Vai al contenuto
zaku71

Cercare una casa in affitto da single a Roma: Mission Impossible!

zaku71 dice:

Ma mi chiedo, una P.IVa che cavolo fa? Non mi sono mai posto la domanda in vita mia. Si compra direttamente la casa? Manco, perché non gli fanno il mutuo!

Prega insieme gli dei di tutte le religioni esistenti sulla faccia della terra, oppure deve augurarsi di provenire dalla famiglia economicamente giusta.
Scrivo con cognizione di causa. Mio figlio per avviare una attività in p.IVA ha avuto bisogno delle garanzie prestate da mamy & papy. Ora come allora, nonostante l'attività sia ben avviata e florida, le valutazioni della banca continuano a rimanere negative... ma le garanzie di mamy & papy sono funzionali a placare le ire negative ell'istituto bancario. E' pazzesco 😩

albano59 dice:

Prega insieme gli dei di tutte le religioni esistenti sulla faccia della terra, oppure deve augurarsi di provenire dalla famiglia economicamente giusta.
Scrivo con cognizione di causa. Mio figlio per avviare una attività in p.IVA ha avuto bisogno delle garanzie prestate da mamy & papy. Ora come allora, nonostante l'attività sia ben avviata e florida, le valutazioni della banca continuano a rimanere negative... ma le garanzie di mamy & papy sono funzionali a placare le ire negative ell'istituto bancario. E' pazzesco 😩

Domanda stupida allora: perché i locatori, soprattutto in zone molto richieste, non chiedono direttamente la fideiussione e il primo che gliela concede vince? Da un lato è una maggiore garanzia per il locatore, dall'altra è più "democratico" per l'inquilino, perché a quel punto è indifferente se è single, monoreddito, p.iva o semplicemente uno scansafatiche che vive di rendita.

 

Che mi sfugge?

Modificato da zaku71
zaku71 dice:

se un locatore preferisce la famiglia con papà ministeriale, mamma dipendente comunale, figlia al catasto e suocera alla Presidenza del Consiglio invece di un single che fa discorsi su fidejussioni, non credo che sia malafede o mentalità chiusa. Semplicemente, perché dovrebbero scegliere questo ultimo?

ah....

è semplice: non ha ragione di muoversi per i prossimi 5 anni almeno il possibile conduttore dipendente della PA. ergo copertura della locazione per almeno i primi anni dal momento che potrebbe passare molto tempo prima di chiedere un trasferimento, nel caso si tratti sempre di persone che si trasferiscono per lavoro.

poi si può parlare dei meri soldi.

zaku71 dice:

Che mi sfugge?

Chiudere un contratto di locazione garantito da fidejussione richiede una competenza ed una capacità operativa in termini di adempimenti di cui molto spesso i piccoli proprietari-locatori non ne sono dotati. Così, piuttosto che attendere quasi due mesi, si preferisce chiudere in 10-20 gg. con un inquilino più pericoloso ma con un contratto standard dotato del miserrimo deposito cauzionale di tre mesi max., contratto standard che però il piccolo proprietario riesce a gestirsi autonomamente e senza difficoltà nascoste. 
Lo stesso ragionamento ma con motivazioni diverse è estendibile anche alle agenzie immobiliari. A loro interessa portare i clienti alla firma del contratto il più rapidamente possibile per riuscire ad incassare le provvigioni. Fine dello sbattimento. E spesso pure le agenzie immobiliari non sono in grado di gestire la procedura relativa all'ottenimento della fidejussione, anche a causa delle poche o inesistenti chiare idee dei proprietari al riguardo.

Invece un contratto garantito da fidejussione richiede attese e tempo.

Serve sottoscrivere un pre-contratto firmato ma non registrato (che praticamente ricalca già a grandi linee la stesura finale del vero contratto). Questo è il documento che a cura del conduttore è consegnato in banca e funzionale al rilascio della fidejussione. La banca si prende da 20 a 40 gg. per deliberare la fidejussione, previe asssicurazioni (leggasi versamento casch o conferimento titoli in garanzia) ricevute dal conduttore. 

A fidejussione rilasciata, conduttore e locatore si ritrovano per il passaggio di mano della fidejussione in originale e contestuale firma del vero contratto di locazione, che poi sarà da registrare presso AdE.
Se il proprietario non è in grado di gestirsi autonomamente i vari passaggi e la redazione del testo contrattuale, ci sarà da avvalersi di un professionista ed anche qui ci sarà da accordarsi su chi sosterrà i costi del professionista (tutti a carico del proprietario o 50-50).

Io sono un piccolo locatore autodidatta. Ciò nonostante a suo tempo mi sono anche preso il disturbo di andare alla mia banca per farmi spiegare i meccanismi legati alla fidejussione. Così come a suo tempo sono andato a farmi spiegare da una consulente amministrativa mia conoscente le allora innovative locazioni concordate.
Ci sono delle favorevoli opportunità che i piccoli locatori (ma anche conduttori)  proprio ignorano. Per esempio io ho in corso un validissimo contratto agevolato abitativo da oltre sei anni dove l'Accordo Territoriale di riferimento è di un'altra provincia. Io da tanti anni redigo autonomamente i contratti di locazione che a seconda della tipologia presentano una stesura di 6-8 pagine, ed ovviamente sempre in assoluta autonomia provvedo a tutti gli adempimenti presso AdE. Anche come piccolo locatore servono interesse impegno ed aggiornamento e non solo l'attenzione ad un supposto facile realizzo economico.

 

A te sfugge che tantissimi locatori invece sono cicisbei di locatori che badano solo a privilegiare la pecunia e la ricerca della più semplice soluzione per gli adempimenti.

Modificato da albano59
ortografia
albano59 dice:

Chiudere un contratto di locazione garantito da fidejussione richiede una competenza ed una capacità operativa in termini di adempimenti di cui molto spesso i piccoli proprietari-locatori non ne sono dotati. Così, piuttosto che attendere quasi due mesi, si preferisce chiudere in 10-20 gg. con un inquilino più pericoloso ma con un contratto standard col miserrimo deposito cauzionale di tre mesi max., che il piccolo proprietario riesce a gestirsi autonomamente e senza difficoltà nascoste. 
Lo stesso ragionamento ma con motivazioni diverse è estendibile anche alle agenzie immobiliari. A loro interessa portare i clienti alla firma del contratto il più rapidamente possibile per incassare le provvigioni. Fine dello sbattimento. E spesso pure le agenzie immobiliari non sono in grado di gestire la procedura relativa all'ottenimento della fidejussione anche per le poco chiare idee dei proprietari al riguardo.

Invece un contratto garantito da fidejussione richiede attese e tempo.

Serve sottoscrivere un pre-contratto (che praticamente ricalca già a grandi linee la stesura finale del vero contratto) firmato ma non registrato. Questo è il documento che a cura del conduttore è consegnato in banca e funzionale al rilascio della fidejussione. La banca si prende da 20 a 40 gg. per deliberare la fidejussione, previe asssicurazioni (leggasi versamento casch o conferimento titoli in garanzia) ricevute dal conduttore. 

A fidejussione rilasciata conduttore e locatore si ritrovano per il passaggio di mano della fidejussione in originale e contestuale firma del vero contratto di locazione, che poi sarà da registrare presso AdE.
Se il proprietario non è in grado di gestirsi autonomamente i vari passaggi e la redazione del testo contrattuale ci sarà da avvalersi di un professionista ed anche qui ci sarà da accordarsi su chi sosterrà i costi del professionista (utti a carico del proprietario o 50-50).

Io sono un piccolo locatore autodidatta. Ciò nonostante a suo tempo mi sono anche preso il disturbo di andare alla mia banca per farmi spiegare i meccanismi legati alla fidejussione. Così come a suo tempo sono andato a farmi spiegare da una consulente amministrativa mia conoscente le allora innovative locazioni concordate.
Ci sono delle favorevoli opportunità che i piccoli locatori (ma anche conduttori)  proprio ignorano. Per esempio io ho in corso un validissimo contratto agevolato abitativo da oltre sei anni dove l'Accordo Territoriale di riferimento è di un'altra provincia. Io da tanto tempo redigo autonomamente i contratti di locazione che a seconda della tipologiahanno un testo contrattuale di di 6-8 pagine, ed ovviamente sempre in assoluta autonomia provvedo a tutti gli adempimenti presso AdE. Anche come piccolo locatore servono interesse impegno ed aggiornamento e non solo l'interesse per un supposto facile realizzo economico.

 

A te sfugge che tantissimi locatori invece sono cicisbei di locatori che badano solo a privilegiare la pecunia e la ricerca della più semplice soluzione per gli adempimenti.

Ah vabbè uno ci va ad abitare dopo 3 mesi minimo😅 se mi avessero accettato l'offerta mi davano le chiavi il primo dicembre invece

Modificato da zaku71

Guarda che in circolazione ci stanno tanti pidocchi che non vogliono conteggiare neanche un mese sfitto...

albano59 dice:

Chiudere un contratto di locazione garantito da fidejussione richiede una competenza ed una capacità operativa in termini di adempimenti di cui molto spesso i piccoli proprietari-locatori non ne sono dotati. Così, piuttosto che attendere quasi due mesi, si preferisce chiudere in 10-20 gg. con un inquilino più pericoloso ma con un contratto standard dotato del miserrimo deposito cauzionale di tre mesi max., contratto standard che però il piccolo proprietario riesce a gestirsi autonomamente e senza difficoltà nascoste. 
Lo stesso ragionamento ma con motivazioni diverse è estendibile anche alle agenzie immobiliari. A loro interessa portare i clienti alla firma del contratto il più rapidamente possibile per riuscire ad incassare le provvigioni. Fine dello sbattimento. E spesso pure le agenzie immobiliari non sono in grado di gestire la procedura relativa all'ottenimento della fidejussione, anche a causa delle poche o inesistenti chiare idee dei proprietari al riguardo.

Invece un contratto garantito da fidejussione richiede attese e tempo.

Serve sottoscrivere un pre-contratto firmato ma non registrato (che praticamente ricalca già a grandi linee la stesura finale del vero contratto). Questo è il documento che a cura del conduttore è consegnato in banca e funzionale al rilascio della fidejussione. La banca si prende da 20 a 40 gg. per deliberare la fidejussione, previe asssicurazioni (leggasi versamento casch o conferimento titoli in garanzia) ricevute dal conduttore. 

A fidejussione rilasciata, conduttore e locatore si ritrovano per il passaggio di mano della fidejussione in originale e contestuale firma del vero contratto di locazione, che poi sarà da registrare presso AdE.
Se il proprietario non è in grado di gestirsi autonomamente i vari passaggi e la redazione del testo contrattuale, ci sarà da avvalersi di un professionista ed anche qui ci sarà da accordarsi su chi sosterrà i costi del professionista (tutti a carico del proprietario o 50-50).

Io sono un piccolo locatore autodidatta. Ciò nonostante a suo tempo mi sono anche preso il disturbo di andare alla mia banca per farmi spiegare i meccanismi legati alla fidejussione. Così come a suo tempo sono andato a farmi spiegare da una consulente amministrativa mia conoscente le allora innovative locazioni concordate.
Ci sono delle favorevoli opportunità che i piccoli locatori (ma anche conduttori)  proprio ignorano. Per esempio io ho in corso un validissimo contratto agevolato abitativo da oltre sei anni dove l'Accordo Territoriale di riferimento è di un'altra provincia. Io da tanti anni redigo autonomamente i contratti di locazione che a seconda della tipologia presentano una stesura di 6-8 pagine, ed ovviamente sempre in assoluta autonomia provvedo a tutti gli adempimenti presso AdE. Anche come piccolo locatore servono interesse impegno ed aggiornamento e non solo l'attenzione ad un supposto facile realizzo economico.

 

A te sfugge che tantissimi locatori invece sono cicisbei di locatori che badano solo a privilegiare la pecunia e la ricerca della più semplice soluzione per gli adempimenti.

Uhmm ma perché complicarsi la vita?

Ti do un assegno circolare per il controvalore della fj e per 3 anni siamo a posto.

Al posto di 2 mesi d'attesa ci mettiamo 2 gg, pure meno.

A mio avviso la fj ha senso lato conduttore, se non voglio bloccare x mila € per un bel po' di tempo.

Molto meno lato proprietario.

 

E se 3 anni sono troppo pochi, con un minimo di creatività si possono trovare altre soluzioni, p.e. un conto di deposito cointestato in cui il conduttore non ha poteri operativi (vede ma non dispone).

condo77 dice:

Ti do un assegno circolare per il controvalore della fj e per 3 anni siamo a posto.

Al posto di 2 mesi d'attesa ci mettiamo 2 gg, pure meno.

Mettiamo 500 €. di affitto mensile, ovvero 6.000 annui.

Una fj da 3.000 €. mi fa garanzia per quattro anni + 3 mesi.
Tu la vuoi risolvere subito (non per tre) per quattro anni ? Allora sganci subito un circolare da 24.000. A queste condizioni anch'io accetterei, ma bisogna vedere se chi deve pagare è contento.
Ma secondo te c'è una folla di persone pronta a sganciare subito 24.000 ?
Ti faccio partecipre di una notizia: la folla esiste pure bella fitta, ma è costituita da gente che è in arretrato perenne per un motivo o per un'altro. Non più tardi di ieri un mio inquilino mi ha comunicato via wa di aver saldato le mensilità di settembre ed ottobre.
Sono molto pochi quelli nati con la camicia o con la strada sempre in discesa.

 

Modificato da albano59
ortografia
albano59 dice:

Mettiamo 500 €. di affitto mensile, ovvero 6.000 annui.

Una fj da 3.000 €. mi fa garanzia per quattro anni + 3 mesi.
Tu la vuoi risolvere subito (non per tre) per quattro anni ? Allora sganci subito un circolare da 24.000. Così anc'io accetterei.
Ma secondo te c'è una folla di persone pronta a sganciare subito 24.000 ?
Ti faccio partecipre di una notizia: la folla esiste poure bella fitta, ma è costituita da gente che è in arretrato col saldo dell'affitto mensile. Non più tardi di ieri un mio inquilino mi ha comunicato via wa di aver saldato le mensilità di settembre ed ottobre.
Sono molto pochi quelli nati con la camicia o con la strada sempre in discesa.

 

L'ho già detto: pari importo.

Se accetti una fj di 3000 €, allora accetti un circolare di 3000 €, la garanzia è la stessa (ovvero 6 mensilità, alla settima non pagata hai un problema in entrambi i casi).

 

PS

ah, con il circolare hai pure un vantaggio: alla prima mensilità non pagata incassi 3000 €, con la fj solo 500 €.

Modificato da condo77

Vai tranquillo che anche per soli 3.000 ne troverai sempre molto i pochi pronti a sganciarli subito.

Comunque, anche se ce chi lo fa, anche se lo ho suggerito più di una volta, per mia scelta e valutazione personale non sono disponibile all'accettazione di somme cash o tracciate a garanzia di una locazione per un importo eccedente le tre mensilità. 

Non è mia intenzione espormi a questo tipo di rischio, perchè comunque un rischio c'è ed esiste. 

  • Mi piace 1
albano59 dice:

Vai tranquillo che anche per soli 3.000 ne troverai sempre molto i pochi pronti a sganciarli subito.

Per questo dissi che la fj semmai è una scelta del conduttore, non certo del proprietario.

Ovvero:

proprietario: dammi l'a/c!

conduttore: non ci penso proprio, se insisti un fj!

proprietario: e va bene, mi accontento, certo preferivo l'a/c però...

🙂

 

zaku71 dice:

E io come mi tutelo che questo incassa l'assegno anche se io sono regolare scusate..?

Con una bella denuncia, idem per la fideiussione.

Trattasi di appropriazione indebita, si va di penale.

albano59 dice:

Comunque, anche se ce chi lo fa, anche se lo ho suggerito più di una volta, per mia scelta e valutazione personale non sono disponibile all'accettazione di somme cash o tracciate a garanzia di una locazione per un importo eccedente le tre mensilità. 

Non è mia intenzione espormi a questo tipo di rischio, perchè comunque un rischio c'è ed esiste. 

Ok, questa è la vera ragione e su questa concordo. 👍

Modificato da condo77
zaku71 dice:

E io come mi tutelo che questo incassa l'assegno anche se io sono regolare scusate..?

condo77 dice:

Con una bella denuncia, idem per la fideiussione.

Trattasi di appropriazione indebita, si va di penale

Vero per cash e transazioni tracciate.

Non vero per la fidejussione.

 

condo77 dice:

Per questo dissi che la fj semmai è una scelta del conduttore, non certo del proprietario.

La scelta è solo formalmente del conduttore, perchè è il conduttore che chiede alla banca il rilascio di una fidejussione sostenendone pure i correlati costi.
Ma le condizioni della fidejussione (che sono quelle che fanno la differenza) le detta il proprietario al conduttore, e su questo il conduttore non dispone di alcuna opzione di scelta se il conduttore vuole che la fidejussione sia infine accettata dal proprietario.

Comunque scusate, a questo punto proporrei un assegno circolare al locatario. Aspettare tre o più mesi con la fideiussione per sapere se posso prendere la casa è ridicolo! 

zaku71 dice:

Comunque scusate, a questo punto proporrei un assegno circolare al locatario. Aspettare tre o più mesi con la fideiussione per sapere se posso prendere la casa è ridicolo! 

A questo punto, dopo 4 pagine in cui è stato sviscerato di tutto, direi quello che conta è trovare un locatore che accetta una delle tue poposte perchè nella contrattazione privata non c'è vincolo.

Il locatore potrebbe anche decidere di affittare l'appartamento solo ad inquilini biondi e se tu hai i capelli castani non potrai mai prendere quell'appartamento in fitto, nemmeno se gli offri più denaro di quanto vale l'appartamento.

  • Mi piace 2
Leonardo53 dice:

A questo punto, dopo 4 pagine in cui è stato sviscerato di tutto, direi quello che conta è trovare un locatore che accetta una delle tue poposte perchè nella contrattazione privata non c'è vincolo.

Il locatore potrebbe anche decidere di affittare l'appartamento solo ad inquilini biondi e se tu hai i capelli castani non potrai mai prendere quell'appartamento in fitto, nemmeno se gli offri più denaro di quanto vale l'appartamento.

Per carità, ci provo. Semplicemente mi è sembrato ridicolo che sia così difficile per un single senza problemi di liquidità e pronto a dare tutte le garanzie possibili ed immaginabili trovare un appartamento! Poi sono sempre passato per agenzie, mettermi ad impelagarmi con i privati direttamente è demoralizzante.

Allora, piccolo update.

 

Sono andato a fare la proposta per un nuovo appartamento, portando a garanzia la pensione di mia madre e la busta paga di una mia amica (è stato alquanto umiliante). 

Siccome ovviamente questo non garantisce che la proposta venga accettata e disponendo di liquidità, ho offerto anche anno in anticipo/fidejussione/assegno circolare o qualsiasi altra forma di garanzia.

Mi hanno guardato come se fossi mezzo scemo e mi hanno detto con tutta la gentilezza di questo mondo: "Guardi... lasci stare... Faccia solo la proposta eh?".

zaku71 dice:

Allora, piccolo update.

 

Sono andato a fare la proposta per un nuovo appartamento, portando a garanzia la pensione di mia madre e la busta paga di una mia amica (è stato alquanto umiliante). 

Siccome ovviamente questo non garantisce che la proposta venga accettata e disponendo di liquidità, ho offerto anche anno in anticipo/fidejussione/assegno circolare o qualsiasi altra forma di garanzia.

Mi hanno guardato come se fossi mezzo scemo e mi hanno detto con tutta la gentilezza di questo mondo: "Guardi... lasci stare... Faccia solo la proposta eh?".

Non ti meritano.

  • Mi piace 1
condo77 dice:

Non ti meritano.

Un'altra cosa che mi sta cominciando a dare sui nervi (scusate, questo thread sta diventando il muro del lamento 🥲) è quando mi chiedono che lavoro esattamente faccio. Capisco che è per maggior sicurezza sulla solvibilità, ma il problema è che spiegare in due parole quello che faccio (business intelligence e data science) non è semplice. Una volta provavo a farlo, dopo l'ennesima volta (ieri) rispondo "faccio cose col computer".

zaku71 dice:

Un'altra cosa che mi sta cominciando a dare sui nervi (scusate, questo thread sta diventando il muro del lamento 🥲) è quando mi chiedono che lavoro esattamente faccio. Capisco che è per maggior sicurezza sulla solvibilità, ma il problema è che spiegare in due parole quello che faccio (business intelligence e data science) non è semplice. Una volta provavo a farlo, dopo l'ennesima volta (ieri) rispondo "faccio cose col computer".

Però se a dire "sono single" capiscono "sono inaffidabile e pagherò l'affitto occasionalmente" a dire "faccio cose col computer" temo che possano capire che fai l'hacker o il pirata...

Io direi "ingegnere informatico" o simile, suona meglio.

Se puoi aggiungere veritieramente "per una multinazionale / primaria società" meglio ancora.

zaku71 dice:

"faccio cose col computer"

beh. sono 20 anni che ripeto 'sta cosa in giro almeno.

 

alla domanda "che lavoro fai?" rispondo: "robe informatiche" (esattamente il tuo faccio cose con computer). poi generalmente l'inquisitore esclama o chiede 'ste cose lì:

- se laureato: ah, fai siti web! fai siti web? senti... avrei bisogno di...

- se non laureati: programmi! Sei un programmatore? (tutti sanno dell'esistenza di java, incredibile)

- su subdiplomati: aggiusti i computer. non ci sono domande, hanno troppo da fare.

- amici/parenti/amici di parenti/parenti di amici: senti avrei bisogno di stampare... ho il virus? ma la pagina del computer quando entro...

- categoria a parte: i commercianti. ah loro sono forti va: riescono a riassumere tutte le categorie di cui sopra, domande comprese. col bonus pretesa però! e pagamento a baratto.

 

non so stampare. non so usare Finestre. non sono un programmatore. non faccio siti web. non comprendo le domande. mi annoiano le riunioni. provo rimorso di tanto in tanto per le mie cattiverie verso i gestionali e i commerciali.

 

insomma conviene rimanere sul medio-comprensibile, senza dare troppe spieghe e sermoni. tanto così è.

e forse conviene comprendere perché alcuni (romani compresi mi pare di ricordare) propongano la gita fuori luogo... poi tutto è possibile e prima o poi troverai.

 

spurgo dice:

beh. sono 20 anni che ripeto 'sta cosa in giro almeno.

 

alla domanda "che lavoro fai?" rispondo: "robe informatiche" (esattamente il tuo faccio cose con computer). poi generalmente l'inquisitore esclama o chiede 'ste cose lì:

- se laureato: ah, fai siti web! fai siti web? senti... avrei bisogno di...

- se non laureati: programmi! Sei un programmatore? (tutti sanno dell'esistenza di java, incredibile)

- su subdiplomati: aggiusti i computer. non ci sono domande, hanno troppo da fare.

- amici/parenti/amici di parenti/parenti di amici: senti avrei bisogno di stampare... ho il virus? ma la pagina del computer quando entro...

- categoria a parte: i commercianti. ah loro sono forti va: riescono a riassumere tutte le categorie di cui sopra, domande comprese. col bonus pretesa però! e pagamento a baratto.

 

non so stampare. non so usare Finestre. non sono un programmatore. non faccio siti web. non comprendo le domande. mi annoiano le riunioni. provo rimorso di tanto in tanto per le mie cattiverie verso i gestionali e i commerciali.

 

insomma conviene rimanere sul medio-comprensibile, senza dare troppe spieghe e sermoni. tanto così è.

e forse conviene comprendere perché alcuni (romani compresi mi pare di ricordare) propongano la gita fuori luogo... poi tutto è possibile e prima o poi troverai.

 

Ah i bei mestieri di una volta!

Tipo: il ciabattino (shoe strategist).

Modificato da condo77
zaku71 dice:

E io come mi tutelo che questo incassa l'assegno anche se io sono regolare scusate..?

Al tempo non ne sapevo nulla e posi lo stesso quesito all'agente immobiliare.

"Vede signor Joy, è una questione di posizione di vantaggio. Nel caso, legalmente, sarà lei a dover correre dietro al locatore e non viceversa." 

zaku71 dice:

Un'altra cosa che mi sta cominciando a dare sui nervi (scusate, questo thread sta diventando il muro del lamento 🥲) è quando mi chiedono che lavoro esattamente faccio. Capisco che è per maggior sicurezza sulla solvibilità, ma il problema è che spiegare in due parole quello che faccio (business intelligence e data science) non è semplice. Una volta provavo a farlo, dopo l'ennesima volta (ieri) rispondo "faccio cose col computer".

"lavoro coi computer". È il massimo del dettaglio a cui puoi ambire.

Oppure un più generico "sono un impiegato di 7° livello presso una importante multinazionale"

×