdE, che la tal persona non ha sostenuto il costo; se ho un bonifico con la causale che lo dimostra fine delle discussioni.

Ma, intendiamoci, sono io che spacco il capello in quattro...

  • Grazie 1

Buonasera, svolto lavori condominiali detrazioni 50%, ho comunicato all'amministratore di avere scelto la via appunto della detrazione. Quest'anno mi porto in detrazione la prima delle 10 rate per poi l'anno prossimo riservarmi di fare cessione delle restanti 9 quote annuali. In questa sede, approfittando della grande professionalità e competenza di molti di voi, volevo chiedervi "materialmente" in che modo potrò cedere le 9 restanti quote? Mi compariranno nell'area riservata del cassetto fiscale? qualcuno sa esattamente a livello operativo come funziona? In che maniera potrò trasformare le rate residue in credito da cedere

Ferdinando dice:

qualcuno sa esattamente a livello operativo come funziona? In che maniera potrò trasformare le rate residue in credito da cedere

Dovrai semplicemente comunicare ad AdE, tramite l'apposita funzione nella tua area privata, la cessione dell'importo residuo della detrazione. Prima devi trovare il cessionario, stipulare il contratto di cessione, poi inviare la comunicazione.

Buongiorno, intervengo per richiedere un consiglio.

Ad un condomino le Poste hanno rigettato la richiesta di cessione del credito per un errore effettuato dallo stesso.

Perciò la prima quota del credito d’imposta verrà inserita nel 730/2021.

1)- si può rifare la richiesta di cessione del credito per le rimanenti 9 quote, subito?

2)- le Poste effettueranno l’accredito subito o aspetteranno il 2022?

Grazie.

cuma1946 dice:

1)- si può rifare la richiesta di cessione del credito per le rimanenti 9 quote, subito?

Si.

cuma1946 dice:

2)- le Poste effettueranno l’accredito subito o aspetteranno il 2022?

Dipende da cosa è indicato nel contratto, dovrebbe essere che rispettino sempre l'accredito effettuato entro XX giorni dal momento in cui il credito è disponibile su piattaforma di cessione; in sostanza non dovrebbe cambiare nulla rispetto alla cessione dell'intero credito

cuma1946 dice:

Molto esauriente. Grazie mille.

grazie a te.

Sjlva dice:

Sbaglio?

Spero di no, diversi condòmini hanno già versato in questo modo per i lavori "bonus facciate" ....

Anche io preferenzialmente faccio fare pagamenti distinti per le rate ordinarie e per le spese straordine, però se capita che qualche condomino di sua iniziativa cumuli i versamenti non ho nulla da ridire, e non credo possa essere un problema.

 

Mi preoccupa invece per la cessione del credito l'esistenza di condomini che per problemi vari loro personali sono sempre un po' in ritardo con i versamenti e quindi in linea di massima hanno già detto che cercheranno di pagare la quota residua delle spese per cui ci sarà lo sconto in fattura entro l'apertura del cantiere, ma pagheranno gli importi per le spese non detraibili (compenso amministratore) e per le spese detraibili ma non scontate in fattura (compensi professionisti) più avanti, probabilmente a inizio 2022, non necessariamente entro il termine di presentazione della comunicazione delle detrazioni all'AdE.

All'assemblea ciò sta bene, e anche ai professionisti che dovranno aspettare per avere il saldo del compenso. Sono un po' incerta io sul fatto di poter procedere pacificamente a far scontare le fatture e a comunicare ad Ade l'avvenuta cessione dei crediti per questi condomini parzialmente in ritardo, anche se ripeto il ritardo non riguarderà le spese da scontare...

Silvia3 dice:

Sono un po' incerta io sul fatto di poter procedere pacificamente a far scontare le fatture e a comunicare ad Ade l'avvenuta cessione dei crediti per questi condomini parzialmente in ritardo, anche se ripeto il ritardo non riguarderà le spese da scontare

Be', se paghi potrai farlo con fondi già in cassa, quindi con soldi già "messi lì" dai condòmini. Tarderai i saldi, ma comunque, visto che devi sborsare soldi, dovrai averli, quindi nessun moroso.

Eventualmente il problema esiste se poi i condòmini non pagano....

Nel malaugurato caso in cui poi i condomini non pagassero...a me sembra comunque corretto attribuirgli le detrazioni/la cessione, se quelle quote sono coperte. Ma, come sempre, quello che sembra a me conta ben poco...

Silvia3 dice:

Nel malaugurato caso in cui poi i condomini non pagassero...a me sembra comunque corretto attribuirgli le detrazioni/la cessione, se quelle quote sono coperte. Ma, come sempre, quello che sembra a me conta ben poco...

Se le quote sono coperte, non hai morosi; resta sempre il fatto che dovresti dimostrare ad AdE che quanto hai in cassa lo ha versato Tizio e non Caio (ma verranno mai a chiedertelo???)

  • Haha 1
×