Vai al contenuto
gipar79

Cedolare secca, nuovo conduttore e variazione del canone

Salve,

forse pongo un quesito complesso o non applicabile.

 

In sostanza ho due conduttori per tre camere di una abitazione.

Presumo che l'altro conduttore (il terzo) arriverà tra qualche tempo, un mese o due.

 

Chiedo quindi se posso stipulare un contratto (vorrei applicare la cedolare secca) con in importo di x e successivamente, all'entrata del terzo conduttore, aumentare il canone e far rientrare proprio il terzo conduttore.

 

Forse sarebbe più semplice fare un nuovo contratto per il terzo conduttore?

Meglio optare per questa soluzione? Rientrerei, forse, in posizioni assimilabili ad affittacamere e quindi sarei soggetto a qualcosa di diverso dalla cedolare secca?

 

Grazie per le eventuali risposte.

Chiedo scusa, ma vorrei capire come.

 

Allego al contratto un documento come se fosse un subentro e indico che il canone aumenta?

Fiscalmente, poi, faccio riferimento al contratto stipulato per primo e a quanto documento oppure ai soli canoni versati dai conduttori?

 

Probabilmente mi manca qualche punto, come faccio a registrare un canone di locazione con cedolare secca e cosa dovrei fare all'atto dell'ingresso del terzo conduttore?

 

Grazie

Chiedo scusa, ma vorrei capire come

Te l'ha detto peppe64, se aderisci al regime di cedolare secca il canone non può essere modificato. Ma anche se non aderisci alla cedolare secca il canone non può essere aumentato a piacimento ...ma solo ed esclusivamente secondo determinate regole (indici ISTAT).

 

Quindi o fai più contratti, uno per ogni locatore (tanti quanti sono gli utilizzatori dell'appartamento) in cui affitti l'appartamento a stanze ed ogni volta che cambi inquilino chiudi il vecchio contratto e ne fai uno nuovo rinegoziando il canone, oppure ti rassegni a mantenere invariato l'affitto nel tempo (oppure lo aumenti secondo ISTAT se non in cedolare secca).

×