Vai al contenuto
mazzol

Cessione bonus fiscale

Pare che il bonus fiscale non sia più legato alla incapienza, una volta acquisito il diritto se non si ha la capienza per scaricarlo dalle tasse si riceve un assegno o viene caricato sul cc.

 

Questo importante aspetto rende possibile una anticipazione bancaria al netto degli interessi (al tasso del 3,09 al giugno 2016).

 

(http://www.leggioggi.it/2016/07/13/bonus-ristrutturazione-2016-come-cambia-anticipo-della-banca-come-funziona/#comment-1526410)

 

Qualcuno ha approfondito il problema?

 

Valore anticipazione, banche che aderiscono, effetti legati al "fondo obbligatorio lavori straordinari 1135cc", ....

Pare che il bonus fiscale non sia più legato alla incapienza, una volta acquisito il diritto se non si ha la capienza per scaricarlo dalle tasse si riceve un assegno o viene caricato sul cc.

 

Questo importante aspetto rende possibile una anticipazione bancaria al netto degli interessi (al tasso del 3,09 al giugno 2016).

 

(http://www.leggioggi.it/2016/07/13/bonus-ristrutturazione-2016-come-cambia-anticipo-della-banca-come-funziona/#comment-1526410)

 

Qualcuno ha approfondito il problema?

 

Valore anticipazione, banche che aderiscono, effetti legati al "fondo obbligatorio lavori straordinari 1135cc", ....

Ancora è una proposta di legge... se mai verrà approvata si vedrà in seguito....

Sulla base di questa possibilità sono andato a scartabellare le fatture del condominio per vedere se si può guadagnare .... senza spendere nulla.

 

Spendiamo su tre contatori luce (condominiali) circa 7800 euro.

Ho chiesto ad un installatore quanto costava rendere esente il condominio da tale spesa, mi ha detto che con 35.000 euro si può fare,

aggiungendo che metà della cifra è soggetta a recupero fiscale.

 

Mi ha poi detto che con lo "scambio sul posto" ciò che produco e non uso viene messo,in rete e mi viene pagato 0,21 al kwh se mi serve nottetempo lo devo pagare 0,29 (il circa è ovvio sono valori soggetti alla fluttuazione).

 

Insomma a consumi immutati i 7.800 praticamente si azzerano.

 

Utilizzando il bonus fiscale del 50% per pagare l'installazione (35.000 euro preventivati)

la cifra da chiedere ai condomini diventa di 20/22 mila euro dipende dall'anticipazione bancaria sui 17.500 euro di bonus).

 

Ho provato ad usare un calcolo della rata mensile per estinguere il prestito di 22.000 euro in 5 anni .... è di 456,68 al tasso alto del 9% Sono 4500 euro all'anno.

 

Oggi spendiamo 7800 euro ogni anno, per sempre ..... ma spendendone diversamente solo 4500 per soli cinque anni questa spesa sparirebbe.

Ps. 443,07 è la rata mensile per 10 anni che permette il finanziamento completo dei 35.000 euro.

L'articolo parla di una proposta di legge presentata alla Camera dalla Cna (Confederazione nazionale artigiani).

 

Estratto del Disegno di Legge approvato dalla Camera:

 

....« 2-quater. Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo, la detrazione di cui al comma 1 spetta nella misura del 70 per cento. La medesima detrazione spetta, nella misura del 75 per cento, per le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica relativi alle parti comuni di edifici condominiali finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguano almeno la qualità media di cui al decreto del Ministro dello sviluppo Atti Parlamentari — 10 — Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA A.C. 4127-bis-A economico 26 giugno 2015, pubblicato nel supplemento ordinario n. 39 alla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15 luglio 2015. Le detrazioni di cui al presente articolo sono

calcolate su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 40.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.....

..Per gli interventi di cui al comma 2-quater, a decorrere dal 1° gennaio 2017, in luogo della detrazione, i soggetti beneficiari possono optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi ovvero ad altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito. Rimane esclusa la cessione ad istituti di credito e ad intermediari finanziari. Le modalità di attuazione del presente comma sono definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione...........

 

http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00997666.pdf

Ancora è una proposta di legge... se mai verrà approvata si vedrà in seguito....

Contenuta nella "legge finanziaria 2017" passata alla camera qualche giorno fà (credo a giorni passerà al senato) dove è solo la restituzione dei quattrini agli "incapienti" che oggi vengono depredati del loro credito che và normato.

 

Una regola stramba "si ruba ai poveri per dare ai ricchi" ora che "stranamente"

è stata riconosciuta ed evidenziata non penso proprio possa essere disattesa.

 

Comunque hai ragione meglio stare all'erta e parlarne ove possibile in modo tale che nessuno possa dimenticare che "va' fatto".

 

..Per gli interventi di cui al comma 2-quater, a decorrere dal 1° gennaio 2017, in luogo della detrazione, i soggetti beneficiari possono optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi ovvero ad altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito. Rimane esclusa la cessione ad istituti di credito e ad intermediari finanziari. Le modalità di attuazione del presente comma sono definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione...........[/i]

Grazie, ma mi par di capire che i condomini possono cedere il credito al condominio che a sua volta lo cede ai fornitori, o al capitalista amico .... non alle banche .... boh?

 

Poi il capitalista amico può cedere a sua volta ad altri ....

ma l'importante è che non diventi un intermediario finanziario ..

mi sembra che escludere le banche sia una sciocchezza.

 

Inoltre pare sia valido solo per pochi interventi (generalmente assurdi come il cappotto che aumentando la superficie del muro di 12 cm fà lievitare i costi di cinque volte circa).

 

Beh meglio tornare al voto al più presto e cancellare tutta la politica che ha pensato a questa operazione scorretta.

Contenuta nella "legge finanziaria 2017" passata alla camera qualche giorno fà (credo a giorni passerà al senato) dove è solo la restituzione dei quattrini agli "incapienti" che oggi vengono depredati del loro credito che và normato.

 

Una regola stramba "si ruba ai poveri per dare ai ricchi" ora che "stranamente"

è stata riconosciuta ed evidenziata non penso proprio possa essere disattesa.

 

Comunque hai ragione meglio stare all'erta e parlarne ove possibile in modo tale che nessuno possa dimenticare che "va' fatto".

Leggo su "il sole/24ore":

"

A decidere il successo o il fallimento dei bonus potenziati, però, sarà la capacità delle nuove disposizioni di superare il blocco rappresentato da chi non può o non vuole investire denaro nei lavori condominiali.

 

Si è parlato molto della possibilità di cedere la detrazione ad altri soggetti, così da “monetizzare” subito una parte della spesa. Questa possibilità esiste per gli incapienti già dall’inizio dell’anno, con il 65% cedibile ai fornitori, ma per come è stata delineata non funziona. Bisognerà vedere se nel contesto della legge di bilancio ci sarà un meccanismo più efficace."

Non riesco a capire per quale motivo non sia possibile passare dalle banche.

×