Vai al contenuto
Danielabi

Certificazione UNICA 2019 online

snobba dice:

Ho iniziato a compilare le CU ed ho notato che selezionando la W, per un artigiano, nel menu a tendina appare la descrizione "per corrispettivi erogati nel 2017". Perchè parla di compensi del 2017??

si. lo ha fatto presente anche un altro utente. Nell'elenco dei software la CU risulta come CU2018 anzichè CU2019.....evidentemente con le date hanno fatto un po' di confusione, ma d'altra parte quello è il codice da usare....

Scusate se mi intrometto, nel caso dell'impresa edile che ristruttura il condominio ed emette una fattura per rimborso spese ex art. 15, per la CU si compilano gli stessi punti del regime dei minimi? Ossia:

Punto 1- W

Punto 4 e 7 stesso importo

Punto 6 - 7

Grazie

Terfle dice:

rimborso spese ex art. 15

Teoricamente, essendo art 15, sono rimborsi spese fatti in nome e per conto del cliente e non dovrebbero essere reddito e quindi non entrare in CU; ma...per non saper ne' leggere ne' scrivere, se li vuoi indicare, si, sono da inserire come hai indicato

Danielabi dice:

Teoricamente, essendo art 15, sono rimborsi spese fatti in nome e per conto del cliente e non dovrebbero essere reddito e quindi non entrare in CU; ma...per non saper ne' leggere ne' scrivere, se li vuoi indicare, si, sono da inserire come hai indicato

Grazie!!!

Buonasera.

Il precedente amministratore ha compensato a saldo un 1019 con un 1628.

Sulla CU per calcolare l'imponibile del fornitore terrò conto dell'importo a debito ma sul futuro 770 non credo che dovrò indicare il 1628 bensì la compensazione sullo stesso rigo della ritenuta. Corretto ?

Ma dove, in quale casella dovrò riportare il credito ?

Grazie. 

 

Danielabi dice:

🤔 mi sembra che ci fosse anche lo scorso anno, pero' quest'anno non sono riuscita ad utilizzarlo......come hai fatto? Da che cartella hai recuperato il file?

Ciao Danielabi ... scusa ma sono stato off line ... cmq ho seguito la proceduta indicata da 7puntosero ;) ...

 

archicampa dice:

Ciao Danielabi ... scusa ma sono stato off line ... cmq ho seguito la proceduta indicata da 7puntosero 😉 ...

 

Ok, grazie!

roberto57 dice:

Buonasera.

Il precedente amministratore ha compensato a saldo un 1019 con un 1628.

Sulla CU per calcolare l'imponibile del fornitore terrò conto dell'importo a debito ma sul futuro 770 non credo che dovrò indicare il 1628 bensì la compensazione sullo stesso rigo della ritenuta. Corretto ?

Ma dove, in quale casella dovrò riportare il credito ?

Grazie. 

 

vedo che ti porti avanti! ☺️

Per i crediti c'è la sezione dedicata che è il quadro SX.....che dici se ci torniamo quando sarà disponibile il software del 770? 😉

Danielabi dice:

La Cu relativa al tuo condomìnio puo' essere inviata in due momenti diversi e da due soggetti diversi: entro il 7 marzo dal consulente paghe, entro il 31 ottobre da te.

Per la scadenza del 7 marzo devi comunicare al consulente delle paghe che invierai tu il resto delle ritenute con altro invio e ti consiglierei di comunicare a lui i dati per il lavoro occasionale, in modo che la scadenza sia accorpata in un unico invio.

Nell'invio di ottobre, ricorda di inserire nella scheda anagrafica i dati del primo inviante, altrimenti il sistema di AdE non capisce cosa sta ricevendo.

 

Il pdf puo' essere firmato, senza necessità di stampare; devi utilizzare la funzione "firma" presente nel menu a dx della videata pdf.

Caspita! Mi era scappata la 2° parte della risposta! Si anch'io mi sono attrezzato con la firma "copia-incolla" sulla CU. Ma siccome ho visto che altri ammministratori non la mettono per niente (tanto c'è sempre la copia ufficiale trasmessa in AdE..), pensavo di evitare ritocchi e salvataggi.

snobba dice:

Caspita! Mi era scappata la 2° parte della risposta! Si anch'io mi sono attrezzato con la firma "copia-incolla" sulla CU. Ma siccome ho visto che altri ammministratori non la mettono per niente (tanto c'è sempre la copia ufficiale trasmessa in AdE..), pensavo di evitare ritocchi e salvataggi.

Be'......diciamo che formalmente è meglio, se trovi il pignolino te la rimanda da firmare, ma se nessuno ti contesta, bene così.

Domandina: per forfettari e minimi nella colonna causale il commercialista mi diceva di indicare ZO invece di A oppure W, vi risulta? .... nel caso di lavoro occasionale ( il condomino che ha una ricevuta per il faglio erba ecc. che stà sotto i 5000e) che si mette?

archicampa dice:

Domandina: per forfettari e minimi nella colonna causale il commercialista mi diceva di indicare ZO invece di A oppure W, vi risulta? .... nel caso di lavoro occasionale ( il condomino che ha una ricevuta per il faglio erba ecc. che stà sotto i 5000e) che si mette?

🤔  ZO= titolo diverso dai precedenti.

perchè? I codici  identificano il tipo di prestazione, indipendentemente dal tipo di regime fiscale adottato e A =prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell’esercizio di arte o professione abituale  direi che calza perfettamente.

 

Per il lavoro occasionale codice M

Attenzione che il lavoro occasionale è denunciabile con il mod. 730, per cui la CU è da inviare entro il 7 marzo.

Danielabi dice:

🤔  ZO= titolo diverso dai precedenti.

perchè? I codici  identificano il tipo di prestazione, indipendentemente dal tipo di regime fiscale adottato e A =prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell’esercizio di arte o professione abituale  direi che calza perfettamente.

 

Per il lavoro occasionale codice M

Attenzione che il lavoro occasionale è denunciabile con il mod. 730, per cui la CU è da inviare entro il 7 marzo.

per ZO non ho ben capito neppure io ... per il lavoro occasionale si si grazie 😉 .... e ormai già che ci sono cercherò di chidere tutto entro il 7 marzo cosi non ci penso piu 😉

se ho ben capito un professionista che sta nei minimi nella Cu si inserisce nella causale  A e nel codice 7

mentre un fornitore causale W codice 7 ?

 

nella casella anno non va messo l'anno 2018 ? a me mia hanno detto di lasciarlo libero  , giusto?

Giuseppe65 dice:

se ho ben capito un professionista che sta nei minimi nella Cu si inserisce nella causale  A e nel codice 7

mentre un fornitore causale W codice 7 ?

Si, i codici causali identificano sempre il tipo di attività, indipendentemente dal regime fiscale.

 

Giuseppe65 dice:

nella casella anno non va messo l'anno 2018 ? a me mia hanno detto di lasciarlo libero  , giusto?

giusto!

Siamo in vista della scadenza e arriva il momento delle domandine spicce....

 

Il campo Codice Fiscale (colonna 1) del percipiente sembra accettare senza dare errore anche la partita iva. Posso usarla in alternativa al CF? Non sono ho trovato indicazioni nelle istruzioni (magari è colpa mia)

Chiedo perché la fattura del percipiente in questione reca solo la PI e la comunicazione con lui è inesistente.

 

Grazie

quartaumentata dice:

Siamo in vista della scadenza e arriva il momento delle domandine spicce....

 

Il campo Codice Fiscale (colonna 1) del percipiente sembra accettare senza dare errore anche la partita iva. Posso usarla in alternativa al CF? Non sono ho trovato indicazioni nelle istruzioni (magari è colpa mia)

Chiedo perché la fattura del percipiente in questione reca solo la PI e la comunicazione con lui è inesistente.

 

Grazie

se è una società, nella maggior parte dei casi la p.i. e il c.f. coincidono (nove caratteri numerici).

 

non certo se è un professionista o una impresa individuale (serve il codice alfanumerico a 16 caratteri)

 

ps 

puoi comunque provare a vedere se è un c.f. valido qui.

https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaCF/Scegli.do?parameter=verificaCf

Modificato da paul_cayard

 

paul_cayard dice:

se è una società, nella maggior parte dei casi la p.i. e il c.f. coincidono (nove caratteri numerici).

 

non certo se è un professionista o una impresa individuale (serve il codice alfanumerico a 16 caratteri)

 

ps 

puoi comunque provare a vedere se è un c.f. valido qui.

https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaCF/Scegli.do?parameter=verificaCf

Grazie per le osservazioni.

 

Sì, il percipiente  in questione è persona fisica titolare  di ditta individuale, ma in fattura mi ha messo solo la partita iva (codice numerico di 11 caratteri). Nessuna traccia del codice fiscale a 16 caratteri.

 

il punto è che il software mi lascia chiudere la scheda senza segnalare errori dopo che ho inserito questa partita iva (già verificata corretta ed esistente).

 

Il mio dubbio è che possa essere rilevato errore in fase di controllo dopo l'invio all'ade. Magari la soluzione è provare l'invio e vedere se fila liscio...

quartaumentata dice:

 

Grazie per le osservazioni.

 

Sì, il percipiente  in questione è persona fisica titolare  di ditta individuale, ma in fattura mi ha messo solo la partita iva (codice numerico di 11 caratteri). Nessuna traccia del codice fiscale a 16 caratteri.

 

il punto è che il software mi lascia chiudere la scheda senza segnalare errori dopo che ho inserito questa partita iva (già verificata corretta ed esistente).

 

Il mio dubbio è che possa essere rilevato errore in fase di controllo dopo l'invio all'ade. Magari la soluzione è provare l'invio e vedere se fila liscio...

deve essere per forza errore....telefona al tizio per il codice fiscale.

quartaumentata dice:

 

Grazie per le osservazioni.

 

Sì, il percipiente  in questione è persona fisica titolare  di ditta individuale, ma in fattura mi ha messo solo la partita iva (codice numerico di 11 caratteri). Nessuna traccia del codice fiscale a 16 caratteri.

 

il punto è che il software mi lascia chiudere la scheda senza segnalare errori dopo che ho inserito questa partita iva (già verificata corretta ed esistente).

 

Il mio dubbio è che possa essere rilevato errore in fase di controllo dopo l'invio all'ade. Magari la soluzione è provare l'invio e vedere se fila liscio...

ti darà sicuramente errore.

aspetta e cerca di contattare il tizio per farti dare il c.f.

hai tempo, se non hai dipendenti ...

quartaumentata dice:

 

Grazie per le osservazioni.

 

Sì, il percipiente  in questione è persona fisica titolare  di ditta individuale, ma in fattura mi ha messo solo la partita iva (codice numerico di 11 caratteri). Nessuna traccia del codice fiscale a 16 caratteri.

 

il punto è che il software mi lascia chiudere la scheda senza segnalare errori dopo che ho inserito questa partita iva (già verificata corretta ed esistente).

 

Il mio dubbio è che possa essere rilevato errore in fase di controllo dopo l'invio all'ade. Magari la soluzione è provare l'invio e vedere se fila liscio...

La certificazione sarà scartata dal sistema.

Devi inserire il codice fiscale al posto della partita iva.

 

Motivi dello scarto

Codice errore: 0106 N. Modulo: 00000001 Codice campo: DA002001

Codice fiscale non registrato in anagrafe tributaria

Valore: [0**000*0*** ]

 

Modificato da G.Ago

Grazie a tutti, gentilissimi.

 

Temevo che non ci fosse altra soluzione, perché come dicevo, la comunicazione con il tipo è difficilissima, ma mi farò, necessariamente, forza...

quartaumentata dice:

Grazie a tutti, gentilissimi.

 

Temevo che non ci fosse altra soluzione, perché come dicevo, la comunicazione con il tipo è difficilissima, ma mi farò, necessariamente, forza...

Il codice fiscale e i dati anagrafici sono rilevabili dal certificato di iscrizione alla CCIAA.

  • Mi piace 1
G.Ago dice:

Il codice fiscale e i dati anagrafici sono rilevabili dal certificato di iscrizione alla CCIAA.

giusto, oppure se la ditta ha un sito internet....a volte per vari motivi restano "impigliati" nella rete i codici fiscali, basta cercare "codice fiscale" unito al nome della ditta...a volte!

×