Vai al contenuto
Danielabi

CESSIONE CREDITO - ADEMPIMENTI

Scusate, passo indietro: in caso di successione ancora aperta...come accidenti compilo la comunicazione all'AdE per la cessione del credito?

Tutti belli eh i miei ragionamenti del post sopra...ma se poi di fatto nella comunicazione all'ade devo indicare qualcosa di specifico e concreto, il cinema cambia.

Silvia3 dice:

Intanto una domanda generale: il numero verde di AdE...è efficace? è risolutivo? da qualche parte Daniela mi ha scritto di sentire loro...ma mi posso fidare di quello che mi viene detto a voce? o devo prenderlo tipo meglio di niente...?

Al numero verde rispondono funzionari di AdE, gli stessi che lavorano nelle sedi territoriali e che rispondono quando ti rechi in loco. Come accade per qualsiasi lavoro, c'è chi è piu' competente e chi meno, pero'  forniscono risposte in base alle circolari/disposizioni di AdE. Purtroppo, anche per loro c'è spazio per interpretare tutto cio' che non è ancora stato ben fissato dalla direzione centrale, quindi potresti avere delle risposte contrastanti. Per dirimere devi fare interpello; se vuoi comunque qualcosa di scritto, invia una web mail (dalla tua area privata) che non è certo vincolante come un interpello, ma è pur sempre un parere scritto.

 

Silvia3 dice:

Se riesco a farmi firmare da tutti e quattro la dichiarazione di cessione credito credo di poter dormire tranquilla....no?

Si, unica opzione per la tranquillità

 

Silvia3 dice:

se invece volessi scrivere nel verbale dell'assemblea che tutti cedono il credito (art 9bis) salvo espressa comunicazione diversa...può andare o è troppo a rischio data la situazione?

Mooooooooolto meglio l'opzione precedente: le generalizzazioni portano sempre alle discussioni lunghe ed inutili.

 

Silvia3 dice:

come accidenti mi posso regolare?

Come per il punto 1): nella stessa comunicazione indichi entrambe le detrazioni e chiedi che decidano sia per un caso che per l'altro.

 

Silvia3 dice:

può essere meglio di niente?

Il fatto è che dovresti avere l'indirizzo di entrambi per il registro anagrafiche, perchè che litighino sono affari loro, la successione è di entrambi, quindi entrambi, sino a regolazione definitiva, sono proprietari dell'appartamento. Capisco anche che in certe situazioni si fa presto dire "devi avere l'indirizzo"....

Se non riesci a raggiungere ne' uno, ne' l'altra, l'indicazione generica è, ovviamente, sempre meglio di niente.

 

Silvia3 dice:

Scusate, passo indietro: in caso di successione ancora aperta...come accidenti compilo la comunicazione all'AdE per la cessione del credito?

Devi indicare tutti i nomi degli eredi, infatti delle questioni fra di loro si devono arrangiare loro, ufficialmente gli eredi sono tutte le persone dell'asse ereditario note e quelle eventualmente nominate per testamento.

Daniela grazie per le risposte!

 

Sull'ultimo punto...sapere chi sono gli eredi, anche solo potenziali, non è così pacifico. Dovrei incaricare avvocato o simili per le verifiche, qualcuno dovrebbe pagare la relativa parcella...

Però alla fine quanto meno per i casi in cui avanzano delle quote da pagare...se nessuno paga non c'è credito da cedere, e se qualcuno paga infondo infondo posso indicare solo lui come titolare del credito, sperando in bene sul fatto che ne abbia diritto...

 

In un modo o nell'altro, scrivere qui un pochino mi rasserena 😄

 

Anche se prima stavo pensando alle complicazioni contabili, oltre a tutto il resto, e mi è venuta altra ansia.

 

Però giuro che ho anche delle successioni normali...tempi burocratici ma erede certo e collaborativo...ma di quste non vi parlo, non sono divertenti.

Silvia3 dice:

Però giuro che ho anche delle successioni normali...tempi burocratici ma erede certo e collaborativo...ma di quste non vi parlo, non sono divertenti

Peccato.......😄

 

Per il resto, si dice: "a mali estremi, estremi rimedi" 😉

Silvia3 dice:

auguro lunga vita a tutti i miei condomini per il prossimo anno e mezzo in particolare...e mi auguro anche che nessuno decida di vendere proprio adesso, giusto per non complicarmi la vita tra successioni e subentri!!

Bene, ho parlato troppo presto. No, per fortuna non è morto alcun condòmino, ma una coppia mi ha avvisato di avere l'appartamento all'asta .... primo tentativo di vendita luglio prossimo, lavori deliberati a marzo, saranno eseguiti dopo l'estate, probabile emissione fattura ottobre.

Tanto per complicare le cose! 😅

Speriamo non vendano prima della fine dell'anno, così termino la pratica facendo riferimento agli attuali proprietari. 

Sjlva dice:

Speriamo non vendano prima della fine dell'anno,

🤞🤞🤞

  • Mi piace 1

Altra cosina: il limite di due unità su cui fare i trainati si intende per percipiente o per condomino?

in un condominio ho tre unità di proprietà dei sig.ri Bianchi-Rossi. Io credo si possa fare che Bianchi si fa e detrae i trainati per due unità e Rossi per la terza. Ma se me lo confermate sono più contenta.

 

PS oggi mi ha chiamato un condomino tutto impensierito perchè lui sta già facendo il superbonus su due unità, e quindi era preoccupato di doversi pagare il cappotto in condominio. L'ho rassicurato, ma mi ha messo l'ansia: è vero che non tutti sono proprietari di 32 appartamenti, ma che in un modo o nell'altro lo stesso soggetto sia beneficiario delle detrazioni per superbonus su più di due unità secondo me è un'eventualità meno remota di quanto mi augurerei... Voi vi fidate che la gente si ponga il problema?

Lo so che non sono il commercialista di nessuno, giuro, però accidenti come si fa a non interrogarsi e temere?

Silvia3 dice:

il limite di due unità su cui fare i trainati si intende per percipiente o per condomino?

Devi considerare i proprietari: se i tre appartamenti sono in comproprietà di Rossi e Bianchi, gli appartamenti "trainati" possono essere due; se due appartamenti sono in comproprietà e il terzo è di uno solo, allora si potranno "trainare" tutti e tre.

 

Silvia3 dice:

Lo so che non sono il commercialista di nessuno, giuro, però accidenti come si fa a non interrogarsi e temere?

Cosa temi?

Il superbonus è da spiegare ai condòmini, non c'è alun dubbio. Una volta indicati i dati di fondo (fra cui la questione delle due proprietà) l'amministratore ha fatto tutto cio' che doveva: sta ai condòmini verificare la propria posizione. Se non lo fanno, peggio per loro.

In ogni caso, anche avessero 6000 proprietà, in 6000 condomìni diversi, detrarranno tutto per le parti comuni; come detto è solo il "trainato" che ha vincoli di numeri.

Danielabi dice:

Devi considerare i proprietari: se i tre appartamenti sono in comproprietà di Rossi e Bianchi, gli appartamenti "trainati" possono essere due; se due appartamenti sono in comproprietà e il terzo è di uno solo, allora si potranno "trainare" tutti e tre.

Ah ecco esattamente il contrario di quello che pensavo 😓

Per caso hai qualche riferimento da cui risulta che quello che conta è l'anagrafica?

Lungi da me mettere in discussione la tua infinita sapienza, ma ci sto pensando e non capisco perchè per i trainati bisogna considerare tutti i proprietari, mentre per le parti comuni ci sta che la spesa sia sostenuta solo da uno dei proprietari (e che la detrazione spetti interamente a lui)

Silvia3 dice:

Per caso hai qualche riferimento da cui risulta che quello che conta è l'anagrafica?

Lungi da me mettere in discussione la tua infinita sapienza, ma ci sto pensando e non capisco perchè per i trainati bisogna considerare tutti i proprietari, mentre per le parti comuni ci sta che la spesa sia sostenuta solo da uno dei proprietari (e che la detrazione spetti interamente a lui)

Circolare 24/2020:

I contribuenti persone fisiche possono beneficiare del Superbonus relativamente alle spese sostenute per interventi realizzati su massimo due unità immobiliari. Tale limitazione non si applica, invece, alle spese sostenute per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio

 

Non confondere i soggetti proprietari con i soggetti che hanno diritto, nel senso che se Bianchi è proprietario di tre immobili per una qualsiasi quota, potrà intervenire solo su due proprietà, come indicato dalla norma.

Dove vedi discrepanza?

Condominio unico formato da due palazzine dove in comune hanno autorimessa interrata con posti auto assegnati di proprietà. Palazzina A ha necessità di ristrutturazione facciata e sfrutterà bonus facciata 90%. Nella palazzina A ci sono dei sottotetti dove alcuni proprietari sono condomini della palazzina B, stessa cosa riguardante un paio di posti auto. La tab. mill. di proprietà palazzina A è formata dai mill. comprendenti appartamento, eventuale posto auto ed eventuale sottotetto. Per la comunicazione all'ADE per i condomini della palazzina A che sono proprietari di appartamento, sottotetto e posto auto, si fa comunicazione inserendo solo i dati appartamento? Invece per coloro (condomini palazzina B) che sono proprietari di solo sottotetto e posto auto della palazzina A inserisco dati dei soli sottotetti o posti auto. Giusto? Chiedo scusa se ho scritto in maniera poco comprensibile 😄

sergio79 dice:

Giusto?

Giusto, per i proprietari di A è sufficiente l'indicazione dell'appartamento, e per B sottotetti o posti auto

  • Grazie 1
Danielabi dice:

Circolare 24/2020:

I contribuenti persone fisiche possono beneficiare del Superbonus relativamente alle spese sostenute per interventi realizzati su massimo due unità immobiliari. Tale limitazione non si applica, invece, alle spese sostenute per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio

 

Non confondere i soggetti proprietari con i soggetti che hanno diritto, nel senso che se Bianchi è proprietario di tre immobili per una qualsiasi quota, potrà intervenire solo su due proprietà, come indicato dalla norma.

Dove vedi discrepanza?

Però se Bianchi è proprietario di tre immobili, ma per tutti e tre è in comproprietà con Rossi, per me Bianchi e Rossi sono due contribuenti diversi, quindi non capisco perchè non possa andare bene che due delle unità in questione facciano i trainati "a spese" di Bianchi, e la terza unità a spese di Rossi... Che poi col 110 e sconto in fattura i trainati non vengono pagati ok, ma cmq potrei indicare per due unità cedente Bianchi e per la terza cedente Rossi... Perchè non va bene?

Silvia3 dice:

Però se Bianchi è proprietario di tre immobili, ma per tutti e tre è in comproprietà con Rossi, per me Bianchi e Rossi sono due contribuenti diversi, quindi non capisco perchè non possa andare bene che due delle unità in questione facciano i trainati "a spese" di Bianchi, e la terza unità a spese di Rossi... Che poi col 110 e sconto in fattura i trainati non vengono pagati ok, ma cmq potrei indicare per due unità cedente Bianchi e per la terza cedente Rossi... Perchè non va bene?

Togli per un attimo l'idea della detrazione e passa all'idea della proprietà.

Rossi è proprietario proquota di tre immobili, su quanti potrà intervenire considerando che è possibile solo per due?

Daniela ti faranno santa per la pazienza.

Io continuo a non arrivarci 😞 ok rossi può intervenire su due, perfetto, chiarissimo. Perchè però non possa intervenire anche l'altro comproprietario non mi è chiaro.

Peraltro non trovo più dove ma mi pare che tu avessi scritto che appunto il limite dei trainati è su due unità...ma poi magari ci si può fare furbi e far risultare che per la terza l'intervento sia fatto ad es. dall'inquilino...

L'inquilino va bene ma il comproprietario no?

Silvia3 dice:

Perchè però non possa intervenire anche l'altro comproprietario non mi è chiaro.

No, puo' intervenire anche l'altro, ma sempre su due immobili

 

Silvia3 dice:

L'inquilino va bene ma il comproprietario no?

Aaaaaaaaah, spetta che forse ci sono arrivata. (con calma ne' 😊)

In sostanza dici:

1) A proprietario pro quota si accolla l'intero costo anche di B, altro proprietario proquota, immobile 1

2) A proprietario pro quota si accolla l'intero costo anche di B, altro proprietario proquota, immobile 2

3) B proprietario pro quota si accolla l'intero costo anche di A, altro proprietario proquota, immobile 1 (anche se è il terzo)

Puo' essere, ma questo è meglio se lo chiarisci con AdE.

Gli inquilini sono terzi, quindi sicuramente non hanno a che vedere con la proprietà.

Siiii Daniela è esattamente quello che intendevo 😉

Io mi spiego male e tu ci arrivi con calma 😂

 

Però alla fine che rimaniamo nell'incertezza.

Anche se secondo me, a logica, dovrebbe funzionare. Ma sappiamo che la logica non sempre basta

Silvia3 dice:

Ma sappiamo che la logica non sempre basta

infatti, come detto, meglio verificare con "il padrone di casa"

...quindi io diligentemente vado per scrivere un'email all'AdE e....

 

Non è possibile inviare segnalazioni perché è stato raggiunto il numero massimo di email in lavorazione. Si prega di riprovare più tardi.

 

Molto bene

Silvia3 dice:

...quindi io diligentemente vado per scrivere un'email all'AdE e....

 

Non è possibile inviare segnalazioni perché è stato raggiunto il numero massimo di email in lavorazione. Si prega di riprovare più tardi.

 

Molto bene

Eh, lo so..... devi continuamente verificare, a volte il lunedì mattina (prima delle 9!) si sblocca la situazione, ma potrebbe anche prima..purtroppo con lo smart working è così

Domandina al volo: i condomini che non sono persone fisiche hanno diritto alla detrazione per superbonus sulle parti comuni del condominio, giusto? e quindi possono cedere il relativo credito...

Mentre sono esclusi dai trainati....

Silvia3 dice:

Domandina al volo: i condomini che non sono persone fisiche hanno diritto alla detrazione per superbonus sulle parti comuni del condominio, giusto? e quindi possono cedere il relativo credito...

Mentre sono esclusi dai trainati....

Sì, anche a me risulta questo.

Credo (ma non vorrei sbagliare) che per i trainati abbiano possibilità di fruire del 50%.... attendiamo consigli più sicuri! 😉

Silvia3 dice:

Domandina al volo: i condomini che non sono persone fisiche hanno diritto alla detrazione per superbonus sulle parti comuni del condominio, giusto? e quindi possono cedere il relativo credito...

Mentre sono esclusi dai trainati....

Si.

 

Sjlva dice:

Credo (ma non vorrei sbagliare) che per i trainati abbiano possibilità di fruire del 50%.... attendiamo consigli più sicuri!

🙄 ristrutturazione no, ecobonus si.

Grazie ragazze.

 

Altra cosa che non c'entra proprio con la cessione ma anche sì (nel senso che sto ragionando su queste faccende per cercare di escludere alcune unità potenzialmente problematiche da ciò che riguarda la cessione):

 

a me risulta che il monte opere rientranti nel superbonus si calcola in base al numero di unità del condominio, *compresi* i box che si trovano sotto la proiezione verticale del condominio.

Questa situazione persiste indipendentemente dal fatto che i box partecipino alle spese del superbonus (mia opzione preferita) o se ad es. l'assemblea deliberasse di ripartire le spese rientranti nel superbonus in base alla tabella proprietà dei soli appartamenti....sarebbe necessario ridurre il massimale opere tenendo conto solo del numero degli appartamenti?

 

Motivo di questi ragionamenti: condominio con alcuni box di proprietà dubbia con situazione piuttosto complicata...contando che le opere da superbonus saranno scontate al 100%, se potessimo escludere i box dalla partecipazione alla spesa, e quindi alla cessione del credito, potrei aggirare il problema. Ma se mi cala il massimale non va bene.

 

Altra situazione (sempre con opere da superbonus da scontare in fattura al 100%): condomino moroso con decreto ingiuntivo in atto. In questo caso se l'assemblea deliberasse di escludere la sua unità dalla partecipazione alla spesa, mi toglierei dai piedi un'altra menata. Resta il fatto che in quel condominio non avremo mai presenti in assemblea tutti i condomini e quindi non si potrà verificare la condizione per cui "i condomini ai quali sono imputate le spese esprimano parere favorevole".

Però. Di spese extra da pagare per gli altri condomini in realtà non ce ne saranno causa sconto in fattura al 100%...

×